Aperitivo a Grado

Gorizia: caporale picchia commilitone, patteggiati 4 mesi

facebook

Un caporal maggiore dell’Esercito italiano ha patteggiato quattro mesi di reclusione, con sospensione della pena sostituita da 120 ore di lavoro non retribuito a favore della collettività, per aver picchiato un commilitone. Il patteggiamento, avvenuto al Tribunale militare di Verona, riguarda un militare in servizio presso il Reparto comando e Supporti tattici della brigata “Pozzuolo del Friuli” di stanza a Gorizia. Dopo l’ennesima lite con la moglie, questa si è allontanata da casa con i due figli per trovare ospitalità nell’abitazione di un caporale dello stesso reparto. Il caporal maggiore, poi indagato e condannato per minaccia e percosse aggravate e continuate, una volta raggiunta l’abitazione del collega si è fatto aprire la porta e chiedendo della propria moglie ha prima strattonato e poi schiaffeggiato il caporale. Per bloccare il caporal maggiore sono dovuti intervenire i carabinieri chiamati in soccorso dal collega.

610