Aperitivo a Grado

La Scimmia Nuda con Zun Zun Egui da Bristol, Glauco Venier e Alfonso Deidda

facebook

zunzunegui
Con ospiti internazionali e jazz-star della scena italiana si presenta al pubblico il secondo weekend della Scimmia Social Club, a Udine nel padiglione 9 di Udine Fiere, il nuovo contenitore per la musica live, un luogo dal fascino industriale e dall’atmosfera anglosassone. Nel 2015 dunque il collettivo in evoluzione trova il suo nuovo habitat. Migrando nella nuova location, la Scimmia Nuda fa evolvere il proprio progetto artistico assieme allo spazio che lo ospita. Una struttura architettonica industriale ricavata da un’ex fonderia si trasforma in una moderna venue per la musica dal vivo. La linea di demarcazione tra palcoscenico e platea cessa di esistere: 580 metri quadri, dei quali 200 su soppalco, sono a completa fruizione di pubblico e artisti.

Venerdì 03 aprile, tornano in Italia, a due anni e mezzo dall’ultima apparizione, gli Zun Zun Egui, band di base a Bristol che ha fatto della multiculturalità la propria cifra estetica e stilistica: il cantante, quel Kushal Gaya anche all’opera nei Melt Yourself Down, è originario delle Isole Mauritius, la tastierista, Yoshino Shigihara, arriva dal Giappone. Gli Zun Zun Egui presenteranno in tour il nuovo album “Shackles’ Gift”, uscito in questi giorni sulla prestigiosa Bella Union (etichetta di Robin Guthrie e Simon Raynonde de Cocteau Twins) e prodotto da Andrew Hung dei Fuck Buttons. Nel Social Club porteranno un live pirotecnico, imprevedibile e colorato, accompagnato a un effervescente ibrido sonoro, che miscela blues e maghreb, art-rock e sincopi funk, riff hendrixiani e ganci melodici irresistibili, richiami alle antiche indie e passi di danza forse di moda nella foresta nera africana. A tenere tutto insieme la voce carismatica e spesso multilingue di Kushal e un senso della misura che ha del sorprendente. A seguire il set di dj Lavezzi.

Sabato 04 aprile La Scimmia Nuda Social Club si animerà con una serata jazz d’eccezione con i grandi protagonisti della scena nazionale: Alfonso Deidda al sax alto e Glauco Venier al piano, in quartetto con Alessandro Turchet al contrabbasso e Luca Colussi alla batteria. Glauco Venier non ha bisogno di parole, più di tutti sa fare luce sulla musica che questa terra a nord est produce e da qui muovere per incrociare le traiettorie musicali di grandi artisti come Alfonso Deidda, virtuoso sassofonista, polistrumentista e compositore-arrangiatore salernitano. Segue l’aftershow di One Eyed Jack che per la sua Easter Edition vedrà protagonisti in console Fabio Della Torre della Bosconi Records e Max D. Blas, resident dj di Altavoz, uno degli eventi di musica elettronica più innovativi e di maggior successo in Italia degli ultimi anni.

I concerti inizieranno alle ore 21:30 (porte aperte dalle 20:30) e i biglietti saranno acquistabili direttamente all’ingresso del club le sere dei concerti. Tutte le info su www.lascimmianuda.it

459