Aperitivo a Grado

Mr. Bulligun Unit in tournè in Cina

facebook

La band  Mr. Bulligun Unit è rientrata il 5 novembre da una tournée di grande successo in Cina. Il quintetto creato dal musicista friulano Mariano Bulligan alla voce, con Alessandro Scolz alle tastiere, Ermes Ghirardini alla batteria, Alan Malusà Magno alla chitarra elettrica e Andrej Pirjevec al basso elettrico per l’occasione è stato affiancato dalla vocalist Sarah del Medico, dalla violoncellista e vocalist Andrejka Možina e dall’ingegnere del suono Federico Lentini.

La band è stata invitata alla ventunesima edizione del prestigioso Cina Shanghai International Art Festival ad esibirsi tra ottobre e novembre su palchi da sogno come il City Lawn Music Plaza di Shanghai, palco coperto per un pubblico di più di 1000 persone e in diretta streaming in tutta la Cina; al Grand Theater di Hefei, all’avveniristico e gremitissimo Poli Grand Theater di Wuxi che tiene più di 1.200 persone, tutto esaurito al nuovissimo Jiading district Cultural Center Theater di Shanghai anche sede di una delle biblioteche più importanti del paese.

<< È stata una grandissima emozione sentire il pubblico cantare insieme a noi You are Amazing, la mia canzone scritta assieme ad Alessandro Scolz, cogliere le reazioni entusiaste della platea, sentirla muoversi sotto al palco e scalmanarsi con noi>> dice Mariano Bulligan aggiungendo anche che <<Saranno impossibili da dimenticare dei concerti così strepitosi dall’altra parte del mondo!>>   

Il pubblico cinese ha acclamato con grande calore ed entusiasmo gli artisti e le loro song originali presentate in anteprima. In uscita il primo album della band “Floating on a sunken sign” (ePops Productions) registrato negli Area 51 Studios nel 2019  da Moreno Buttinar e Alessandro Giorgiutti e mixato da Alessandro Giorgiutti di Trieste.

La band ha inanellato 11 brani originali a riarrangiamenti di hit di successo inserendo anche una personale versione di una canzone cinese Little Apple dei Chopstick Brothers, canzone famosissima in Cinaaccolta con grande sorpresa e simpatia dal pubblico cinese e due brani in italiano come Piogge, scritto dallo stesso Bulligan con ospite nella registrazione Dj Tubet che scrive e rappa anche in friulano, e Niente di Sergio Cammariere.

La musica di Mr. Bulligun Unit spazia tra il pop, il new soul, il funk, il rock e l’elettronica ed è influenzata da artisti come Stevie Wonder, Jamiroquai, Prince, Michael Jackson, Maceo Parker, Blood Sweat & Tears, Queen, David Bowie, Jason Mraz, da artisti della scena trip hop ed elettronica come Lamb, Bjork, Blue Hawaii, dalla musica “a cappella” dei Take 6, dai Quintorigo, e addirittura dai Fate No Mere di Mike Patton e dai System of a Down per citarne alcuni, tutti artisti fondamentali per Bulligan.

“Sul palcoscenico pieno di energia e fuoco il pubblico grida e incita la band. Lo spettacolo è curato visivamente ed è anche un’opportunità per stare così vicini ad artisti internazionali“ afferma il giornalistaSui Lang, dal blog ufficiale del Comune cinese di Hefei il 26 ottobre 2019, il giorno dopo la performance della band.

Mariano Bulligan in questo caso Mr. Bulligunè cantante, violoncellista e compositore elettronico che si è esibito in festival, stagioni teatrali, radio, club ed eventi tra Europa, Africa, Asia e Nord America. Un anno di grandi emozioni per lui il 2019. Si è esibito allo Sferisterio di Macerata tutto al completo nella stagione estiva su invito dei violoncellisti e compositori di fama internazionale Giovanni Sollima e Enrico Melozzi aprendo il concerto dei 100 Cellos + PFM, cantando e suonando la sua composizione La Parola Si Sprigiona accompagnato dai giovani e affermati violoncellisti Nicola Segatta e Andrea Rigano per un pubblico di più di 1000 persone. In agosto ha cantato, accompagnato dal virtuoso violoncellista bolognese Enrico Guerzoni a Kigali, capitale del Ruanda, in un importante evento privato alla presenza del Presidente della Repubblica del Ruanda, i Ministri e 3000 invitati da ogni parte del mondo. In tale occasione è stato invitato a cantare e tenute una masterclass vocale per i talentuosi studenti della National Rwanda School of Creative Arts and Music – Nyundo School of Music– unica scuola pubblica musicale del paese. Invitato dal fondatore, il Juno Award Mighty Popo Murigande, artista Ruandese-Canadese di fama internazionale, ricevendo lusinghieri apprezzamenti da parte di studenti e insegnanti. Bulligan così decide si realizzare un progetto concreto nel prossimo futuro per questa scuola di eccellenze in Ruanda assieme all’Associazione Nazionale delle Famiglie dei Minorati della Vista – A.N.Fa.Mi.V. Onlus di Udine, cercando di portare insegnanti che possano insegnare il Braille Musicale agli allievi non-vedenti dela scuola dotati di grande talento.

Alessandro Scolz, pianista e tastierista, compositore ha all’attivo molte collaborazioni in numerose formazioni jazz, pop, funk. Attualmente suona nei Bareté quartet, Angelica Lubian band, Triblend Project, 1000 Street orchestra, Grande orchestra jazz città di Udine, Jazz&More trio, Miriam Foresti duo, Trio de Janeiro. Consegue la laurea triennale e il biennio specialistico in pianoforte jazz presso il conservatorio “J. Tomadini” di Udine sotto la guida del M° Glauco Venier. Ha perfezionato la tecnica pianistica e l‘improvvisazione nella musica jazz con numerosi docenti, partecipando a diversi seminari (Siena jazz, Chieti Jazz, alto perfezionamento musicale Cividale). Si laurea in antropologia culturale con una tesi intitolata: L’improvvisazione nel jazz: una pratica culturale. approfondisce lo studio della didattica musicale con particolare attenzione al concetto Kodaly. Insegna pianoforte, propedeutica musicale e solfeggio in diverse scuole di musica.

Ermes M. Ghirardini, batterista, percussionista, compositore conta collaborazioni in ambiti musicali diversi tra jazz, musica improvvisata e musica popolare. Ha inciso e suonato con prestigiosi musicisti come: G. Trovesi, F. Boltro, G.Schiaffini, Tony Oxley, S. Tasca, C. Aktis Dato, G. Basso, S. Fanni, G. Maier, M. De Mattia, U.T. Ghandi, D. Loubere, Jeff Terrier, Hervè Czak, A. Allione, S.Gut, D.Dagaro, Amy Denio, F. Bearzatti, G.Venier, Herb Heller, Rick Stone, Pierre Favre, Corey Christiansen. Scrive musiche originali eseguite dal “Quartetto Ghirardini”. Ha scritto musiche per le produzioni teatrali Canto per le Donne Resistenti – Poemas par une Tiare Maludide, Balletto Memorie d’Acqua, partecipato a performance con Poeti, Scultori e Pittori. Ha studiato a Parigi al C.I.M.(Centre de Informations Musicales) e al Conservatorio di Parigi Bagnolet.

Alan Malusà Magno chitarrista e compositore, suona e compone con Mocambo Swing, Blue Cash, Afar Combo High Jackers, gruppi con cui ha all’attivo molti concerti e incisioni. Musicista principalmente autodidatta inizia come attore diplomandosi alla Civica Accademia D’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine nel 2001, scuola dove attualmente insegna musica per la scena. Ha studiato al Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste diplomandosi nel 2011in chitarra jazz con il maestro Giovanni Maier.

Andrej Pirjevec bassista elettrico, batterista, percussionista e compositoresloveno, incide regolarmente nuovi album e guida il suo Andrej Pirjevec & AP Group. Ha condiviso il palco con Don Preston e Bunk Gardner ex Frank Zappa`s Mothers of Invention. Laureato al London College of Music lavora e registra con numerosi artisti provenienti da tutto il mondo e suona in alcuni dei luoghi della musica più rispettati della capitale inglese come i Ronnie Scotts, Shepards Bush Empire, Ritz Hotel, Pigalle Club. Forma The Open Trio con cui incide due cd originali e apre il concerto della leggenda Billy Cobham, a Lubiana. la sua canzone Sorry viene nominata per il premio per la migliore canzone Jazz Slovena – Jazzon 2013. realizza uno spettacolo multimediale dedicato al grande poeta Sloveno Sre?ko Kosovel e viene nominato per il premio “personalità di Primorska” (regione Slovena).

Sarah Del Medico, dotata di una voce potente ed espressiva ha condiviso il palco con Ornella Vanoni, ha cantato per trasmissioni televisive nazionali, ricoperto il ruolo di Nala ne Il Piccolo Re Leone, presentato in un Giovanni da Udine Sold Out in sei ore, è stata dal 2006 la voce principale della Barbariga Funky Band. Canta nel duo Out of the Blue, ha inciso da solista la canzone Piogge di M. Bulligan cantando con lui, Dj Tubet e il Nu Groovin’ Impro Choir. E’ vocalist dei Rusted Pearls and the Fancy Fee nella title-track Roadsigns, e nel disco del cantautore Dario SN Snidaro. E’ arrivata alle finali del musical Dracula in love di Riccardo Cocciante.

Andrejka Možina è violoncellista, cantante, pianista e compositrice. Ha all’attivo diverse pubblicazioni discografiche tra le quali i progetti di musica autoriale Zasul si me z zvezdami – Di stelle sommersi di brani originali su testi di poeti sloveni nello stile della chanson e della canzone leggera. Zarja contiene le sue composizioni jazzistiche. Fonda i Violoncelli Itineranti con i quali pubblica l’album Sonce ljubo. Premiati in numerosi concorsi di composizione come il Concorso internazionale La Mancha guitars a Saarland in Germania (2° premio – 2017, 3° premio – 2016), È finalista al Concorso In clausura dei 100 Cellos del Maestro Giovanni Sollima a Milano, vince due volte il premio per la migliore composizione jazz slovena al Jazzon di Novo Mesto. È diplomata in canto jazz al Conservatorio di musica e balletto di Lubiana, in Violoncello e al Biennio Specialistico Jazz al Conservatorio di Trieste. Studia con P. Filipcic, M. Smerkol, D. Svajger, B. Trcek, R. Lopatic, G. Venier, K. Gesing, S. Bellon. Partecipa a masterclass con E. Reijseger, T. Reid, M. Ribot, S. Bollani e altri.

I brani originali eseguiti dalla band e che saranno presenti nel nuovo album Floating on a sunken sign (ePops Music Productions) sono: In this Pain (M. Bulligan) You are Amazing (M. Bulligan /A. Scolz – M. Bulligan) A Single Multitude (A. Malusà Magno) To wait for (A. Malusà Magno)  Why you forget (A. Pirjevec) One Word (E. Ghirardini – N. Lizzi / M. Bulligan) Away (M. Bulligan / A. Scolz / D. Wisaijorn – M. Bulligan) Fear no one (A. Pirjevec) Madness from my side (M. Bulligan / A. Malusà Magno – M. Bulligan) Floating on a sunken sign (M. Bulligan) Piogge (M. Bulligan – M. Bulligan / Dj Tubet). Affiancati a riarrangiamenti fatti su misura come Love is a losing game (E. Winehouse), Niente (S. Cammariere) Please don’t stop the music (Rihanna), She’s out of my life (Michael Jackson), Superstition (Stevie Wonder), No mercy for me (J. Zawinul), Butterfly (J. Mraz), Down in the flood (B. Dylan) Little Apple (Chopstick Brothers).

356