Aperitivo a Grado

Iniziano i saldi. I consigli per comprare. 5 gennaio 2019

facebook


Il Codacons li definisce abitudine inutile e desueta in tempo di commercio on line, ma non c’è chi lo butti un occhio su una vetrina con il cartello saldi, anche se molti hanno già fatto acquisti scontati con il Black Friday e con le promozioni che molti negozi fanno già a cavallo del Natale in particolare per i clienti abituali.

I saldi dell’inverno 2019 cominciano sabato 5 gennaio nella maggior parte delle regioni, escluse Basilicata e Valle D’Aosta, dove si apriranno rispettivamente il 2 e il 3 gennaio, e Sicilia, che dovrà aspettare fino al 6, giorno dell’Epifania.

PARTIRE CON LE IDEE CHIARE
Bisogna avere in testa quello che si vuole comprare e quanto si può spendere. Prima di partire per l’avventura dei saldi bisogna fare i conti. Li hanno già fatti anche le associazioni dei consumatori che dicono che in media la spesa sarà fra 140 e 122 euro a testa.

GUARDARE I PREZZI PRIMA E DOPO
Meglio sempre controllare i prezzi prima dell’inizio dei saldi per controllare l’effettivo ribasso. Di solito è meglio andare in negozi che si conoscono. Il cartellino deve avere prezzo nuovo, prezzo vecchio e percentuale di sconto.

CONSERVARE LO SCONTRINO
È necessario conservare sempre lo scontrino. È la regola base. Anche i capi comprati in svendita si possono cambiare. Lo dice la legge che ha più valore del cartello esposto dal negoziante, anche se questi ha discrezionalità se non ci sono difetti. C’è invece l’obbligo di sostituire l’articolo difettoso, ricordano le associazioni dei consumatori, e i soldi devono essere restituiti se non c’è prodotto sostitutivo. Il tempo è due mesi dall’acquisto. Se vi fanno un buono al posto del rimborso potete decidere se accettarlo o meno.

DIFFIDARE DEGLI SCONTI ESAGERATI
Quando si va oltre il 50% di solito la merce non è della stagione che sta finendo. Il saldo non deve essere sconto di magazzino. Se lo è e vi piace lo stesso compratelo, ma occhio ai prezzi.

QUANDO
Il primo giorno è quello in cui si trovano più merce e più taglie. Conviene andare subito, ma ripassare anche nei giorni successivi per vedere se c’è qualcosa di nuovo. Conviene anche un passaggio negli ultimi giorni (le date sono diverse da regione a regione fra metà febbraio, il 18 per i liguri, i primi, e fine marzo con la Campania che arriva fino al 2 aprile) per le ultime occasioni.

CARTA DI CREDITO
Bancomat e carta di credito devono sempre poter essere utilizzati come negli altri periodi dell’anno e senza sovrapprezzi.

PREVISIONI
Secondo Confesercenti non saranno, come negli ultimi anni, saldi di grande spesa con una stima di spesa pro capite di 122 euro. Secondo l’Ufficio studi di Confcommercio invece la spesa media a famiglia sarà di 325 euro, circa 140 euro a testa.

963