Far East Film Festival 20: il programma di sabato 21 aprile. Superospite BRIGITTE LIN CHING HSIA


Grande. Grandissima. Inafferrabile e indimenticabile come tutte le vere dive. Come tutte le vere icone, capaci di cristallizzare il tempo e l’arte con un solo gesto o un solo sguardo. C’è forse bisogno di aggiungere altro per parlare di lei, l’attrice che trafisse un’intera generazione di cinefili occidentali interpretando Hong Kong Express di Wong Kar-wai? E lei, anzi: LEI, salirà sul palco del Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”, sabato 20 aprile, per accompagnare proprio quel film straordinario: il film che ha ispirato e innescato la nascita del FEFF. Signore e signori, ecco a voi Brigitte Lin Ching Hsia!

Super Ospite con la “esse” e la “o” maiuscole, in un’edizione particolarmente affollata di Super Ospiti, Brigitte Lin Ching Hsia verrà premiata con il Gelso d’Oro alla Carriera, sarà accompagnata dalla leggendaria produttrice hongkonghese Nansun Shi (nuovamente a Udine dopo aver ricevuto, a sua volta, il Gelso d’Oro alla Carriera nel 2015) e verrà anche omaggiata con una piccola e preziosa retrospettiva al Visionario (omaggio nell’omaggio, la prima europea del Cloud of Romance (1977), appena restaurato dal Taiwan Film Institute).

Considerata la dea del cinema di Taiwan – sua casa madre – e di Hong Kong, dai primi anni Settanta fino a metà degli anni Novanta (Wong Kar-wai ne fece, appunto, il cuore pulsante di Hong Kong Express e Ashes of Time), Brigitte Lin Ching Hsia può vantare una filmografia davvero imponente: oltre 100 titoli, tra melodrammi sentimentali e wuxia (impossibile non citare Swordman II di Tsui Hark), passando per thriller, action e sperimentazioni anticonformiste.

Tutti i colori del cinema asiatico distillati in una sola (folgorante) carriera. Gli stessi colori che il Far East Film Festival indaga dal 1999 e che inizieranno a riempire lo schermo già in questa seconda (ricchissima) giornata: dal cult Veteran, dove scintillano altri due Super Ospiti del FEFF 20 (il regista Ryoo Seung-wan e il suo attore-icona Hwang Jung-ming) al sorprendente horror di mezzanotte Gonjiam: Haunted Asylum, fino all’attesissimo Side Job, il nuovo capolavoro di un vecchio e fraterno amico del festival: l’unico e inimitabile Hiroki Ryuichi, anche lui presente a Udine!

TEATRO NUOVO

Ore 9.00

WONDER BOY

di Dick LEE & Daniel YAM (Singapore 2017)

Singapore, anni ’70. La musica rock è bandita e i capelloni sono considerati gangster! Colorato e toccante biopic musicale.

FEFF TALKS

Sotto i riflettori, dalle 10.30 alle 11.00, la giovane artista coreana Ancco, autrice della graphic novel Ragazze cattive. Dalle 11.15 alle 12.00, la delegazione di Steel Rain. Dalle 12.15 alle 13.00, la delegazione di Crossroads: One Two Jaga.

Ore 10.45

VETERAN

di RYOO Seung-wan (Corea del Sud, 2015)

Un cast eccezionale, una sceneggiatura con un ritmo perfetto, tocchi comici e, naturalmente, tutta l’azione che ci aspettiamo da Ryoo Seung-wan!

Ore 13.00

OUR TIME WILL COME

di Ann HUI (HK/Cina, 2017)

Il genere bellico secondo Ann Hui: un cinema di sfumature psicologiche e drammi intimisti, anche dentro una cornice storica.

Ore 15.20

MIDNIGHT RUNNERS

di Jason KIM (Corea del Sud, 2017)

Momenti di comicità slapstick, azione spaccaossa e passaggi drammatici si alternano in modo frizzante nel film coreano rivelazione del 2017!

Ore 17.25

SIDE JOB.

di HIROKI Ryuichi (Giappone, 2017)

Hiroki è un regista incredibile: unisce lirismo e realismo, trasmettendo in modo ipnotico il senso di realtà e tragedia.

Ore 20.00

CHUNGKING EXPRESS

di WONG Kar-wai (Hong Kong, 1994)

Hong Kong Express (Chunking Express per puristi) è probabilmente il film più amato di Wong Kar-wai: un film sull’amore del quale è fin troppo facile innamorarsi! Gli abiti di Brigitte Lin sembrano gridare “noir”, mentre il taglio cortissimo di Faye Wong e la sua immagine da spirito libero ricordano la Jean Seberg di Fino all’ultimo respiro di Godard. L’elegante regia – immagini espressionistiche, camera a mano, sfocatura dei movimenti – è inebriante e onirica, e l’uso della musica pop… indimenticabile. Hong Kong Express è, di fatto, il cult movie che ha ispirato e innescato la nascita del FEFF!

Ore 22.00

THE OUTLAWS

di KANG Yoon-Sung (Corea del Sud, 2017)

Tratto da una storia vera, sostenuto da un ritmo ipercinetico e da una sceneggiatura

brilantissima, questo action non è un semplice action: è un’eccitante esperienza tra il gangster movie e la commedia!

Ore 00.00

GONJIAM: HAUNTED ASYLUM

di JUNG Bum-shik (Corea del Sud, 2018)

Secondo la CNN, il manicomio di Gonjiam è uno dei 7 posti più spaventosi del pianeta. Basandosi su questa classifica, il team di un’emittente web prevede di trasmettere in streaming dall’interno dell’edificio. Si rivelerà una pessima idea…

VISIONARIO

Ore 14.00

CLOUDE OF ROMANCE

di CHEN Hung-lieh (Taiwan, 1977)

Tribute to Brigitte Lin

Ore 15.45

RED DUST

di YIM Ho (Hong Kong, 1990)

Tribute to Brigitte Lin

Ore 16.50

CINEMA SILENCIO 2016

di Yee Sookyung (Corea del Sud, 2016)

Opera d’arte… sonora contro tutte le forme di censura!

Ore 17.30

BAD GENIUS

di Nattawut POONPIRIYA (Thailandia, 2017)

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
660