Aperitivo a Grado

Giornata mondiale del tiramisù, sapete che fu inventato a Tolmezzo (UD)?

tiramisuOggi, il 17 gennaio, infatti, è la Giornata Mondiale del Tiramisù, una delle giornate più dolci dell’anno, dove chef e cuochi sono impegnati nella reaalizzazione di questo dessert sia nella versione più tradizionale che di quella più innovativa.

Il tiramisù è stato scelto come dolce simbolo del Belpaese sia per la sua notorietà che abbatte con gran facilità i confini nazionali, ma anche perché è una ricetta che tende ad esaltare la qualità delle materie prime che vengono utilizzate per la sua preparazione.

 

secondno quanto riportato da un articolo si Francesco Brollo su tolmezzo.wordpress le origini del tiramisù sono friulane

Questo è quanto sostiene la creatrice Norma Pielli (classe 1917); a battezzarlo fu il marito Giuseppe (Beppino) Del Fabbro assieme al quale gestiva il celebre ristorante affacciato su Piazza XX Settembre: “questo è un dolce che tira su disse Beppino” – ricorda Norma – “chiamiamolo tiramisu”. Era il 1951 “o forse il ’52, non ricordo bene”

Come nacque quindi il tiramisu? “Noi facevamo il dolce Torino (prevede savoiardi, burro, cioccolata, rosso d’uovo, latte. Ndr), lo modificai, sostituendo il mascarpone al burro. L’altra cosa fondamentale fu che inzuppai i savoiardi nel caffè amaro”.

 

INGREDIENTI

(Per 8 persone)

– 6 Uova
– 120 gr. Zucchero
– 500 gr. Mascarpone
– 1 pizzico di Sale
– 400 gr. Savoiardi o un piccolo Pan di Spagna
– 3 tazzine di Caffè
– 1 o 2 cucchiai di Rhum
– Cacao Amaro in polvere
COME PREPARARE IL TIRAMISÙ
Metti i tuorli delle uova in una ciotola capiente con metà dello zucchero e mescola con una frusta fino ad ottenere un’impasto cremoso.
Unisci il mascarpone al composto ottenuto e mescola gli ingredienti con una spatola.
Monta a neve gli albumi aggiungendo prima il pizzico di sale.
Aggiungi agli albumi montati lo zucchero rimasto e il composto precedente, rendendo il tutto omogeneo.
Prendi una teglia quadrata o rettangolare (se usi i Savoiardi) oppure rotonda (se preferisci il Pan di Spagna), adagia la base sul fondo e procedi bagnandola con il caffè e il rhum precedentemente mescolati.
Metti una parte della crema fino a coprire la base di savoiardi e procedi alternando, fino all’ultimo strato di crema.
Spolverizza con il cacao amaro setacciato fino a coprire la crema.
Metti in frigo per 2 o 3 ore e servi fresco.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
3.661