Aperitivo a Grado

Diventerà effettivo  con il giorno di pasqua il licenziamento dei lavoratori di HYPO Alpe-Adria Bank S.p.A che hanno aderito volontariamente all’accordo sindacale o che sono stati individuati in esubero dalla banca. In applicazione agli accordi sottoscritti di fronte al Ministero del Lavoro, le Organizzazioni Sindacali aziendali hanno nuovamente chiesto di incontrare il vertice della banca per conoscere , in modo definitivo e trasparente, i nominativi del personale licenziato.

Tale fase di confronto avrebbe dovuto precedere il licenziamento dei lavoratori che è diventato effettivo con decorrenza immediata. Le cause addotte dall’istituto di credito riguardano il persistente stati di crisi in cui si trova da tempo la banca che ha costretto a dichiarare una situazione di tensione occupazionale con la conseguente necessità di eseguire un lavoro di ristrutturazione.

Nella lettera di licenziamento viene evidenziato che la decisione non ha alternative praticabili considerando la rilevante diminuzione della massa amministrativa e il generale peggioramento delle condizioni economiche finanziarie.

I rappresentanti Sindacali hanno anche richiesto un incontro per essere informati sull’assetto organizzativo che la banca adotterà conseguentemente al licenziamento di un quarto del personale, per valutare, in applicazione al Contratto Collettivo di Lavoro, le ricadute sulle condizioni di lavoro del personale impiegato.

Colpisce inoltre, evidenzia una nota sindacale unitaria, l’atteggiamento dell’azienda che nonostante le ripetute sollecitazioni da parte dei rappresentanti dei lavoratori, non ha ancora accettato la riduzione degli esuberi definiti presso il Ministero, da 97 a 96, conseguentemente all’improvvisa recente scomparsa di un collega in servizio all’Agenzia di Verona

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
665