Aperitivo a Grado

Far East Film: programma del 30 aprile

facebook

feff5-12La penultima giornata del FEFF 12 si preannuncia particolarmente ricca di gioielli cinematografici: dal teenage drama thailandese Dear Galileo, che in patria si è guadagnato lo status di cult (a Udine sarà presentato dal regista Nithiwat Tharatorn), fino all’action storico hongkonghese Bodyguards And Assassins, che in patria ha letteralmente polverizzato il box office (a Udine sarà presentato dal regista Teddy Chen)! Assieme agli ultimi quattro film targati Shintoho, tra cui il celebre Revenge Of The Pearl Queen (con il primo nudo sugli schermi giapponesi!!!), vanno poi sicuramente segnalati Boys on The Run (un’irresistibile tragicommedia che piacerà ai fans di Tutti pazzi per Mary) e The Founding Of A Republic: il kolossal patriottico, piatto forte del focus dedicato al cinema cinese di propaganda, racconta la storia della Cina negli anni cruciali dal 1945 al 1949. Da non perdere, infine, il panel delle ore 18.10 che approfondisce il cinema del Sudest asiatico: tra gli ospiti, il vecchio amico del festival Erik Matti, applauditissimo per il suo sorprendente The Arrival …

Visionario

Dalle ore 9.00 – Ultimo appuntamento con Nudes! Guns! Ghosts! The Sensational Films of Shintoho, la retrospettiva dedicata alla leggendaria casa di produzione giapponese. Tre i titoli proposti oggi: Cave Queens (1960), Revenge Of The Pearl Queen (1959) e Girl Divers Of Spook Mansion (1959). Ingresso gratuito.

Ore 9.00 – Cave Queens – di Onoda Yoshiki (Giappone 1960, 82’)

Tipico thriller d’azione, dove l’azione cede però spesso la scena all’eros grazie alla presenza di Mihara Yoko e Banri Masako. Un film che innalzò a nuove vette il marchio di fabbrica dell’erotismo Shintoho.

Ore 10.30 – Revenge Of The Pearl Queen – di Shimura Toshio (Giappone 1956, 90’)

Storia di intrighi, tradimenti, sesso e sopravvivenza. Quando Maeda Michiko si spogliò per il film, le sue forme nude, riprese di spalle, bucarono gli schermi con la forza di un terremoto. Era nato un nuovo genere.

Ore 12.10 – Girl Divers Of Spook Mansion – Di Magatani Morihei (Giappone 1959, 81’)

Una ragazzina perfettina, una villa infestata e una poliziotta dai nervi d’acciaio. Un pot-pourri dei generi “ama” (pescatrici di perle) e horror, che la Shintoho aveva già fatto – ma mai in modo così divertente.

Teatro Nuovo

Ore 9.00  – The Founding Of A Republic – di Han Sanping & Huang Jianxin (Cina 2009, 142’)

Kolossal patriottico prodotto per celebrare il sessantesimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare, il film racconta la storia della Cina dal 1945 al 1949. Film imponente e affascinante che porta lo spettatore nelle intricate vicende di politica e potere avvenute in un periodo cruciale, durante il quale si è formata la Cina contemporanea.

Ore 11.30 – Hear Me – di Cheng Fen-fen (Taiwan 2009, 109’)

Tian Kuo consegna il pranzo in una piscina dove si allena una nuotatrice sordomuta. Il sogno della ragazza è vincere le olimpiadi per sordomuti. A spronarla c’è la sorella Yang Yang, una ragazza dolce e positiva di cui Tian Kuo si innamora. Ma la via per il suo cuore non è così semplice. Sincera commedia sentimentale con il pregio di far capire l’amore attraverso il silenzio forzato dei protagonisti.

Ore 14.15 – Identity – di Aria Kusumadewa (Indonesia 2009, 86’)

Adam lavora in ospedale pulendo i morti e conservandone, con affetto, i talloncini appesi all’alluce. In ospedale incontra una ragazza al capezzale del padre che non riesce ad avere cure perché scomparso dai registri anagrafici. Film spiazzante, girato e recitato benissimo, che sa giostrarsi tra il dramma e il graffiante sarcasmo buñueliano. Imperdibile!

Ore 15.50  – Dear Galileo – di Nithiwat Tharatorn (Thailandia 2009, 130’)

Visitare Londra, Parigi e Venezia è un sogno che diventa realtà per due giovani ragazze thailandesi. Ma la realtà è più dura di quanto sembri e se scopriranno un mondo vario ed affascinante comprenderanno anche la dura vita dell’emigrante, il senso della vita e dell’amicizia… Road movie adolescenziale, affettuoso ed aggraziato, capace di mostrare con tocco leggero i sogni della gioventù thailandese.

Ore 18.10 – Incontro sulla cinema del Sudest asiatico con Erik Matti (per The Arrival), Riri Riza (per The Dreamer) e Nithiwat Tharatorn (per Dear Galileo). Coordinano Paolo Bertolin, Anchalee Chaiworaporn e Roger Garcia.

Ore 20.00 – Bodyguards And Assassins – di Teddy Chen (Hong Kong/Cina 2009, 138’)

In una splendida Hong Kong di inizi ‘900 si intrecciano le vicende delle guardie del corpo di Sun Yat-sen, padre della Repubblica cinese. Nessuno può fidarsi di chi gli sta affianco e deve essere pronto a lottare con tutte le sue forze per salvare la vita del leggendario leader cinese. Thriller politico e action esplosivo, fra storia e leggenda, con un cast stellare tra cui spicca un ottimo Donnie Yen.

Ore 22.30  – Boys On The Run – di Miura Daisuke (Giappone 2010, 114’)

Pornomane, fallito nel suo lavoro di venditore di distributori automatici, Tanishi a ventinove anni vive con i genitori, è ancora vergine e ama morbosamente e in segreto una collega. Quando l’amore sembra essere ricambiato, un rivale gli soffia la ragazza e la sua forza repressa esplode. Divertente e sgradevole, dissacrante ed originale, una tragicommedia senza compromessi che urla tutta la sua rabbia!

Ore 00.30 – Women Of Whirlpool Island – di Ishii Teruo (Giappone 1960, 76’)

Un fuorilegge arriva su un’isola per ritrovare la sua ragazza e scopre che è stata annientata con la droga e implicata negli affari di una banda che traffica donne. Si ripromette di liberarla e di distruggere la gang.
Un’isola che è una sorta di Casablanca asiatica, dove si mescolano diverse nazionalità e si sviluppano intrighi…

Far East Nights – Le feste del FEFF colorano le notti di Udine: al Teatro San Giorgio, dalle 22.30, l’atteso Dj set della giapponese Akiko Kiyama con gli udinesi Aga e Bhard come supporter!

355