Aperitivo a Grado

Il Giro in Friuli: 23 maggio sullo Zoncolan

facebook

zoncoo-20Come ormai spesso accade negli ultimi anni il Friuli Venezia Giulia ospita il passaggio del Giro d’Italia. Un appuntamento che oltre a essere una vetrina per la regione è, forse come nessun altro evento sportivo italiano, un rito collettivo. La gente magicamente smette di lavorare e si porta ai bordi delle strade per vedere passare la colorata macchia di ciclisti che transitano sulle strade. C’è qualcosa che accomuna la vita quotidiana al ciclismo. Forse la fatica e tutti percepiscono il mito che si porta sulle spalle il Giro e chi indossa la maglia rosa. Il Giro è in Friuli domenica 23 maggio. Sarà verosimilmente la tappa più importante del giro, con la salita più dura e nell’ultima domenica di corsa. Lo Zoncolan, la salità più dura d’Europa potrebbe essere invaso da quasi 200mila persone. STAY TUNED, GOES ON ZONCOLAN

COME RAGGIUNGERE LO ZONCOLAN –

Per raggiungere l’ultima salita della tappa, il monte Zoncolan, 12 km con punte del 20%, dove si accamperanno decine e decine di migliaia di tifosi bisogna arrivare fino a Venezia tramite l’autostrada A4, proseguire in direzione Trieste e poi svoltare in direzione A23 – Udine Tarvisio. proseguire fino all’uscita di Amaro -Tolmezzo. Proseguire lungo la statale SS 52 in direzione Tolmezzo e successivamente in direzione Villa Santina e Ovaro. Ovaro sarà l’ultimo luogo raggiungibile in automobile. Da Liariis, paesino ai piedi dello Zoncolan bisognerà proseguire a piedi.

A meno che non partiate molto presto (forse la sera precedente), sarà consigliabile posteggiare l’automobile in uno dei parcheggi scambiatori organizzati in occasione della tappa. Un parcheggio sarà ad Amaro, uno a Villa Santina e uno a Enemonzo. Da lì con l’aiuto della Protezione Civile sarà possibile orinetarsi e prendere i bus che porteranno fino alla montagna.

I bus navetta gratuiti avranno due possibili destinazioni: Ovaro o al rifugio Moro sopra Sutrio.

OVARO: volendo arrivare a Ovaro sarà possibile posizionarsi sulla salita che conduce all’arrivo. Lungo la salita  ci saranno anche due megaschermi che permtteranno di seguire in diretta la tappa.

SUTRIO: chi decidesse di prendere il bus per il rifugio Moro sopra Sutrio potrà poi proseguire a piedi per 3 km o in funivia (€ 6,50 – servizio dalle 7 alle 21) e quindi giungere all’arrivo della tappa a quota 1730 metri sul livello del mare.

RAVASCLETTO: per chi fosse già in zona sarà possibile anche usufruire della funivia che parte da Ravascletto e giunge in cime allo Zoncolan. (€ 8,00)

Ovviamente la tappa prevede un percorso molto lungo prima dell’arrivo in cima allo Zoncolan: la partenz aè prevista da Mestre e saranno attraversati cittadine come Oderzo, Pordenone, Casarsa della Delizia, Spilimbergo da dove si comincerà gradatamente a salire, sfiorando Pinzano al Tagliamento e Anduins per arrivare al primo gran Premio della Montagna ai 955 di Sella Chianzutan (11 km con pendenza media del 5,3%, max 95). Quindi discesa fino ai 330 di Tolmezzo per poi risalire verso Passo Duron (4,3 km, pendenza media 9,8% max 18%) nei pressi di Ligosullo per poi discendere verso Paluzza e attraversare il Tagliamento nei pressi di Sutrio dove si riprenderà la salita con la terza ascesa di giornata, Sella Valcalda (6,5 km con pendenza media del 6,2% e max del 12%). Una volta arrivati in cima i corridori si scioglierenno le gmabe lungo la discesa che attraversa Comeglians e ovaro dove comincia l’ascesa verso lo Zoncolan (10, 1 km, pendenza media 11,9%, pendenza max 22%)

1.282