Aperitivo a Grado

Friuli Venezia Giulia Pride a Trieste. sabato 8 giugno 2019

Il Friuli Venezia Giulia Pride è alle porte: ogni giorno eventi e incontri ci fanno avvicinare sempre più a sabato 8 giugno; ma cosa succederà quel giorno esattamente? Il ritrovo è previsto per le 14.30 in Piazza Libertà davanti alla Stazione ferroviaria; il corteo partirà e percorrerà le vie del centro per arrivare infine in Riva del Mandracchio nei pressi dell’Hotel Savoia Excelsior.
Il Comune di Trieste, nelle persone del Sindaco e dei componenti della sua Giunta, ha negato a FVG Pride l’occupazione del suolo pubblico della principale piazza della città, che dovrebbe essere di tutte le cittadine e i cittadini che manifestano per i diritti umani. Tanti palchi sono stati montati in questa Piazza, ma quello che avrebbe ospitato il concerto gratuito di FVG Pride non ci sarà: in Piazza Unità sosterà il corteo e ricorderemo ciò che ci sta a cuore, la rivendicazione dei diritti umani negati dalle istituzioni che dovrebbero supportarli.
“Abbiamo deciso di non parlare dei divieti espliciti e impliciti, né delle pressioni e delle azioni mirate a farci desistere o comunque a renderci faticosa la realizzazione del Pride, né dei tentativi di emularci ingannando la buona fede delle persone, né della resistenza passiva al cambiamento diventata, purtroppo, emblema di questa meravigliosa città”, ha dichiarato Antonella Nicosia, presidente Arcigay Arcobaleno Trieste/Gorizia, intervenendo oggi insieme a Nacho Quintana Vergara, presidente Arcigay Friuli, Angela Cattaneo, presidente Lune – Alfi e Yuuki Gaudiuso, presidente Associazione Universitaria Iris, in conferenza stampa all’Antico Caffè San Marco. “Il nostro unico scopo è che i diritti umani e civili siano appannaggio di tutte e tutti, perciò non contrapporrò violenza alla violenza – ha sottolineato Nicosia -. Vi racconterò quindi di quanto volontarie e volontari si siano adoperati e si stiano adoperando nella realizzazione dei tanti eventi in calendario per Fvg Pride. Del corteo, del music festival a Muggia e della festa al Mandracchio, l’unica festa ufficiale di Fvg Pride. Alla violenza noi opponiamo arcobaleni, tanti, migliaia di arcobaleni!”.


Finito il corteo la festa per il Pride si sposterà a Muggia, nel piazzale di fronte ai cantieri San Marco. FVG Pride Live sarà un vero e proprio music festival che celebrerà la fine del corteo. Una festa in musica gratuita che promuove e valorizza il lavoro di artisti queer della scena nazionale e internazionale: un’occasione unica per scoprire nuovi volti, nuovi suoni e nuove maniere di espressione artistica. Alle 20 inizierà il concerto, che avrà per protagonisti musicisti italiani e europei: il collettivo indie-rock di sole donne ŽEN, l’artista di hip hop alternativo Tofel Santana, la musica queer pop di Splendore e Planningtorock, progetto di Jam Ronson.Dalle 24 si ritornerà a Trieste per la festa finale di FVG Pride, ospitata al Mandracchio con dj-set a cura di DiscOrsettoOceanicmood e Nina Hudej.


FVG Pride vanta la collaborazione con i Pride di Klagenfurt/Celovec Zagreb: l’otto giugno anche in quelle città si terranno i rispettivi Pride, e i tre comitati hanno pensato di lanciare quindi l’iniziativa QueerAlpeAdria. E’ stato creato lo slogan “3 prides, 3 cities, 3 countries, 1 message“: tre Pride in tre città di tre Stati differenti, ma che vogliono affermare con un’unica voce la richiesta di uguali diritti per tutti gli esseri umani.
FVG Pride ha ricevuto il patrocinio, ovvero il sostegno gratuito, dell’Università di Trieste e dell’Università di Udine, e di un buon numero di Comuni della Regione. I Comuni italiani che hanno patrocinato l’evento sono Aiello del Friuli, Andreis, Cervignano del Friuli, Gradisca d’Isonzo, Grado, Marano Lagunare, Muggia, Resiutta, San Dorligo della Valle-Ob?ina Dolina, Sgonico-Ob?ina Zgonik, Terzo di Aquileia, Turriaco. E’ arrivata anche una lettera di patrocinio e sostegno a FVG Pride dal Sindaco di LubianaZoran Jankovi?, che si è espresso con parole di grande supporto alla manifestazione. 

BREVE BIOGRAFIA DEI MUSICISTI CHE SALIRANNO SUL PALCO DI FVG PRIDE:
ŽEN  Il collettivo di sole donne ŽEN è nato nel 2010 a Zagabria, dove ha trovato la sua casa creativa nell’AKC Medika squat. Il loro debutto “I onda je sve po?elo” (2013) è uscito con la singolare etichetta femminista Unrecords di Vienna e il secondo album “Jantar” (2015) pubblicato come collaborazione tra Unrecords e l’etichetta indipendente francese Vox Project, li ha resi una delle band più importanti del territorio dell’ex Jugoslavia.ŽEN disegna scherzosamente stereotipi di genere e collega i confini dell’audio e dell’arte visiva, evocando viaggi attraverso l’armonizzazione vocale immersi in una simbiosi progressiva di chitarra, basso, batteria e synth. Se dovessimo cercare di definirli per genere potremmo scegliere quello che più si avvicina alla loro musica: una forma complessa di indie-rock, informata da varie caratteristiche stilistiche che vanno dal post-rock allo shoegaze, al math-rock, al synth vintage e all’elettronica sperimentale.
Tafel SantanaTafel Santana è un artista hip hop alternativo emergente tedesco e produttore di discendenza domenicana. Combina elementi di hip hop, electro, tribe, dubstep e industrial in un genere completamente nuovo, promettente e sperimentale, che viene spesso descritto come electro infused e rave-ready.Quando gli viene chiesto del suo genere musicale unico, spiega che è emerso dalla pressione negativa della perenne noia. Così ha creato una forma d’arte alternativa, che gioca con gli effetti visivi, stimola tutti i sensi e trasmette vibrazioni a tutti i livelli di coscienza.È un fuoco d’artificio in persona e porta vibrazioni energetiche in ogni posto in cui si esibisce. Gli esclusivi e folli tribe beats elettronici della centrale elettrica provengono direttamente dal cuore degli indigeni dei continenti. Con una sorta di fusione di Rita Indiana, Massive Attack e heavy heart-beats alla Death Grips, dimostra di detestare i confini più velocemente di quanto altri possano costruirli. Guida l’impulso della musica e comunica i giusti valori con l’aiuto dell’irritazione totale.
Splendore Splendore è un artista queer pop, producer e dj, membro dello strambo collettivo/etichetta Ivreatronic. Ivreatronic è un collettivo, label e dj set di Cosmo, Splendore, Fabio Fabio e Enea Pascal. Organizza serate clandestine e pubblica musica di artisti elettronici della zona di Ivrea e del Canaves.
Planningtorock Planningtorock è un progetto nato a Berlino dalla mano di Jam Ronson (Gran Bretagna). Un percorso di ricerca in cui arte e vita si incrociano e si fondono, sino a diventare una cosa sola: se la scelta di affidare la propria voce all’effetto dell’autotune ha sempre rappresentato per l’artista un modo per evitare le catalogazioni di genere, nel tempo questo rifiuto di identificarsi pienamente l’ha portata a cambiare il proprio nome di battesimo e abbracciare la propria identità non binaria.Tutte queste caratteristiche sono confluite anche nella sua arte fatta di musica, performance e pittura, affrontando con grande sincerità e con grande coraggio nuove strade: come se volesse dirci che soltanto rimettendosi in gioco ci si può avvicinare a una maggiore conoscenza di sé.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1.980