Aperitivo a Grado

Moving Centuries: 7 marzo al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

facebook

Heinz Bosl Mat. 1 Nov 2012
Un incontro con il Direttore del Bayerisches Staatsballett di Monaco, Ivan Liška (ore 15:00) e una masterclass gratuita di tecnica accademica, livello avanzato, tenuta dal maestro del complesso bavarese, Olivier Vercoutère (ore 17:00), sono le proposte esclusive dell’incontro di sabato 7 marzo al Teatro Nuovo Giovanni da Udine per la sesta edizione di “MOVING CENTURIES”: infatti in sala stampa il critico di danza Federica Sassara (il Gazzettino) interverrà sul tema “I grandi centri di formazione internazionale e le compagnie junior”. Così, il master teorico-pratico di storia della danza continua nella divulgazione dell’arte coreutica attraverso incontri e approfondimenti che contribuiscono a far crescere il pubblico del nostro territorio oltre a rivelarsi stimolo per nuove aperture a livello artistico e occasione preziosa di collaborazione tra istituti che si danno obiettivi comuni. Effetto moltiplicato, quest’anno, grazie alla collaborazione con la stagione danza firmata da Marco Feruglio che consente all’ ADEB-Associazione Danza e Balletto -promotrice del progetto- di offrire a studenti, amatori e addetti ai lavori gli strumenti per approcciarsi agli spettacoli in cartellone e meglio valutarli. Infatti l’incontro con Ivan Liška introdurrà anche lo spettacolo previsto alle 20.45 sul palco udinese ad opera del Bayerisches Staatsballett II, formazione di 16 giovani ballerini, selezionati dalle accademie di tutto il mondo, protagonisti di 5 coreografie di matrice neoclassica e contemporanea.

Il programma di Moving Centuries, che sin dagli esordi oltre al classico si è aperto ad altri generi e linguaggi del corpo, s’ intitola “Dalla sbarra alla scena” accorpando tematiche di sicuro appeal e incontri alla scoperta dei protagonisti della scena coreutica, conferenze con l’ausilio di video e a cura di critici specializzati insieme a stage di metodologia applicata coordinati da maestri e danzatori internazionali. Rivolto ad allievi e insegnanti della regione, il master si apre anche al territorio extra regionale (ottimi i riscontri anche dal Veneto) nel saldo binomio che abbina la storia della danza alla sperimentazione pratica dei linguaggi di volta in volta trattati. Ideato da Elisabetta Ceron si avvale della collaborazione di Maria Luisa Buzzi (direttore «Danza&Danza»), dell’Associazione Danza F.V.G., Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione CRUP e del patrocinio di FNASD. Ingresso libero per gli incontri e le conferenze fino a esaurimento posti. Su prenotazione le lezioni pratiche al n. 348/1044319 – adeb@ceron.it.

551