Aperitivo a Grado
facebook

goergl_small.jpgSotto un sole particolarmente apprezzato dalle atlete, recentemente messe a dura prova dalle condizioni meteo ai Mondiali in Val d’Isère, si è disputata oggi sulla pista Di Prampero di Tarvisio, in FVG, la prima prova cronometrata in vista della discesa di Coppa del Mondo femminile di sci alpino in programma sabato I primi tre posti sono stati occupati da altrettante grandi protagoniste del circo bianco femminile: Goergl, Mancuso e Paerson. Bene le italiane, con Recchia sesta, Ceccarelli ottava e Fanchini in nona posizione.

L’austriaca Elisabeth Goergl ha chiuso in 2’03″10, tempo superiore di quasi 10″ rispetto a quello ottenuto due anni fa da Julia Mancuso quando si impose in discesa. Ma rispetto al 2007 la pista è cambiata e la neve pure. Al secondo posto Anja Paerson, staccata di 8 centesimi: in realtà la svedese è stata la più veloce praticamente su tutto il tracciato, tranne dal terzo al quarto intermedio, dove ha realizzato uno dei tempi peggiori; a metà gara, invece, aveva un secondo di vantaggio sull’avversaria più ravvicinata, l’azzurra Nadia Fanchini, subito convincente e nona al traguardo solo perché ha chiuso rialzata.

Terza, a 44 centesimi, la slovena Tina Maze, che ha fatto fatica nella parte alta ma poi ha sciato decisamente bene. Oltre a Nadia Fanchini, arrivano buone notizie per altre due azzurre: Lucia Recchia ha chiuso sesta a 89 centesimi dalla Goergl, e Daniela Ceccarelli ottava a 1″01.

Più lontane Renate Goetschl (undicesima a 1″38), Lindsey Vonn (dodicesima a 1″43) e Maria Riesch (quindicesima) a 1″68. Domani alle 11 la seconda e ultima prova cronometrata, dove, una volta provata la pista, si avranno indicazioni ancora più chiare sullo stato di forma delle protagoniste.

I COMMENTI – Alla fine della prova cronometrata, unanime il commento positivo delle atlete relative alla pista e alla location. “Oltre ad essere molto bella e ben preparata – ha detto Elisabeth Goergl, che ha ottenuto il primo tempo – la Di Prampero è avvincente e ha passaggi molto interessanti, soprattutto il salto iniziale e le curve fantastiche da superG. È certo che per vincere la gara occorrerà seguire le solite regole: prendere bene l’avvio, sciare veloci e mantenere posizioni aerodinamiche”.

La svedese Anja Paerson ha chiuso la prova in seconda posizione: “Sono felice di essere di nuovo tra le prime, anche se ovviamente il risultato è puramente indicativo. Sono un po’ stanca, perché la discesa è davvero lunga e bisogna sempre stare in posizione; questo influisce sulla lucidità negli ultimi 20 secondi. La pista è bella e presenta diverse difficoltà. Credo si adatti alle mie caratteristiche”.

Si sente quasi a casa, Tina Maze, l’atleta slovena giunta terza: “Ho fatto un ottimo risultato, anche se c’è da dire che quasi tutte abbiamo frenato dopo l’ultimo salto. Il tracciato non è dritto, sopra gira molto e questo influisce sia sulla velocità, sia sul tempo finale. Sono un o’ stanca, perché ci sono tanti dossetti e in una discesa di due minuti li senti”.

Non ha guardato al risultato, oggi, la ticinese Lara Gut, trovandosi indietro nella graduatoria: “Sono andata piano perché volevo capire un po’ meglio la pista, dal momento che sulla Di Prampero avevo fatto solo alcune ricognizioni a fine dicembre, ma con una neve completamente diversa. È lunga, ma ho buoni materiali e già domani spingerò maggiormente per trovare gli sci giusti, anche perché la pista sarà più veloce. Poi finalmente c’è un il sole: ci voleva dopo tutto il brutto tempo della Val d’Isère”.

LE ITALIANE – Una pista impegnativa e lunga, bellissima. Le azzurre protagoniste in prova promuovono la Di Prampero e si dicono pronte per la gara: “Ho fatto un bel tempo – ha detto Lucia Recchia, che ha chiuso in sesta posizione – ma in realtà la discesa odierna era indicativa fino ad un certo punto. La Di Prampero mi piace, perché è ghiacciata, come piace a me. Ho riposato dieci giorni per risolvere i problemi alla schiena, mi auguro di aver recuperato completamente”. Giunta in ottava posizione, Daniela Ceccarelli commenta la Di Prampero “Non è una pista facile, anche perché lungo il percorso la neve cambia. Per questo motivo non me la sono sentita di attaccare a fondo. Credo che in gara i tempi si abbasseranno, ma non scenderanno sotto i due minuti, perché rispetto a due anni fa il tracciato girà di più». Soddisfatta Nadia Fanchini: “È una discesa lunga, ma devo dire che non mi sono nemmeno stancata troppo. Essendo la mia prima volta su questa pista, ero un po’ legata, ma sono comunque contenta. Il dito fa ancora un po’ male, ma non è un problema”.

LA TARVISIO DEL DIVERTIMENTO – Enogastronomia, musica, carnevale brasiliano, fuochi pirotecnici e Frecce Tricolori: questa è la Tarvisio del divertimento, con numerosi eventi a margine delle gare di Coppa del Mondo sostenuti dalla Turismo FVG.

Lo show della cultura culinaria e del gusto, oltre che dell’artigianato tipico, s’inaugura venerdì mattina, a Camporosso, nel Villaggio “La Via dei Sapori”, costruito lungo la pista ciclabile che conduce alla Di Prampero. Promosso dalla TurismoFvg e dall’associazione fra le pro loco del territorio, la Via dei Sapori vuole essere una vetrina di prodotti ed enogastronomia tipica del territorio, oltre che un’occasione di divertimento dedicato soprattutto ai bambini. La Via dei Sapori si attiva venerdì e sarà aperta fino a domenica.

Sempre venerdì, un grande show attende tutti coloro che arriveranno a Tarvisio per seguire l’evento. Un apripista d’eccezione avvierà infatti la prima gara: alle 10.45, lungo la Di Prampero, sarà possibile ammirare il passaggio della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. Anche sabato l’avvio della giornata di gare arriverà dal cielo, con l’aviolancio dei paracadutisti del Gruppo sportivo Folgore.

La Coppa del Mondo a Tarvisio coincide con il carnevale, e per l’occasione nella piazza Unità è stato allestito un palco coperto di 140 metri quadri, che ospiterà una lunga maratona di concerti dal vivo.

Il sipario si alza venerdì con le stelle del firmamento del genere folk, la acclamatissima band Global Kryner (ore 18), mentre sabato saliranno sul palco i Die Zillertaler (ore 16). Il top della musica latinoamericana è in programma sabato sera con la Big Band Brasil “Latin All Stars from Ny” che porta direttamente da New York tre guest star del calibro di Alfredo de la Fè, Josè Alberto “El Canario” e Frankie Morales: saranno loro a proiettare Tarvisio in un’atmosfera brasiliana. Unica tappa italiana del calendario 2009, in programma alle 19.30, sarà preceduta alle 18.45 dallo spettacolo pirotecnico che illuminerà a giorno le montagne della Val Canale.

goergl.jpg

465