Aperitivo a Grado
facebook

fdoc1

Mobilità sostenibile. È questo il leit motiv che il Comune di Udine intende promuovere per la XVI edizione di Friuli Doc, la più famosa kermesse enogastronomica della regione in programma dal 16 al 19 settembre. L’assessorato alla Mobilità, di concerto con quello al Turismo, e grazie alla preziosa collaborazione di Ssm, Saf e Ferrovie Udine-Cividale, ha messo a punto il piano dei trasporti e dei parcheggi, con l’obiettivo di incoraggiare l’uso dei mezzi pubblici, ampliare l’offerta di sosta nelle strutture a pagamento e rendere più agevole l’utilizzo dei parcheggi scambiatori.
“Per cominciare, novità di questa edizione – commenta l’assessore alla Mobilità, Enrico Pizza –, dedicheremo un’intera area alle biciclette nell’area “ex-Esso” di piazza I Maggio, in modo tale che tutti i ciclisti potranno arrivare in centro e lasciare la loro due ruote. Interamente riservato alla sosta per disabili, invece, sarà Largo Ospedale Vecchio, dove, dall’ingresso del park Tribunale fino alla fine, saranno operativi i volontari della protezione civile per la sorveglianza, che desidero ringraziare per essersi proposti. Senza dimenticare – prosegue – il servizio gestito dalla cooperativa Universiis e dedicato alle persone con ridotta capacità motoria (anziani e disabili), messo a disposizione con un finanziamento del Comune anche quest’anno dalle 9 alle 18 da venerdì a domenica per accedere al castello da piazza Libertà”.
Sul fronte dei trasporti, inoltre, anche quest’anno viene riproposta la formula sperimentata con successo nelle ultime due edizioni con l’ampliamento degli orari (si arriva fino all’1.30 di notte per alcune linee nei giorni festivi) dei principali tragitti di autobus urbani, in particolare le linee 1, 2, 4 e 5, oltre al 9 che collegherà i grandi parcheggi scambiatori della Fiera e dello Stadio Friuli fino in città. Senza contare il collegamento ferroviario Udine-Cividale, che, dopo aver ottenuto l’ok al potenziamento dei servizi di trasporto pubblico dall’amministrazione regionale, nei giorni di Friuli Doc sarà potenziato nelle corse serali (fino alle 23.33 giovedì e venerdì e fino all’1.33 sabato e domenica).
“Altra novità di quest’anno – anticipa ancora Pizza – sarà poi la durata del ticket dei bus urbani. Con il normale biglietto dell’autobus da 1,05 euro, infatti, sarà possibile circolare da venerdì a domenica per ben sei ore. Come dire – conclude – che cittadini e turisti avranno a disposizione tutti gli autobus della città per godersi la manifestazione”.
Per chi volesse, invece, arrivare con la propria auto dentro il ring cittadino, come l’anno scorso, saranno a disposizione i vari parcheggi in struttura (oltre a quelli a raso).
Tranne il park Caccia, che osserverà i normali orari di apertura (7-21) e il Venerio, il Vascello e il Moretti (aperti 24 ore su 24) tutte le altre strutture sotterranee (Andreuzzi, Magrini e Tribunale) saranno aperte praticamente tutta la notte, per consentire di parcheggiare la propria auto senza preoccupazioni di riprenderla entro l’orario di chiusura, godendosi fino a tardi la festa dedicata all’enogastronomia e alle tradizioni regionali. Le strutture di via Andreuzzi, di via Marco Volpe e di largo Ospedale Vecchio, infatti, saranno aperte fino all’1 giovedì e domenica e fino alle 4 del mattino venerdì e sabato. Come sempre, infine, saranno a disposizione i parcheggi gratuiti di via Chiusaforte, del Partidor, del Teatro Nuovo e dello Stadio. Proprio in quest’ultima area sarà anche operativa una biglietteria della Saf per portare i turisti tramite la linea 9 direttamente nel cuore della manifestazione, che vuole essere sempre più all’insegna della sostenibilità.

Il programma completo degli eventi che si svolgeranno durante la XVI edizione di Friuli Doc:

friulidoc2010_1 friulidoc2010_2 friulidoc2010_3 friulidoc2010_4

551