Aperitivo a Grado

Litfiba, Teatrologia degli elementi. Le foto del concerto a Majano

Litfiba

Dopo la trionfale apertura con i Subsonica venerdì scorso, il 55° Festival di Majano ieri sera ha ospitato la più importante rock band della musica italiana, i Litfiba, con “Tetralogia degli Elementi Live”, progetto che celebra 4 dischi fondamentali della band, “El Diablo”, “Terremoto”, “Spirito” e “Mondi Sommersi”, pubblicati fra il 1990 e il 1997.

Foto: Giandomenico Ricci

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

 

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

Litfiba

“Teatralogia degli Elementi Live” celebra i dischi che la band dedicò, duranti gli anni ‘90, ai 4 elementi della natura: il fuoco con “El Diablo” (1990), la terra con “Terremoto” (1993), l’aria con “Spirito” (1994) e l’acqua con “Mondi Sommersi” (1997), lavori che hanno permesso alla band di consacrarsi come la realtà rock italiana più influente di sempre. Tutti questi dischi sono ora disponibili in un cofanetto speciale che contiene anche un imperdibile dvd inedito con le immagini del tour del 1993. Un concerto e un tour dal fascino unico, in cui Piero e Ghigo, indissolubilmente insieme, ripercorreranno sul palco tutti i più grandi successi di 7 anni che hanno fatto la storia del rock italiano. I Litfiba nascono a Firenze nel 1980. Nell’ottobre 1983 esce l’ LP “Eneide di Krypton” che portano in tour in Francia. Nella primavera del 1985 esce “Desaparecido”, il secondo album in studio, orientato su uno stile etno-wave rock e psichedelico, primo atto della trilogia dedicata alle vittime del potere. Nel dicembre 1986 esce “17Re” disco doppio in stile wave – sperimentale- etno –rock considerato uno dei dischi più innovativi e complessi della wave italiana. Successivo album della band è “Litfiba 3”(1988), lavoro che segna la fine della trilogia. Il 1990 vede l’uscita di “El Diablo” una svolta stilistica che orienta il sound della band verso l’hard-rock latino e che inaugura la mitica tetralogia degli elementi naturali, completata da “Terremoto”, “Spirito” e “Mondi Sommersi”. “Infinito”, del 1999, è invece l’album più venduto della band, con oltre un milione di copie. Nonostante questo primato, le tensioni fra Piero e Ghigo hanno il sopravvento, al termine del tour nei palazzetti Pelù decide di abbandonare i Litfiba dedicandosi alla carriera solista. Senza il suo storico frontman la band darà alla luce tre dischi: “Elettromacumba” (2000), “Insidia” (2001), “Essere o Sembrare” (2005). L’11 dicembre 2009 è un giorno da ricordare per i fan della band, viene infatti annunciata la tanto attesa reunion di Piero e Ghigo, che porta all’uscita di 2 nuovi brani “Sole Nero” e “Barcollo”. Seguirà il “Litfiba Reunion Tour”, in Italia e all’estero, ovunque un grande successo di pubblico. Nel gennaio 2012 è la volta di “Grande nazione” ad oggi ultimo album della band, che i tanti fans sono pronti a riabbracciare nelle date estive, inclusa quella di venerdì al Festival di Majano. Porte aperte al pubblico dalle 19.30, inizio concerto alle 21.45. Fra i prossimi appuntamenti musicali al Festival di Majano i live de I Musici di Guccini (7 agosto), Lacuna Coil (8 agosto), Trivium (12 agosto) e Tra Palco & Realtà (14 agosto).

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
945