Aperitivo a Grado

Iracheno scomparso: vane ricerche sulla statale 13 Pontebbana

facebook

Udine, 16 ago. – Senza esito sinora le ricerche del curdo-iracheno, cittadino britannico, Baiz Ebraim Pshadar nato in Iraq di 47 anni la cui scomparsa era stata denunciata venerdi’ scorso ai Carabinieri di Udine dal cugino 37/enne Hama Ali Rasoul, cittadino britannico. Pshadar era partito una ventina di giorni fa da Kurdistan iracheno ed era diretto in Gran Bretagna. Un ”viaggio della speranza” spesso affrontato dai clandestini che potrebbe poi essere finito in tragedia. Ed e’ cio’ che temono i familiari. Secondo il racconto fatto dal cugino agli uomini dell’Arma Pshadar era partito illegalmente dall’Iraq con destinazione Gran Bretagna e sarebbe deceduto durante il tragitto affrontato all’interno di un camion imbarcato in un traghetto in Grecia con destinazione uno dei paesi dell’Ue, via Italia (arrivo al porto di Venezia e tratto autostradale verso l’Austria). Il giovane forse stremato dal lungo viaggio sarebbe morto nel mezzo pesante. Il camionista spaventato avrebbe quindi deciso di liberarsi del corpo abbandonandolo lungo l’autostrada A 23 Udine-Tarvisio presso una delle aree di servizio. A riprova di cio’ un sms spedito da un’utenza greca ricevuto dalla famiglia di Pshadar in cui si riporta “Udine – Venzone – Bueris A 23 Tolmezzo SS13” e quindi non e’ escluso che piu’ che sull’autostrada l’abbandono possa essere avvenuto lungo la SS 13 “Pontebbana”. Le ricerche dei Carabinieri non hanno comunque dato sinora esito.

Fonte: AGI

285