Aperitivo a Grado

Gorizia: Eugenio Bennato in concerto – 24 nov

facebook

bennato eugenioUn viaggio suggestivo e coinvolgente che vibra nella tensione ritmica della Taranta e nei brani di tradizione dal ‘400 al ‘600, melodie nuove e antiche all’insegna dei ritmi del sud, per uno spaccato della migliore musica popolare che, lontana da circuiti commerciali, si sta imponendo ad un pubblico sempre più vasto: sono queste le caratteristiche dell’atteso concerto ospitato in esclusiva per il triveneto dal teatro comunale Giuseppe Verdi di Gorizia mercoledì 24 novembre (ore 20.45). Protagonista dell’evento il noto musicista, autore e compositore Eugenio Bennato, che torna nei teatri italiani con il nuovo progetto “EMIGRANTI BRIGANTI” affiancato dai 22 elementi dell’Orchestra Popolare del Sud, diretti dal Maestro Erasmo Petringa. Presentato in anteprima nazionale al Festival dei Due Mondi a Spoleto nel corso dell’estate, la scaletta del live propone villanelle 500esche, brani strumentali legati alla tradizione curativa della taranta, composizioni di anonimi dal ‘400 al ‘600, di Carlo D’Angiò e dello stesso Bennato dai tempi di Brigante se more alle più recenti Taranta Power, Che il Mediterraneo sia…, Grande Sud, .. Preziosissima la presenza dell’orchestra che a volte appare sullo sfondo come un tableau vivent musicale, a volte irrompe in primo piano, esprimendo con le voci e con gli sguardi l’esistenza di una terra di sogni ambiziosi (da segnalare, tra gli altri, la partecipazione degli artisti M’Barka Ben Taleb, Sonia Totaro Erasmo Petringa e Ezio Lambiase). Eugenio Bennato ritorna a comporre musica ispirato alla storica leggenda dei Briganti meridionali, identificando la loro epopea con quella della musica popolare dei sud del mondo, come il canto di terre di sogni ambiziosi e di alberi dalle profonde radici. «Il percorso musicale che mi ha portato alla scoperta delle forme popolari delle regioni del sud e, che in seguito, si è allargato alle forme di tutto il bacino mediterraneo – spiega Bennato – e, in definitiva di tutti i sud del mondo, è partito da Napoli ed il percorso che ho seguito contiene già naturalmente tutte le immagini di questa orchestra nuova e antica, ecco la genesi di Briganti Emigranti».

Nel pomeriggio di mercoledì 24, alle 17.00, Eugenio Bennato incontra il pubblico goriziano alla LEG, Libreria Editrice Goriziana per presentare il suo nuovo saggio BRIGANTE SE MORE (Coniglio Editore), un viaggio di approfondimento nel Sud, a partire dalla narrazione evolutiva della ballata più celebre di Bennato (Brigante se more, appunto), divenuta un vero e proprio inno per migliaia di giovani legati al mondo della musica folk e popolare, e proseguendo verso una meticolosa analisi del fenomeno dell’emigrazione e del brigantaggio, cui Eugenio dedica da anni i suoi studi.
Per il concerto serale, prevendite aperte presso la biglietteria del Teatro Verdi (via Garibaldi 2/a – tel. 0481.383327).

321