Aperitivo a Grado
facebook

fdoc0
Dopo il gabbiano, testimonial della passata edizione, quest’anno a volare sui cieli di Friuli Doc sarà un’enorme rana. Se, infatti, la XVI edizione della kermesse dei sapori, al via domani 16 settembre lungo le vie del centro, è dedicata alla Bassa friulana e alle Risorgive, il simbolo della manifestazione non poteva che essere una simpatica rana, pronta a volare in piazza Libertà sopra le teste di turisti e udinesi.

Tutto è pronto intanto per il via ufficiale di Friuli Doc 2010. Il taglio del nastro alla presenza delle autorità è previsto alle 17.30 in piazza Libertà (in caso di pioggia sotto la loggia del Lionello). Come già annunciato, testimonial d’eccezione sarà la “friulana doc” Elisa Manzano, campionessa di pallavolo che militerà nel prossimo campionato nelle fila della Robursport Volley Pesaro. La cerimonia inaugurale sarà ancora una volta affidata alla conduzione della giornalista di Sky Tv Giorgia Bortolossi, anche lei friulana doc. All’Ensemble di Ottoni del Conservatorio di Udine, diretti dal Maestro Diego Cal, verrà invece affidato l’accompagnamento musicale della cerimonia con l’esecuzione di musiche internazionali.

E dopo il taglio del nastro via a quattro giorni ricchi di proposte enogastronomiche, attrazioni, appuntamenti musicali e spettacoli in grado di soddisfare, è proprio il caso di dire, tutti i palati. Un programma artistico, con oltre un centinaio di appuntamenti, capace di coniugare tradizione e innovazione, puntando ad un costante rinnovamento e miglioramento e cercando di dare spazio anche a nuove realtà.

Il ritorno alla formula originaria della kermesse, che lo scorso anno ha pagato incassando il favore degli operatori friulani e dei visitatori, terrà banco dunque anche in questa XVI edizione di Friuli Doc, riproponendo il centro storico di Udine nel ruolo di vetrina dei prodotti tipici del territorio.

SE VUOI VEDERE LE TUE FOTO DI FRIULI DOC ONLINE SU UDINE20, LE PUOI INVIARE A redazione@udine20.it

Gli incontri, le conferenze e le inaugurazioni della prima giornata di Friuli Doc 2010

Tantissimi gli appuntamenti, tra incontri, conferenze e presentazioni in programma già a partire dalla prima giornata. Alle 15.30 nella sala Convegni di palazzo Antonini, l’Accademia italiana della cucina e l’ateneo friulano organizzano il convegno “La globalizzazione nella storia: esempi di sana contaminazione enogastronomica. Alle 15.45, invece, la Camera di Commercio di Udine propone nella sala Valduga in piazza Venerio la conferenza “L’identità alimentare tra passato, presente e futuro. Anche Confindustria, presente per la prima volta nel cartellone di Friuli Doc, darà il via alle sue iniziative con l’inaugurazione degli spazi allestiti per la manifestazione nel cortile della Torre Santa Maria a palazzo Torriani, suggestiva cornice per un ciclo di tre convegni sul tema dell’acqua (16-17 e 18 settembre) e per un contatto ravvicinato con il tessuto imprenditoriale. Alle 16, dopo l’inaugurazione alla presenza delle autorità, è prevista la presentazione del romanzo di Laura Codutti “Come l’acqua” e, a seguire, la degustazione di acque del territorio a cura di Roberto G. Bertotti.
Alle 17.30 in piazza Libertà, il via ufficiale alla manifestazione. Nemmeno un’ora dopo, alle 18.15, piazza San Giacomo festeggerà con un “brindisi friulano” l’apertura del grande stand dell’Ersa, per la prima volta presente nella centralissima piazza del centro storico.
Spazio ai giovani, alle 18.30 in via Petracco (di fronte a palazzo Antonini) con l’apertura di “Oasi”, lo stand allestito dall’Agenzia Giovani del Comune come luogo d’incontro e di confronto tra musica, arte, conferenze e laboratori creativi (il primo appuntamento giovedì 15 con il Magnifico Rettore dell’università di Udine, Cristiana Compagno, e i rappresentanti del Consiglio degli studenti e le associazioni universitarie).
Alle 19 in via Savorgnana, la Cciaa inaugura “Friuli future forum”, il nuovo spazio ideato dall’ente camerale come supporto allo sviluppo dell’economia locale e aperto come anteprima proprio in occasione di Friuli Doc.
Anche lo sport sarà protagonista nella giornata inaugurale. Da giovedì infatti prende il via al Palasport Benedetti in via Marangoni “Basket doc”, pronto ad ospitare partite di livello in una “basket no stop” di tornei giovanili e seniores, maschile e pure femminile (giovedì 16 alle 19.30 e alle 21.15 è la volta di “Basket in rosa”. Gran finale alle 20.30 in piazza Libertà, poi, con la presentazione ufficiale della nuova Polisportiva udinese, una delle prime realtà nate in Italia e che raccoglie le principali società sportive udinesi.

Tutti i concerti e gli spettacoli della prima giornata di Friuli Doc 2010

Se sul fronte degli incontri c’è soltanto l’imbarazzo della scelta, discorso analogo vale per il programma d’intrattenimento messo a punto dalla Pregi Srl e dal suo “leader” Renato Pontoni.
Sui palchi delle piazze e lungo le vie suoneranno dal vivo gruppi di due, tre o più elementi, cover band grandi e piccole e big band di grande richiamo popolare che spazieranno tra pop, rock, folk, swing, jazz, jive, rhythm’n’blues, hip hop, revival, dagli anni ’40 agli anni ’60 e ’70, disco, funky, ska, reggae e musica contemporanea.
Si comincia già alle 17.30 in piazza Libertà con il concerto inaugurale eseguito dall’Ensemble di ottoni del Conservatorio di Udine, diretto dal Maestro Diego Cal. Dalla musica si passa poi alla danza con lo spettacolo proposto alle 19 sempre in piazza Libertà (loggia del Lionello) da Azzurra Dance. Scatenato Dj set dedicato a tutti i giovani negli spazi di “Oasi” (via Petracco) con la musica suonata da Roby-Yaj e Dl Lex. Gli “Alta tensione”, invece, faranno ballare il pubblico friulano (dalle 21.30 in piazza Venerio) al ritmo delle più famose canzoni pop e rock. Musica e parole protagoniste alle stessa ora ma in via Gemona, con “Voglio il tuo profumo” e il Teatro di Eligio.
Note e colore anche in piazza San Cristoforo dove a partire dalle 21.30 “Petris” intratterà i presenti con la musica di fisarmoniche “pop”. Sound anni ’40 e ’50 per i “Crunchy Candies”, presenti in piazza Marconi alle 21.30 (ora d’inizio per tutti i concerti serali del giovedì), mentre dal castello echeggeranno le note del folk friulano con il “Grop tradizional furlan”. In largo Ospedale Vecchio sarà “Francofabrica” ad esibirsi all’insegna del “Canta che ti passa” e in piazza Duomo la “Barbariga funky band” al ritmo di funky e R&B. Non saranno da meno via Aquileia, che proporrà, grazie ai “Non si fa credito”, revival d’autore e piazza San Giacomo, dove si esibiranno i bravissimi musicisti dell’orchestra “Gone with the swing”.
Numerose infine anche le attività per i bambini, sparse in diverse location e rivolte non solo al tema di quest’anno, la Bassa friulana e le Risorgive, ma anche ad altri temi sviluppati durante la manifestazione quali l’ecologia, il riciclo dei materiali e il rispetto dell’ambiente. Spazio dunque a tanta animazione on the road a cura di “Molino Rosenkranz” e di simpatici spettacoli proposti lungo le vie del centro da “Maravee animazione”.

Il programma completo degli eventi che si svolgeranno durante la XVI edizione di Friuli Doc:

friulidoc2010_1 friulidoc2010_2 friulidoc2010_3 friulidoc2010_4

565