Aperitivo a Grado

Juventus-Milan 3-2: Juve in rimonta, Giovinco sbanca – le PAGELLE

La grande sfida degli anni 90 assume questa sera uno strano significato con la Juve che insegue le fuggitive record napoli e Roma mentre il Milan, già attardato si trova a un esame che deve decretare quali possono essere gli obiettivi della squadra di Allegri. La partita inizia e il Milan è già in gol: Muntari devia in rete dopo 21” un tiraccio scagliato dal limite. La Juve inizia un bombardamento al quale Abbiati risponde sempre presente. Il pareggio arriva su una punizione tuttaltro che irresistibile che Abbiati  al 15° non riesce però a respingere. la partita rimane bloccata fino all’ingresso di Giovinco: al 68° il piccolo attaccante mette a sedere Zapatae insacca. 4 minuti dopo altra punizione di Prilo: la palla sbatte sulla traversa e Chiellini è bravissimo a ribadirla in rete. Il gol del Milan arriva al 90_ quando un tiro di Muntari deviato da Bonucci finisce in rete. All’ultimo secondo Zapata sfiora il pari

 

BUFFON 6: sostanzialment einoperoso visto che ilil Milan passa il tempo a tocchettare, unico brivido un’uscita su Robinho
BARZAGLI 6: il Milan fatica a innescare le punte serata abbastanza tranquilla
BONUCCI 6: il  momento più emozionante è la baruffa con Robinho per una mezza manata
CHIELLINI 7: Chiellini è l’ainma del a Juve, il gol del 3-1 è il simbolo della sua juventinità operaia
PADOIN 5,5: fra i più anonimi; forse è lui a essere fuori posizione sul gol dopo 21 secondi
dal 54° POGBA 6,5: anche messo destra devasta tutti. carroramato di classe
VIDAL 6: ne sbaglia più stasera che nel resto del campionato poi quando il milan cala esce il suo atletismo
PIRLO6,5: pur senza giocare alla Pirlo calcia le punizioni alal Pirlo: un gol (regalodi Abbbiati) e una traversa che favorisc eil tapin di Chiellini
MARCHISIO 6: sembra che stia rientrando in forma, la gamab sembra tornata brillante, tuttavai non riesce atrovare i tempie i palloni giusti per entrare in area
ASAMOAH 6: non è il trattore dell’inizio dello scorso campionato e raramente riesce a fare la differenza sulla fascia
QUAGLIARELLA 5,5: incide poco, pochissimo, è più un killer, ha bisogno dei palloni in area
dal 67 ° GIOVINCO 7: entra e risolve mettendo a sedere Zapata e insaccando dietro ad Abbiati
TEVEZ 6,5: inizia con veeemenza poi pian piano si spegne
dall’85° LLORENTE

CONTE 6,5: possiede una rosa superiore e pesca dalla panca l’uomo giusto: Giovinco gli fa vincere la partita

 

 

ABBIATI 6: para due tre bombe nei prim idieci minuti ma poi si arrende a una punizione modesta di Pirlo
ABATE 6: da quella parte comunque non si passa, visto che il pareggio al Milan stava bene fa ilsuo
ZAPATA 5: Giovinco lomette in ginocchio in un modo che non si può accettare. Sfiora il pari all’ultimo respiro
MEXES 4,5: ne fa di ogni, rischia l’espulsione per un pugno in area; rimedia più tardi con una doppia ammonizione
CONSTANT 5,5: quando entra Pogba se la vede grigissima.
NOCERINO 5,5: poca qualità, un po’ di quantità, il giocatroe di due anni fa è disperso
DE JONG 6: regia modesta ma pochi errori, qualch elancio in profondità certo senza Balotelli a tenere su la palla è più difficile per tutti
MUNTARI 6,5: segna due anni dopo il gol fantasma che gli avrebbe consegnato gloria  e probabilmente tricolore. Quando la partita è finita trova anche il raddoppio
MONTOLIVO 5,5: non riesce ad accendere gli attacchi dei suoi come gli si chiede
ROBINHO6: piuttosto mobile e vivace, chiederlgi il gol è sempre impresa
MATRI 5: trattamento speciale per lui, non volevano farlo segnare

ALLEGRI 6: difficile chiedergli di più, con l’espulsione di Mexes il reparto adeguato sarà scoperto anche al prossimo turno. Auguri max

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
324