Aperitivo a Grado
facebook

aquile

Il quarto di finale tra Interspar Bolzano e Ice Hockey Aquile FVG si conferma subito molto equilibrato; gli altoatesini riescono a far valere il fattore campo e si portano uno a zero nella serie, ma i bianconeri hanno già messo in chiaro che le cose non sono cambiate rispetto dodici mesi fa: i Foxes dovranno soffrire se vogliono provare a portare a casa la vittoria.

Si parte subito forte con il Pontebba che non sfrutta un powerplay, prima che gli altoatesini riescano a creare alcuni grattacapi alla retroguardia bianconera. Insam spara alto a porta aperta sul rientro di Scandella dalla penalità, spreca anche Souza da posizione favorevole e poi è un grande anticipo di Ho?evar di stecca a fermare Mazzolini. All’8.15 è ancora miracoloso il goalie sloveno su Zisser, mentre quattro minuti dopo è il palo a salvare i padroni di casa sul tentativo di tipping da parte di Lavrentiev su tiro di Nicoletti; al 14′ spettacolare Zaba su un tiro di Guerin diretto all’incrocio. Un minuto dopo è Insam a ricordare a tutti che siamo ai playoff e, con una dura carica in balaustra – considerata regolare dagli arbitri -, manda al tappeto Monych. Nel finale Pontebba che concede una doppia superiorità sfruttata al meglio da Souza (18.09) lesto a deviare alle spalle di Hocevar un tiro di Fretter.

Monych recupera e scende sul ghiaccio nel secondo drittel ed è proprio lui a dare il la ad alcuni minuti di costante pressione friulana nel terzo bolzanino. I padroni di casa, però, sfruttano un altro powerplay e al 2.48 Suhonen, dalla distanza, cerca e trova la deviazione sotto porta di Mazzolini. Irmen si fa ipnotizzare due volte da Ho?evar e poi sono gli ospiti ad alzare il ritmo trovando all’11.26 la rete che riapre il match. Marchetti, ancora in superiorità, infila Zaba dalla distanza bucandolo nell’angolino basso. Il gol galvanizza il Pontebba che va vicino al pareggio in almeno due occasioni.

Sembra fatta per il Bolzano quando Irmen dopo soli 25 secondi del terzo periodo, e in inferiorità, sigla il 3 a 1. I friulani traballano e vengono infilati ancora da Suhonen (6.16). Le Aquile, però, sono formazione che vende sempre cara la pelle e lo dimostra anche questa sera. La reazione, infatti, è veemente: bianconeri vicini al gol al 7.30 con un contropiede Lutz-Guerin e poi si scatena il Felicetti show. All’8.28, in superiorità numerica, accorcia le distanze grazie a un tap-in vincente su tiro di Marchetti e poi, meno di due minuti dopo, riapre il match finalizzando al meglio una ripartenza di Endicott. L’attaccante di origine fassana semina ancora il panico nella retroguardia avversaria costringendo i Foxes a chiudersi a riccio in difesa. Pokel toglie Ho?evar senza che questo porti al pareggio che sarebbe, a questo punto, meritato e il Bolzano – pur non senza soffrire – riesce a far valere il fattore campo. Giovedì si replica e questa volta sarà il Pontebba a giocare tra le mura amiche del PalaVuerich.

IL PRIMO ROUND VA AL BOLZANO

Bolzano, 17 febbraio 2011 – Gli altoatesini soffrono parecchio soprattutto nel finale con le Aquile che mettono subito in chiaro le cose: non sarà facile battere i bianconeri

HC INTERSPAR BOLZANO – ICE HOCKEY AQUILE FVG 4:3 (1:0, 1:1, 2:2)
il Bolzano conduce la serie 1:0

Reti: 18.09 (1:0pp2) Souza (Fretter/Egger), 22.48 (2:0pp) Mazzolini (Suhonen/Insam), 31.26 (2:1pp) Marchetti (Felicetti/Monych), 40.25 (3:1sh) Irmen (Souza), 46.16 (4:1pp) Souza (Suhonen/Fretter), 48.28 (4:2pp) Felicetti (Marchetti), 50.12 (4:3) Felicetti (Endicott)

Tiri: Tiri: HC Interspar Bolzano 24 (9, 7, 8) – Ice Hockey Aquile FVG 36 (14, 9, 13)

Penalità: Penalità: HC Interspar Bolzano 22 (8, 12, 2) – Ice Hockey Aquile FVG 16 (6, 8, 2)

Spettatori: 520

HC Interspar Bolzano: Zaba (Hell); Egger, Ceresa, Suhonen, Busto, Lehtinen, Ruggeri; Zisser, Walcher, Fretter, Insam, Bernard, Dorigatti, Souza, Scandella, Mazzolini, Irmen
Coach: Adolf Insam

Ice Hockey Aquile FVG: Ho?evar (Camin); Tavželj, Dufresne, Marchetti, Lutz, Ambrosi, Nicoletti; Nicolao, Pittis, Rigoni, Endicott, Felicetti, Stampfer, Monych, Guerin, Lavrentiev, Piva, Ciresa, Rizzo
Coach: Tom Pokel

Arbitri: Metelka/Colcuc (Lorengo/Unterweger)

412