Aperitivo a Grado

No Borders Music Festival: Rokia Traoré 29 luglio

facebook

Foto Rokia Traoré_IMG7801
Cantante, compositrice e polistrumentista, la maliana Rokia Traoré è una delle nuove regine e icone della musica africana in tutto il mondo. Nei giorni scorsi è stata anche una delle grandi protagoniste di “Glastonbury 2016”, uno dei principali festival internazionali.
Dopo i nomi di Gianna Nannini (il 29 luglio in concerto a Tarvisio in Piazza Unità) e del pianista Glauco Venier (il 6 agosto ai Laghi di Fusine), è Rokia Traoré il terzo grande nome annunciato per l’edizione 2016 dal No Borders Music Festival, il celebre festival organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, che valorizza la musica come forma culturale e mezzo di comunicazione in grado di essere compreso da tutti oltre i confini etnici, linguisti, sociali e geografici in un comprensorio davvero unico, quello del Tarvisiano, tra Italia, Austria e Slovenia. Accompagnata dalla sua band, la cantante maliana si esibirà sabato 30 luglio (inizio concerto ore 21:15, ingresso libero) in Piazza Unità a Tarvisio (UD), da sempre fulcro del festival giunto alla ventunesima edizione. Tutte le informazioni sui concerti sono consultabili sul sito del festival www.nobordersmusicfestival.com

Realizzato con il prezioso contributo del produttore inglese John Parish (PJ Harvey, Tracy Chapman, Cleo T.) e degli straordinari musicisti John Paul Jones dei Led Zeppelin e Devendra Banhart, ha da poco pubblicato il suo sesto album “Né So” raggiungendo uno dei punti più alti della sua carriera artistica. Attualmente dislocata tra Bamako, Bruxelles e Parigi, Rokia fa speso ritorno nel natìo Mali e la sua musica è sempre stata influenzata dalla tradizione delle radici africane così come dal pop e dal rock di matrice europea e statunitense, che ha sempre ascoltato nel corso della sua vita.
Rokia ha esplorato diverse direzioni artistiche nella sua carriera: ha collaborato recentemente con la vincitrice del nobel e romanziera Toni Morrison insieme all’insignito del MacArthur Genius Grant, Peter Sellars interpretando Desdemona nel loro Othello, la cui prima si tenne nell’estate del 2011 a Vienna per poi arrivare al Lincoln Center di NY e al Barbican di Londra, oltre che al San Carlo di Napoli. Approderà prossimamente anche in Australia; per il prestigioso quotidiano britannico The Guardian si è trattato di un lavoro « notevole, arduo e coraggioso ».

Nel corso della sua importante cariera Rokia Traoré ha avuto l’onore di aprire il World Music Festival di Roskilde nel 2009 e per il suo lavoro con la Fondazione “Passerelle” (http://www.fondationpasserelle.com) da lei ideata e condotta, è stata insignita dall’ordine delle Arti e delle Lettere dal governo Francese e nel 2015 ha fatto parte della giuria del 68° Festival del Cinema di Cannes, presieduta dai fratelli Coen.
Rokia sarà inoltre testimonial di una grande campagna di informazione denominata “Aware migrants”, realizzata dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) e rivolta ai migranti nei loro paesi di provenienza. L’artista maliana, da sempre attiva sul fronte della solidarietà e dell’impegno civile, con un folto gruppo di colleghi e collaboratori, sarà protagonista al riguardo con una canzone specificamente scritta e registrata per l’occasione, “Be aware brother, be aware sister” e con contributi video che verranno diffusi prossimamente.

Il No Borders Music Festival 2016 è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, il Comune di Tarvisio, PromoTurismoFVG, Banca Popolare Friuladria, Allianz Assicurazioni e ProntoAuto. Tutte le info sono consultabili sul sito www.nobordersmusicfestival.com

521