Aperitivo a Grado

Internet a Udine: banda larga in fibra ottica con Telecom e Vodafone

facebook

banda larga internet
Dopo Telecom anche Vodafone è interessata a realizzare a Udine reti fisse a banda larga in fibra ottica ad alta velocità. Un intervento, a totale carico dell’azienda con sede italiana a Ivrea, che consentirà agli utenti, una volta realizzato, una velocità in download (ingresso) di 100 Mbps e in upload (uscita) a 10 Mbps.
La comunicazione dell’interesse a realizzare questo piano nel capoluogo friulano è arrivata già al Comune di Udine e la giunta comunale ha appoggiato l’iniziativa nel corso dell’ultima seduta.
“Dopo Telecom Italia – spiega l’assessore all’Innovazione, Gabriele Giacomini – un’altra impresa leader nazionale decide di puntare su Udine per lo sviluppo della banda ultra larga. Un’opera destinata a tutti i cittadini e alle famiglie, ma anche alle imprese. Obiettivo prioritario – prosegue – è infatti l’aumento della competitività e della capacità di attrarre investimenti della città, anche in considerazione del fatto che la diffusione della banda ultralarga porta con sé un aumento di competitività per le aziende, e non solo per quelle a vocazione prettamente tecnologica”.
L’intervento di Vodafone verrà realizzato principalmente acquisendo parte dei cavi già posati dalla Telecom Italia spa e collocando ai lati degli armadietti Telecom esistenti, con un collegamento breve, un proprio ulteriore armadietto di proprietà Vodafone. In alcuni pochi casi potrebbero essere realizzate linee proprie e per evitare ulteriori scavi lungo le vie cittadine potrebbero essere utilizzati i cavidotti dell’illuminazione pubblica.
“La competitività di un sistema territoriale è sempre più legata alla sua capacità di vivere in rete e di sviluppare i suoi nuovi usi – chiarisce Giacomini –. Lo sviluppo delle imprese, di prodotti e servizi di nuova generazione è strettamente collegato all’accessibilità non soltanto materiale, ma anche digitale. Vari studi dimostrano che con l’aumento della banda di trasmissione aumentano anche il benessere economico e i posti di lavoro. Ecco perché – conclude – questa è una azione concreta che promuove lo sviluppo economico della nostra città nei settori produttivi più all’avanguardia e più promettenti”

806