Aperitivo a Grado

Maltempo: tre valli isolate, un uomo salvato dal Tagliamento e neve in montagna

facebook

DSC03809Udine 19 giugno 2011 – Durante le ore della notte e le prime ore di questa mattina precipitazioni intense hanno interessato il territorio regionale. Le precipitazioni più intense hanno interessato prima della mezzanotte le Preapi Carniche e il Tolmezzino e nelle prime ore di domenica 19/06 il Canal del Ferro-Valcanale.

Ben 190 i mm di pioggia caduti nelle 24 ore fra sabato e domenica a Dogna e Pramollo record di ieri in regione. Abbiondantissime anche le precipitazioni a Sella Chianzutan (189mm) Tomezzo (178mm) e Resia (175mm)

ALTRI DANNI DEL MALTEMPO

IL fronte freddo che ha investito il Friuli ha portato anche a sporadiche nevicate in cima alle montagne più alte della nostra regione

lussari

Temporali hanno interessato inoltre il resto della regione. Alla Sala operativa della regione sono pervenute ad iniziare dalle ore 22 del giorno 18/06 segnalazioni di frane con interessamento di sedi stradali nei comuni di Tramonti di Sotto, Preone, Tolmezzo, Arta Terme, Paularo Verzegnis, Moggio Udinese. Analoghe situazioni con interruzioni di strade sono state registrate dalla Sala operativa nelle ore seguenti e continuano a pervenire dai comuni di Dogna, Pontebba, Malborghetto Valbruna.
A Tolmezzo si è resa necessaria la cautelativa evacuazione di un’abitazione in località Casanova per dei crolli provenienti dall’area a monte del fabbricato.
I volontari comunali di protezione civile proseguono l’attività di monitoraggio del territorio affiancando le proprie amministrazioni comunali negli interventi di pulizia delle strada comunali.
I tecnici della Protezione civile della regione stanno in queste ore affiancando i sindaci nella gestione degli interventi prioritari volti a ripristinare i collegamenti con località montane isolate come nei casi di Malborghetto Valbruna, Pontebba e Dogna.
Risultano chiuse al traffico la strada comunale che collega Preone con la Val d’Arzino e la strada da Pontebba a Cason di Lanza, a causa di numerose frane.
Le precipitazioni sopra riportate in tabella hanno determinato il raggiungimento di livelli di guardia sul Fiume Tagliamento. Alle ore 5.00 del 19/06/2011 il livello del fiume Tagliamento all’idrometro di Venzone ha raggiunto il valore massimo di 2.85 m superando il valore di guardia posto a 1,90 m. Per le prossime ore si prevede una costante diminuzione.
Si prevede che le piogge per le prossime ore siano in esaurimento e comunque di entità non significativa per le portate del fiume Tagliamento.
Sulla base dei dati che pervengono alla Sala operativa regionale dalle rete di stazioni idropluviometriche ed in particolare delle misure provenienti dalla stazione idrometrica di Braulins, il valore di portata massima del  Tagliamento e’ stato stimato pari a circa 2000 mc/s manifestatosi alle ore 4.00 odierne.
A Latisana si prevede che il picco di piena transiti in data odierna tra le ore 14.00 e le ore 15.00 con valore indicativo di 6.00/6.30 m rispetto alla massima quota di sicurezza di 11.00 m, senza determinare particolari criticità lungo il corso del fiume.
Complessivamente hanno operato nella notte e stanno tuttora operando 90 volontari di protezione civile impegnati nei numerosi comuni colpiti dal maltempo.
Le attività sono seguite e coordinate costantemente dalla Sala operativa regionale con il rafforzamento degli operatori presenti e tecnici incaricati di analizzare tutte le segnalazioni relative ai dissesti sul territorio e alla situazione idraulica dei corsi d’acqua ingrossati dalle piogge.
Luca Ciriani, Assessore regionale alla protezione civile, ha autorizzato i primi immediati interventi della Protezione civile della regione che già in data odierna consentiranno il ripristino provvisorio delle viabilità interrotte al fine di consentire il transito in emergenza e far cessare lo stato di isolamento delle polazioni interessate in Val Dogna, Val di Preone e Val Saisera.

DSC03825

I Vigili del fuoco di Spilimbergo (Pordenone) sono stati impegnati la notte scorsa e questa mattina in alcuni interventi in provincia causati dal maltempo e alla piena del Tagliamento. Una decina di turisti, che campeggiava tra Pinzano e Spilimbergo, e’ stata evacuata a causa della pericolosita’ delle acque del fiume che si sono alzate di alcuni metri in poche ore. Questa mattina gli stessi pompieri hanno raccolto l’appello di un extracomunitario che con il cellulare chiedeva soccorso per essere rimasto prigioniero su un isolotto golenale. Per metterlo in salvo si e’ alzato in volo un elicottero da Venezia. L’uomo e’ stato tratto in salvo. Infine i Vigili sono stati impegnati in Val Tramontina per disagi alla viabilita’. L’intera zona e’ stata interessata la notte scorsa da elevate precipitazioni.

DSC03827

881