Aperitivo a Grado
facebook

feff2504.jpgLe foto del secondo giorno del Far East Film 11, 25 Aprile 2009. Scopri se sei stato fotografato anche tu!Vi ricordiamo di ritirare l’accredito presso l’Ufficio Ospitalità, situato al 1° piano del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, dalle ore 9.15 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 19.30.

LE FOTO DI SABATO 25 APRILE 2009


Hai fatto delle foto ? inviale a redazione@udine20.it

Foto a cura di: Giandomenico Ricci – Gianluca Martini – Carla Fabris – Paolo Birri

L’OPINIONE DI JACOPO COCCHI: “Chocolate”

Se già da qualche tempo c’era qualche sospetto che il vento fosse cambiato, con questa undicesima edizione del Far East Film la nube carica di dubbi si è diradata, lasciando solo certezze.
Il wushu degli anni 80 made in Hong Kong si è trasferito nell’esotica ed esoterica Tailandia.
Dopo aver portato sugli schermi Ong Bak e spopolato anche in Occidente grazie al talento indiscutibile di Toni Jaa, (regista), per sua stessa affermazione, Prachya Pinkaew ha cercato per anni un personaggio femminile che potesse reggere il confronto con la pletora di attori maschili.
Ma quando JeeJa Yanin si è presentata sua sponte il clan Baa-Ram-Ewe Productions ha capito di avere una gemma tra le mani ed i risultati si sono visti in Chocolate.
Dalla relazione pericolosa di un affiliato yakuza con la donna di un boss locale tailandese nasce una bambina autistica con delle capacità di apprendimento fuori dal comune, capacità che verranno impiegate nell’esercizio della Muay Thai con influenze di Jeet Kune Do; la protagonista Zen era infatti solita registrare e rivedere all’infinito i film del mitico Bruce Lee, pasteggiando con scatole e scatole di Smarties.
Come i grandissimi del genere tra cui Jackie Chan, Jet Li ed il già citato Jaa, la bella e brava JeeJa non fa uso di controfigure mettendo in luce tutta la completezza della sua tecnica e la leggerezza che solo un’interprete femminile può dare.
I combattimenti sono veloci e complessi con un ritmo crescente fino a raggiungere il climax nella vertiginosa sequenza dei cornicioni.
La colonna sonora non particolarmente trascendentale ha il pregio di non risultare mai sopra le righe ed accompagnare l’incalzare delle azioni dell’ultima mezz’ora di proiezione.
Con la certezza di aver lanciato una nuova stella nel firmamento degli action movie, aspettiamoci nei prossimi anni di Far East Film altre interpretazioni di questa incredibile funambola delle arti marziali.
Jacopo Cocchi

L’OPINIONE DI GIAMPIERO RAGANELLI: “Hyakuman-hen” e “Hansamu sûtsu”

Anche quest’anno la rappresentanza nipponica, al Far East Film Festival di Udine, appare predominante, rispetto a quella delle altre cinematografie asiatiche, sicuramente per quantità, per la qualità è ancora troppo presto per giudicare. Durante la seconda giornata del Festival, quella del 25 aprile, sono stati presentati due film giapponesi. Il primo, dal titolo Hyakuman-hen to Nigamushi Onna (La ragazza da un milione di yen) è il terzo film della regista Tanada Yuki che ha all’attivo anche la sceneggiatura di Sakuran di Ninagawa Mika, grande successo nipponico di qualche anno fa. Si tratta del delicato racconto di una ragazza, Susuko, che, uscita dal carcere, intraprende un viaggio, in fuga dalla società, che la porta prima a lavorare in uno stabilimento balneare, poi in montagna a raccogliere pesche per finire in una piccola cittadina di provincia. Un road movie esistenzialista al femminile, con tocchi alla Sofia Coppola, in cui appare, come spesso nel cinema
giapponese anche contemporaneo, la simbologia delle nuvole che, nella concezione nipponica, rappresenta l’imprevedibilità delle cose, l’impermanenza e la transitorietà della vita. La protagonista è Aoi Yui, segnalatasi per il film Hula Girls (2006). Ben diverso il secondo film Hansamu sûtsu (il magnifico vestito), una commedia sgangherata dal ritmo ipercinetico, che racconta di Takuro, abile chef dall’aspetto decisamente sgradevole, frustrato per gli inevitabili insuccessi in campo femminile. La sua vita cambierà quando incontrerà uno stilista, inventore di uno speciale costume, dal ridicolo aspetto dell’omino Michelin, con il quale si possono assumere fattezze completamente diverse. Diventerà così l’uomo più bello del Giappone, ma i problemi non cesseranno. Un film caratterizzato da un’estetica kitsch, da un caleidoscopico fluire di colori sgargianti, con personaggi surreali e deformi, seguendo un filone molto in voga in Giappone. Ma le trovate sono spesso prevedibili e il film non appare certo come i più riusciti del suo genere.

Giampiero Raganelli, inviato di www.giapponeinitalia.org

QUESTI I FILM PROIETTATI AL TEATRO NUOVO (non sono elencati quelli del Visionario)

09.00     Chants of Lotus

10.40    Cape No. 7

14.15    All About Women

16.00    One Million Yen Girl

20.00    The Handsome Suit

22.00    The Beast Stalker

00.00    Chocolate

dalle 10.00 alle 20.00 FAR EAST MARKET via Manin, via Vittorio Veneto, piazza Libertà 24/25/26 Aprile 2009(il 24 aprile in occasione della Notte Gialla fino alle ore 23.00)

18.30    INCONTRO CON L’AUTORE Hong Kong & Japanese CinemaNick CHEUNG, actor, The Beast Stalker, ConnectedLAM Dante, director, The Beast Stalker

19.10    INCONTRO CON L’AUTORE TANADA Yuki, director, One Million Yen GirlCoordinamento/Moderator: Tim Youngs, Mark Schilling

FESTE, FAR EAST NIGHT, AL TEATRO SAN GIORGIO:

ELECTROSACHER è un progetto che coinvolge 4 dj che hanno avuto il loro punto di incontro a Radio Fragola, storica radio di Trieste situata all’ interno dell’ ex Ospedale Psichiatrico www.myspace.com/electrosacher

RAYSOO è uno dei migliori dj asiatici. La sua unica ed eccentrica percezione della musica house elettronica lo ha portato dappertutto.  www.myspace.com/raysoomusic

  • Per gli spettacoli mattutini (dalle ore 9.00 alle 13.00) il prezzo unico è pari a € 2,00 per entrambi i film, per quelli dei pomeriggi feriali è di € 2,5 a proiezione (dalle ore 14.00 alle 19.00).
  • Nei pomeriggi prefestivi o festivi e per le serate (dalle ore 20.00 a mezzanotte) esistono due opzioni: € 5,00 per un film o € 8,00 per due film.
  • Lo spettacolo notturno, con inizio a mezzanotte, prevede un biglietto del costo di € 2,00.
  • Biglietto daily, valido per tutti gli spettacoli della giornata di emissione, il prezzo è fissato a € 12.

banner_feff2.jpg

439