Aperitivo a Grado

Festival del canto spontaneo – Lauco

Elezioni Comunali 2019

Il Festival del canto spontaneo, ideato da Novella Del Fabbro e
Giovanni Floreani, giunto alla sua seconda edizione, grazie al lavoro
congiunto dell’Associazione Musicisti e Attori Occasionali,
Associazione Culturale Folkgiornale, Regione Friuli-Venezia Giulia,
Provincia di Udine, Comuni di Tramonti di Sotto, Lauco e Rigolato,
Nuova Pro Loco Tomezzo, Pro Loco di Tramonti di Sotto, Associazione
culturale Lapis, Società coop Casa del popolo, Alpini di Buttea,
Albergo Diffuso di Lauco e Comitato di Gjviano, ha vissuto ieri a
Tramonti di Mezzo un momento particolarmente intenso quando le
anziane canterine della Val Tramontina, dopo la breve introduzione di
Emma Montanari e Giulio Venier che con Paolo Manfrin hanno condotto
la ricerca sul campo e prodotto un CD (Di cà e di là da l’aghe),
hanno intonato una serie di canti tipici di tradizione orale.
Oggi partenza nel pomeriggio da Lauco; dopo l’introduzione di Novella
Del Fabbro, Giovanni Floreani e Andrea Del Favero, si passerà a una
significativa serie di esempi musicali, dal canto arberesche dei
Vjesh, all’Istria di Dario Marusic, ai gruppi di canto spontaneo di
Lauco e Vinaio.
Dopo il trasferimento a Tolmezzo, nella sala del Museo Gortani, alle
21 sarà la volta del gruppo degli Strepitz, che eseguiranno Luglio,
agosto, settembre (nero) e l’Elefante bianco del repertorio degli
Area, prima di lasciare la parola a Graziano Tisato del CNR di
Padova, che con Stratos aveva lavorato e al vietnamita Tran Quang Hai
del Musée de l’Homme di Parigi, ultimo maestro di Demetrio. Claudio
Rocchi, protagonista della Milano più sperimentale, porterà la sua
sentita testimonianza su quegli anni.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
195