Aperitivo a Grado

Grado: nell’estate 2016 Ornella Vanoni (5 lug), Luca Carboni (11 lug), Ian Anderson (16 lug) e Steve Hackett (20 lug)

facebook

Ian-AndersonLa scenografica Diga Nazario Sauro sarà anche quest’anno la meravigliosa cornice dei concerti di “Grado Festival Ospiti d’Autore”, la prestigiosa rassegna fiore all’occhiello dell’estate musicale del Nordest, organizzata da Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Grado, la Regione Friuli Venezia Giulia e l’Agenzia PromoTurismoFVG.
Dal 5 al 20 luglio 2016 si avvicenderanno sul palco dell’Isola d’Oro alcuni tra i principali esponenti della musica colta del panorama italiano e internazionale
ORNELLA VANONI – 5 luglio

Ornella Vanoni è considerata una delle migliori interpreti della musica italiana di sempre, con una carriera lunga e piena di successi durante la quale si è cimentata in generi diversi, dalle Canzoni della mala al jazz, alla bossa nova, alla canzone d’autore, rendendosi popolare grazie ad uno stile interpretativo ed un timbro vocale fortemente riconoscibili e a canzoni diventate autentici patrimoni, come la bellissima “Senza fine”, scritta da Gino Paoli. Il nuovo spettacolo dal titolo “Free Soul” non solo definisce pienamente lo stato d’animo attuale dell’artista e il suo essere un’anima libera, ma è anche molto adatto per il jazz, stile musicale libero che lascia spazio all’improvvisazione e all’invenzione. Inoltre, il nome scelto è perfetto anche per l’insolito trio di grandissimi musicisti che accompagneranno Ornella Vanoni sul palco: Roberto Cipelli (pianoforte), Bebo Ferra (chitarra) e Piero Salvatori (violoncello). Per l’occasione la Signora della Musica Italiana interpreterà alcuni brani jazz e di bossa nova, oltre che i suoi più grandi successi, con lo stile che sa sempre la contraddistingue. «È un progetto che presento al mio pubblico con emozione e molto entusiasmo – ha dichiarato l’artista – Per andare avanti bisogna cambiare sempre, con coraggio e passione. Questo trio fantastico ed eccezionale mi porta dentro l’anima una nuova gioia». Ma l’aspetto più emozionante di questo concerto è il dialogo verbale tra Ornella e il pubblico, a ruota libera, senza un copione scritto, racconta la libertà dell’anima.
Titoli come “Tu sì ‘na cosa grande” (1º posto al Festival di Napoli nel 1964), “Io ti darò di più” (Festival di Sanremo 1966), “La musica è finita” (Festival di Sanremo 1967), “Tristezza” (1967), “Una ragione di più” (1969), fanno poi di lei una delle più quotate interpreti della musica italiana degli anni ’60, vedendo la sua popolarità aumentare costantemente nei decenni successivi. Il nuovo millennio la vede ancora attivissima sul piano discografico e concertistico. Ornella Vanoni è l’unico artista ad aver vinto due Premi Tenco e l’unica cantante italiana ad aver ottenuto questo riconoscimento come cantautrice. Ha inoltre vinto una Targa Tenco, che porta complessivamente a tre il numero di riconoscimenti a lei assegnati dal Club Tenco.

Prezzi dei biglietti:
Poltrona Gold 40 Euro + 6 Euro di d.p.
Poltronissima 30 Euro + 4,50 Euro d.p.
LUCA CARBONI – 11 luglio

Luca Carboni, cantautore bolognese autentico dominatore della scena musica italiana degli anni ’80 e ’90 è tornato prepotentemente sulle scene con l’album disco d’oro “Pop-Up” e un tour di successo nei principali club d’Italia. Trainato da super hit come “Luca lo Stesso” e “Bologna è una Regola”, Carboni è riuscito una volta ancora a fare breccia nel cuore del pubblico, che lo segue con grande passione dagli inizi della sua carriera. Ora l’artista, da sempre amato per il carattere riflessivo e intimista dei suoi testi, è pronto a tornare con nuove date estive che lo vedranno protagonista nelle arene e nei festival più importanti del nostro paese, tra cui il Grado Festival Ospiti d’Autore il prossimo 11 luglio. Luca Carboni è in una fase “magica” della sua lunga carriera. Lo ha dimostrato proprio con il suo nuovo album, “Pop-Up” e lo sta dimostrando nella prima parte del tour live, pieno di suoni nuovi e sorprese. Il concerto vive del sound di “Pop-Up” e l’artista con la band, formata da Antonello Giorgi alla batteria, Ignazio Orlando al basso, Vince Pastano e Mauro Patelli alla chitarra, Fulvio Ferrari Biguzzi al piano e tastiere, ha sperimentato anche arrangiamenti inediti e nuove versioni in chiave electro ed electropop del suo repertorio. L’idea è di rendere ogni live molto “fisico” e “metafisico” allo stesso tempo. Un nuovo viaggio live con solide radici nel pop degli anni ‘80 e uno sguardo verso il futuro con tutti i grandi successi e le canzoni del nuovo album.

Prezzi dei biglietti:
Poltrona Gold 30 Euro + 4,50 Euro d.p.
Poltronissima 25 Euro + 3,75 Euro d.p.
IAN ANDERSON – THE BEST OF JETHRO TULL – 16 luglio

Dopo il successo dell’appena trascorso tour invernale con il concerto-evento “The Rock Opera”, Ian Anderson, pioniere del rock progressive e leader indiscusso della storica band Jethro Tull, torna in Italia, sulle note dei brani leggendari della band con il suo intramontabile spettacolo “The Best of Jehtro Tull”.
L’uomo che ha reso popolare il flauto nel mondo e che conta all’attivo più di 65 milioni di dischi venduti e più di 3.000 concerti in 40 paesi, prosegue la sua lunga stagione creativa e ad attrarre le platee di tutto il mondo accompagnandole sui sentieri del suo lungo passato e del repertorio storico della band. Sul palco Ian Anderson sarà affiancato dai musicisti che lo accompagnano da diverso tempo: John O’Hara alle tastiere, David Goodier al basso, Florian Opahle alla chitarra e Scott Hammond alla batteria. Per gli appassionati del rock progressive questo concerto rappresenta un’opportunità da non perdere, quella di ascoltare di nuovo dal vivo brani leggendari come “Aqualung”, “Thick as a Brick”, “Locomotive Breath”. I Jethro Tull sono uno dei gruppi che più di tutti hanno contribuito a scrivere la storia del progressive rock, grazie anche allo straordinario talento del suo leader e fondatore Ian Anderson. Il sound della band e tutta la loro musica sono contraddistinti dalla presenza dominante del flauto traverso, suonato magistralmente proprio dal virtuoso Anderson. Dopo un esordio all’insegna del richiamo al blues, i Jethro Tull hanno attraversato la storia del rock, sperimentando vari generi e stili, dal classico al folk rock, dal progressive al jazz rock al folk prodotto con strumentazioni acustiche. I più grandi capolavori della band rivivranno ora in un imperdibile spettacolo che vedrà Ian Anderson grande protagonista sui palchi di tutto il mondo, tra cui quello del Grado Festival.

Prezzi dei biglietti:
Poltrona Gold 50 Euro + 7,50 Euro d.p.
Poltronissima 40 Euro + 6 Euro d.p

STEVE HACKETT – Italian Tour – 20 luglio

Torna Steve Hackett, uno dei più grandi del rock di sempre, tra i musicisti più innovativi sulla scena musicale internazionale. Dopo l’ultimo tour acustico del 2007, l’ex chitarrista dei Genesis imbraccia la chitarra classica per uno special tour, nel quale si accompagnerà ai virtuosismi delle tastiere di Roger King e all’intrigante sound del poliedrico Rob Townsend ai fiati. Dopo i tour mondiali di grande successo degli ultimi anni, con Genesis Revisited e la band elettrica in teatri prestigiosi e diversi continenti, Steve Hackett cambia di nuovo registro e nel 2016 fa un doppio regalo all’Italia. Torna con uno special acoustic tour, dal titolo “Off the Beaten Track”, che vuole dare una suggestione diversa rispetto a quella dei concerti rock, percorrendo sonorità e percorsi musicali più e meno usuali. La scaletta coprirà infatti i 45 anni di carriera di Hackett, con brani dei suoi Genesis come After the Ordeal, Horizons, Hairless Heart e Blood on the Rooftops, e della sua carrierea solista come Jacuzzi e Hands of Priestess. Oltre a questi alcuni favoriti di Hackett e alcuni brani mai eseguiti prima dal vivo, appena registrati. Tra questi “House of the Faun, un brano speciale ispirato alla Casa del Fauno di Pompei, altro omaggio all’Italia. Un live che tocca note diverse ma che ha sempre al centro la musica e le suggestive atmosfere che Hackett ha creato in più di 40 anni di carriera. Un’ennesima e imperdibile esplorazione sonora di un musicista leggendario, che non si stanca di percorrere sentieri battuti e meno battuti della musica progressive.
Prezzi dei Biglietti:
Poltrona Gold 40 Euro + 6 Euro d.p.
Poltronissima 30 Euro + 4,50 Euro d.p

672