Aperitivo a Grado

La Scimmia Nuda: lunedì 12 maggio reading musicale con Roberto Anglisani

facebook

Vicino Lontano 2014 - Conferenza Stampa
Dopo i due appuntamenti eccezionali al Teatro San Giorgio e nell’ex Chiesa di San Francesco, lunedì 12 maggio la Scimmia Nuda torna nel suo habitat naturale in Castello a Udine, proponendo una straordinaria performance tra musica e lettura con un ospite eccezionale, un vero e proprio reading musicale.

La serata (inserita nel cartellone di Vicino/Lontano) prenderà il via alle ore 21:00, quando il quintetto del collettivo in evoluzione sarà accompagnato sul palco dall’attore e narratore Roberto Anglisani, che leggerà pagine dell’etologo Desmond Morris, per un concerto-manifesto sul tema dell’evoluzione della specie uomo – scimmia nuda – e sulla necessità di condividere tale percorso con i sui simili.

Intorno alla metà degli anni 80 Roberto Anglisani incontra Marco Baliani e lavorando con lui, trova nel linguaggio della narrazione teatrale la possibilità di mettere a frutto le esperienze fatte durante la sua formazione, da una parte il lavoro sul corpo e la sua espressione e dall’altro il lavoro sensoriale e quello sul mondo interiore del personaggio. Anglisani dà vita ad una narrazione teatrale che ricorda il cinema. Le sue parole, i suoi gesti evocano nello spettatore immagini tanto concrete da poter essere paragonate ad un film.

Affermatosi in Friuli Venezia Giulia nell’ultima stagione come il progetto musicale culturale di maggior spessore, la Scimmia Nuda è nata, da un’idea del chitarrista Francesco Bertolini e del sassofonista Federico Missio, con il desiderio di ricreare le atmosfere del nord Europa, dove i due hanno vissuto e fatto crescere la loro vocazione alla musica live. Liberamente ispirata all’omonimo libro dell’etologo Desdmond Morris, il collettivo si propone agli ascoltatori mostrandosi nella sua “nudità”, ossia nel pieno atto creativo fatto di spontaneità, passione, leggerezza e profondità, apertura e condivisione.

Sul palco saliranno dunque Roberto Anglisani per la lettura, Francesco Bertolini alle chitarre, Paolo Corsini al piano, Roberto Franceschini al basso e contrabbasso, Federico Missio al sax e Adrea Pivetta alla batteria.

Il progetto de La Scimmia Nuda è organizzato da Live Act, l’associazione che ha come preciso intento quello di supportare la musica dal vivo e diventare un soggetto riconosciuto, un collettore d’idee e di esperienze, in grado di portare nel mercato della musica dal vivo nuove risorse economiche e un nuovo impulso alla scena musicale.

Roberto Anglisani
Inizia la sua carriera artistica a Milano, nella Comuna Baires. In questo gruppo riceve una specie di “imprinting teatrale” basato su due principi: l’attore deve essere un portatore di verità in scena, e il teatro è uno strumento di lotta politica. Comincia così il suo percorso di studio del Metodo Stanislawskj. Lo studio di questo metodo sarà ampliato attraverso esperienze di training fisico con attori di Grotowsky. E sarà approfondito attraverso gli incontri con altri maestri come Raul Manso (Studio dell’Attore – Milano) e Dominic De Fazio (Actor’s Studio – New York). Intorno alla metà degli anni 80 Roberto Anglisani incontra Marco Baliani e lavorando con lui, trova nel linguaggio della narrazione teatrale la possibilità di mettere a frutto le esperienze fatte durante la sua formazione, da una parte il lavoro sul corpo e la sua espressione e dall’altro il lavoro sensoriale e quello sul mondo interiore del personaggio. Anglisani dà vita ad una narrazione teatrale che ricorda il cinema. Le sue parole, i suoi gesti evocano nello spettatore immagini tanto concrete da poter essere paragonate ad un film.

431