Aperitivo a Grado

FOTO e VIDEO: l’energia di Lenny Kravitz invade Tarvisio

facebook

lenny-smallIl LLR 20(09) tour deve il nome ai 20 anni compiuti dal primo leggendario album di Lenny Kravitz, che ha venduto ad oggi più di 2 milioni di copie. Online solo su udine20.it dalle 02.00 le foto del concerto Guardale subito





























Lenny festeggia 20 anni di successi, cominciati nel 1989 con l’uscita deflagrante di “Let Love Rule”, un album ricco di influenze funky e soul, tuttavia spiccatamente rock, che fin dal primo singolo “Mr Cab Driver” annunciava la nascita di una star che avrebbe dominato le classifiche nel decennio successivo e in quelli a seguire.

Nove album dopo, tutti certificati multiplatino, Lenny è riconosciuto come uno degli artisti più importanti ed eclettici, il miglior interprete del rock contaminato dalla musica black, un performer fra i più sinceri, che sul palco dà il meglio di sè, accompagnato da musicisti sempre di ottimo livello.

Interamente scritto, prodotto e suonato in grandissima parte da un 24enne Lenny che citava Curtis Mayfield, Jimi Hendrix, Bob Marley e John Lennon come sue maggiori influenze, Let Love Rule usciva nel pieno del fermento pre-anni ’90 preannunciandosi già allora come “prossima pietra miliare” del panorama musicale tanto attivo di quei tempi. Cresciuto a New York attorniato dalla musica, Lenny era un autodidatta del piano e della chitarra, ed aveva in seguito imparato a suonare anche basso e batteria. Successivamente trapiantato a Los Angeles, dopo il diploma Lenny convince i suoi genitori ad investire il denaro destinato alla sua istruzione universitaria verso qualcosa di decisamente più alternativo: l’occupazione di uno studio di registrazione per qualche mese, anche quattro o cinuqe giorni alla settimana. Lenny, sotto lo pseudonimo di Romeo Blue, stava nello studio e suonava tutti gli strumenti, con la sua semplice passione, non sapendo esattamente dove sarebbe andato a finire. Cercava un suono onesto, e tentava di ottenere l’effetto di una band e non di un unico individuo che saltava da uno strumento all’altro. “Scrivo e registro” dichiarava al tempo Lenny Kravitz. “Devo registrare, é una necessità vitale. Se mi viene in mente una canzone devo registrarla immediatamente, non credo nei demo e nelle superproduzioni. Un disco é una cosa molto reale, lo vedo un po’ come un diario”.

Lenny Kravitz
29 Luglio 2009 – Tarvisio – piazza Unità
ore 21.15
40.00+ 6.00€ d.p.
606