Aperitivo a Grado

Gallerini si dimette. Per candidarsi?

facebook

galerini.jpgTanto tuonò che piovve. Alla fine Luciano Gallerini, assessore al turismo del comune di Udine ha rassegnato le dimissioni. Tante erano le divergenze che avevano segnato l’ultimo periodo della sua burrascosa militanza nella giunta Cecotti.

Così Luciano Gallerini alla fine ha deciso di dare le dimissioni; troppe le divergenze di vedute, specialmente sul piano del traffico, con il sindaco Cecotti; la corsa verso la nuova poltrona di sindaco sembra muovere i prmi passi; dopo la candidatura dei giorni scorsi di Gianni Ortis, per ora indipendente di sinistra, le dimissioni di Gallerini sembrano aprire le porte alla sua possibile candidatura alla poltrona di palazzo D’Aronco come ha dichiarato nella conferenza stampa convocata pe rle dimissioni:

Voglio perseguire un nuovo progetto politico in vista dell’ormai prossima scadenza elettorale”: Gallerini ha sottolineato la propria “diversità d’opinione con l’attuale guida politica della città su alcuni temi fondamentali”, quali valorizzazione del centro storico, gestione del patrimonio, localizzazione di grandi strutture, pianificazione urbanistica ed efficienza della macchina comunale. Questi temi – ha spiegato – avevano portato più volte il sindaco a minacciare le dimissioni; a questi stessi, però, poi, non è stato dato alcun riscontro”. Sul suo nuovo progetto politico, Gallerini ha detto che esso si colloca ‘in area moderata’ e che “nasce dall’esigenza di valorizzare il dialogo con la società civile cittadina e con quelle forze politiche che riterranno di sviluppare un modo alternativo per amministrare la città”. Gallerini ha detto di non avere l’intenzione di candidarsi a sindaco, “ma di creare un movimento che proporrà alla città una lista aperta formata da cittadini, imprenditori e rappresentanti delle categorie produttive e professionali” (fonte ansa)

 

774