Aperitivo a Grado

Il punto della situazione sul campionato di serie A 2018-2019

Con il campionato di serie A 2018-2019 che si ferma per dare spazio alla Nazionale di Roberto Mancini, impegnata negli incontri di UEFA Nations League, possiamo tracciare un primo bilancio lungo le prime gare di campionato. Quello che abbiamo visto durante queste prime partite è il livello più elevato, già registrato durante la passata stagione, che si conferma sempre di più per le formazioni che fanno parte del vertice della classifica. Come sempre troviamo Juventus, Napoli e Inter. Da questo punto di vista le variazioni sono davvero di poco conto, rispetto alla passata stagione. Tuttavia se andiamo ad affrontare un’analisti statistica e di risultati più dettagliata, scopriamo come solo la Juventus è riuscita a non subire nemmeno una sconfitta. Tutte la altre hanno perso dalle due gare di Inter, Napoli, Roma e Sampdoria, fino a cinque-sei partite, come per Spal, Bologna, Empoli e Chievo. Il Milan è la squadra con meno sconfitte dopo la Juventus, ma ha già pareggiato ben tre volte, anche in casa. Per quanto riguarda la zona medio-bassa della classifica abbiamo notato come Cagliari, Spal e Udinese su tutte, abbiano dimostrato di avere buone potenzialità per affrontare al meglio questa stagione 2018-2019. Il divario con le prime 6 è evidente, nonostante qualche bella sorpresa come il piazzamento di Sampdoria, che si conferma come rivelazione del campionato, ma anche Fiorentina, Sassuolo, Parma e Genoa, che già sono riuscite ad ottenere più di 10 punti. Certo, procedendo di questo passo, Juventus, Napoli e Inter continueranno a staccare il resto del gruppo, ma è quello che abbiamo già visto da qualche stagione a questa parte.

Nonostante il divario tra le prime squadre in classifica, il dinamismo di questo campionato rimane accettabile, visto che stiamo assistendo a una rinascita per il calcio italiano, anche a livello europeo, per quanto riguarda i suoi maggiori club. Come abbiamo già visto durante l’ultimo turno di Champions e di Europa League, il livello è notevolmente aumentato. La vittoria a sorpresa del Sassuolo, ad esempio, piuttosto che quella del Parma sull’Inter, senza dimenticare la sconfitta a Genova del Napoli di Ancelotti contro la Sampdoria di Marco Giampaolo, stanno ridando freschezza e intensità al campionato di serie A. Questo dinamismo si percepisce anche confrontando i diversi siti di scommesse che offrono quote migliorate per tutti le gare di campionato, inclusi naturalmente i big match che da qui a novembre si susseguiranno come Milan-Inter, Napoli-Roma o Milan- Sampdoria. Ogni gara ha un suo destino e una curva di interesse, come abbiamo potuto vedere ad esempio durante una Frosinone-Juventus, che è rimasta in bilico per oltre 70 minuti di gioco. Per non parlare del numero crescente di gare che sono state risolte nei minuti finali di gioco, spesso proprio nel recupero. Difficile elencarle tutte, ma ci dà sicuramente un quadro esaustivo di come la competizione e l’equilibrio anche tra una big e una squadra di medio livello, possa essere a volte annullato completamente. Questo va aldilà del momento di crisi che possono attraversare Roma, Milan, Inter o qualsiasi altra big. Da un punto di vista statistico e di quote per la bagarre delle scommesse di calcio, rende il calendario stimolante e degno di interesse per ogni singola gara del girone di andata in corso d’opera. Tutto questo tralasciando il numero di reti realizzate dai bomber, che mai come quest’anno fanno la differenza in campo. Il numero di reti realizzate potrebbe addirittura polverizzare le statistiche già molto alte che si sono verificate durante la passata stagione. Bisogna anche dire che per quanto riguarda la parte bassa della classifica, nonostante già il Chievo e il Frosinone abbiano dimostrato di avere dei limiti, sarà una battaglia aperta fino alla fine. Sorprende un po’ vedere l’Udinese occupare un posto così basso, mentre l’Atalanta di Gasperini è in crisi come non si era abituati a vedere durante gli ultimi campionati di serie A.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
226