Aperitivo a Grado

Festival della canzone friulana 2012 – Presentate la vostra canzone in marileghe

Manzano. Ritorna il Festival della Canzone Friulana, il concorso organizzato dall’Aster – Noi Cultura guidato dal Comune di Manzano e riservato ai musicisti che vogliono proporsi con un brano inedito, rigorosamente in lingua friulana.

Fino al 31 maggio 2012 si potranno presentare le proprie canzoni in marilenghe, che saranno selezionate da una giuria di esperti per la serata finale che si svolgerà sabato 29 settembre 2012 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine e sarà condotta da Dario Zampa, con l’accompagnamento della FVG Mitteleuropa Orchestra e della East Cargo Band.

“Il Festival vanta una storia lunga più di 50 anni – ricorda Valmore Venturini, assessore alla Cultura del Comune capofila del progetto – e dopo un periodo di pausa, dal 2010 si è riproposto come appuntamento fisso, ridiventando un punto di riferimento per la promozione non solo della canzone ma della cultura friulana tutta, sotto l’attenta direzione artistica di Valter Sivilotti. Il fine del progetto è quello di stimolare i giovani ad avvicinarsi con naturalezza e competenza alla composizione in Lingua Friulana”. Negli anni si sono esibiti e avvicendati anche numerosi artisti conosciuti al grande pubblico, come Gino Bramieri ed Enrico Montesano che si sono esibiti in friulano e molti altri volti noti, ora però è arrivato il momento di far emergere il nuovo talento friulano.

In palio 3 mila euro per la prima canzone classificata; 2 mila per la seconda e mille per la terza. Nella passata edizione ha trionfato Megan Stefanutti con il brano “I vues di Diu”, scritto dal cantautore Aldo Giavitto.

“Il Festival del 2010 è stato un grande evento – ricorda il Direttore artistico, Valter Sivilotti – , un momento molto importante per lo sviluppo e la divulgazione della canzone in lingua friulana nella nostra regione. Il progetto, – continua Sivilotti – con una serie di laboratori e concerti, ha stimolato il confronto tra emergenti e storici cantautori della nostra terra dando la possibilità anche ai giovani interpreti di cimentarsi in questo repertorio affinando le proprie capacità. Il coinvolgimento della FVG Mitteleuropa Orchestra e della East Cargo Band – organici formati da professionisti – ha contribuito a produrre uno spettacolo di assoluta qualità restituendo grande dignità alla canzone friulana”.

Previsti i laboratori estivi di tecnica vocale e teatrale per dare la possibilità ai giovani interpreti di prepararsi al meglio ad affrontare il palcoscenico del Giovanni da Udine con la massima serenità e professionalità. L’edizione del 2012 sarà, inoltre, preceduta dalla divulgazione delle canzoni della scorsa edizione nei comuni dell’Aster – Noi Cultura attraverso le Bande Musicali del territorio.

“Si tratta di una manifestazione – ha detto l’assessore regionale alla cultura Elio De Anna – fortemente voluta dalla Regione, perché in un’era sempre più globalizzata è affermare la propria identità e nel nostro caso specialità, che si esprime non solo attraverso la letteratura e la lingua, ma anche grazie alla musica e le tradizioni”.

La Storia. “Il Festival della Canzone Friulana nasce a Pradamano nel 1959, su idea della Scuele Libare Furlane – racconta il cantautore friulano Dario Zampa, vincitore dell’edizione del 1969 – e grazie all’impegno di autorevoli esperti della lingua e delle tradizioni friulane come i professori Domenico Zanier, Tarcisio Todero e il maestro Mario Argante. Nel giro di pochi anni diventa la manifestazione musicale più importante di tutta la regione, tanto da richiamare non solo cantanti locali, ma anche artisti di fama nazionale come Enzo Tortora, Wilma De Angelis, Enrico Montesano, Gino Bramieri, Cochi e Renato e tanti altri”.
Nel corso delle diverse edizioni, il livello artistico cresce sempre di più e il Festival contribuisce a promuovere le antiche tradizioni friulane, i ricordi tramandati dalle vecchie generazioni, le storie degli emigranti e la semplicità della gente. Ricordate come mitiche le tre serate estive di spettacolo che si tenevano presso Villa Giacomelli di Pradamano. In quegli anni, infatti, il Festival era diventato uno degli appuntamenti musicali più attesi in regione, richiamando anche l’attenzione delle testate nazionali per il l’alto livello artistico raggiunto. Nel 1977 il Festival viene riproposto al Palasport Primo Carnera di Udine per poter contenere tutto il pubblico, sempre più numeroso. L’ultima edizione al Palazzetto è datata 1986. Solo nel 2010 il Festival viene rilanciato grazie all’interesse dell’Aster – Noi Cultura e al paron Bruno Sincerotto e proposto ancora una volta al Teatro Nuovo Giovanni da Udine per un’edizione di successo. Sostenuto dall’Assessorato alla Cultura della Regione FVG, l’Assessorato all’Istruzione, Cultura, Pari Opportunità e Identità della Provincia di Udine, dalla BCC Manzano e dalla Fondazione Crup e con la collaborazione dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe lenghe furlane, il Festival, condotto dal cantautore friulano Dario Zampa, si terrà sabato 29 settembre 2012 sempre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Si prevede la partecipazione delle giovani promesse, dei migliori autori ed interpreti in marilenghe che, selezionati attraverso il bando pubblico di concorso da una giuria classificata, si contenderanno l’ambito riconoscimento accompagnati dalla FVG Mitteleuropa Orchestra e dall’East Cargo Band.

Il Bando. La partecipazione è libera e gratuita, per i minorenni è richiesta la firma dei genitori,
la canzone non deve durare più di 5 minuti con testo in lingua friulana. La domanda di partecipazione deve contenere il curriculum vitae, il titolo, il testo della canzone e il cd con il brano proposto. Tutte le informazioni per come presentare la domanda sul sito www.festivaldellacanzonefriulana.it o telefonando alla Segreteria del Festival presso il Comune di Manzano, Ufficio Cultura e Turismo (via Natisone, 34 – Tel: 0432 938376).

L’organizzazione. Il Festival, la cui direzione tecnica sarà a cura della Pregi srl di Renato Pontoni, è promosso dai Comuni che aderiscono all’Aster – Noi Cultura, Manzano Buttrio, Corno di Rosazzo, Pavia di Udine, Pradamano, Premariacco e San Giovanni al Natisone e realizzato con il sostegno della Regione e della Provincia di Udine, della BCC Manzano e dalla Fondazione Crup con il patrocinio del Comune e della Camera di Commercio di Udine e con la collaborazione dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe lenghe furlane.

Il Concorso è stato presentato questa mattina a Manzano, nella sede dell’Antico Foledor, dal direttore artistico Valter Sivilotti, il sindaco di Manzano Lidia Driutti, l’assessore alla cultura del Comune di Manzano Valmore Venturini e l’assessore regionale alla cultura Elio De Anna. Presenti assessori e sindaci dei Comuni coinvolti e i consiglieri regionali Massimo Blasoni, Alessandro Colautti e Roberto Novelli.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
544