Aperitivo a Grado

Hypo Bank: Serracchiani incontra Proksch “Un incontro aperto e cordiale”

facebook

Trieste, 03 giu – “Un incontro aperto e cordiale”. Così la presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha giudicato il colloquio avuto oggi a Udine con il presidente del consiglio di amministrazione di Hypo Alpe-Adria Bank spa, Johannes Proksch, alla presenza dell’amministratore delegato di Hypo Bank Italia, Lorenzo Snaidero. Nel corso dell’incontro sono state rappresentate le preoccupazioni per il futuro dell’attività di Hypo Bank Italia e dei suoi lavoratori, seguite alla divulgazione di notizie in merito ad un ritiro dal mercato. Il presidente Johannes Proksch ha delineato il quadro della situazione del gruppo, confermando l’intenzione di riprivatizzare il Gruppo come richiesto dalla Commissione europea. In questa logica, ha spiegato, si inserisce la vendita della banca in Austria, e la stessa operazione si vorrebbe compiere in Italia, avviando un percorso che vede al suo termine una banca che si autofinanzia, con un capitale sociale adeguato a mantenere le attività, cioè, ha detto Proksch, “una banca viva”. Concordando con Proksch di mantenere aperto un canale di comunicazione tra la banca e la Regione e di aggiornarsi dopo l’approvazione del bilancio da parte dell’assemblea e soprattutto dopo la pronuncia della Commissione europea, quando si conosceranno i dettagli del piano di ristrutturazione, Serracchiani ha evidenziato l’interesse della Regione al mantenimento delle attività di Hypo Bank Italia, confermando l’intenzione di coinvolgere il Veneto e la Lombardia. Assicurando che non è nei programmi del Gruppo alcuna liquidazione o chiusura di Hypo Bank Italia, Proksch ha sottolineato “l’intenzione di dare un segno di discontinuità con il passato, come stiamo dimostrando anche attraverso il rimborso ai clienti che hanno subito danni da errate indicizzazioni leasing”

352