Aperitivo a Grado

Novecento italiano a Villa Manin – 10 lug

Orchestra MitteleuropeaNel giardino della residenza dell’ultimo doge di Venezia si esibiranno l’orchestra Mitteleuropea e il coro Polifonico di Ruda, il gruppo vocale più premiato in Europa, recente vincitore, sotto la direzione di Fabiana Noro, di quattro primi premi alle Olimpiadi corali di Graz. Orchestra e coro, per la direzione di Federico Mondelci, proporranno “Novecento italiano”, un percorso tra la musica da film e l’amore per la montagna con l’esecuzione – la prima volta in regione – dei “Canti rocciosi” di Giovanni Sollima, apprezzatissimo violoncellista più volte applaudito in Regione nelle ultime stagioni musicali invernali.

La prima parte del concerto sarà a cura dell’orchestra Mitteleuropea. L’ensemble proporrà, fra gli altri, musiche di Nino Rota, Ennio Morricone e Nicola Piovani, tre mostri sacri delle colonne sonore di film straordinari, che hanno fatto la storia del cinema e che tutti conoscono. Musiche definite giustamente intramontabili che hanno condotto e guidato i rispettivi film fino agli Oscar, in alcuni casi addirittura contribuendo alla vittoria finale dell’ambita statuetta.

La seconda parte del concerto sarà tutta da gustare: Orchestra Mitteleuropea e Coro Polifonico di Ruda proporranno infatti i Canti rocciosi. Si tratta di una composizione recentissima di Giovanni Sollima, che denota fin dalle prime battute tutto l’amore dell’autore per la montagna. Tutta la montagna: dalle Alpi agli Appennini, dalle Dolomiti alle Madonie. Un’opera commissionata anni fa da un festival trentino che viene eseguita raramente per le difficoltà incontrate nell’esecuzione soprattutto della parte vocale. Il Coro Polifonico, preparato da Fabiana Noro, ha accolto la sfida e ha accettato la proposta. Musicalmente si tratta di “sette” quadri – il primo e l’ultimo si ripetono – costruiti su testi straordinari. “Sono vere oppure è un sogno”’, brano di apertura, è tratto da “La montagna di vetro” di Dino Buzzati; “La montagna grave” da Dante (Purgatorio, IV, 88); “Anguane e altre streghe” è una leggenda-poesia popolare e un proverbio ladino che vengono ‘fuse’ in un ritmo a tratti ossessivo; “Madonie” è un pezzo costruito su una canzone popolare di Polizzi (Palermo) dove il clapping mette a dura prova il coro; “Quel lungo treno” (titolo originale Monte Canino) è il classico canto della Prima guerra mondiale combattuta tra i monti del Carso e tra le Alpi Carniche e Giulie; “Guerra”, prima dell’ultimo brano che riprende il primo, è infine tratto da “Addio alle armi” di Ernst Hemingway, premio Nobel per la letteratura, che al Friuli fu molto legato. Insomma una seconda parte tutta da gustare.

Federico Mondelci, ha studiato sassofono al Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini” di Pesaro diplomandosi con lode nel 1979. Ha anche studiato canto, composizione e direzione d’orchestra. Nel 1981, Mondelci si è diplomato al Conservatorio Superiore di Bordeaux sotto la guida di Jean-Marie Londeix con il conferimento di Medaglia d’oro all’unanimità.  Da allora Federico Mondelci è apparso solista con le più importanti Orchestre, tra le quali l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala diretta dal M° Seiji Ozawa. L’esibizione al Festival di San Pietroburgo e alla sala Tchaikovsky di Mosca lo ha portato ad una stretta collaborazione con la Moscow Chamber Orchestra e il loro CD con i Tanghi di Piazzolla per la casa americana Delos ha ricevuto critiche esaltanti. La sua discografia, principalmente con le etichette Delos e Chandos, comprende il repertorio solistico con orchestra, il duo con pianoforte e il quartetto. Altri dischi riflettono il suo entusiasmo per la musica contemporanea come il CD edito dalla RCA con composizioni di autori italiani e il CD monografico su Giacinto Scelsi, edito dalla INA in Francia, il quale ha ottenuto il “Diapason d’Or.

Il concerto di Villa Manin, che sarà registrato dalla Rai, comincerà alle ore 21.30 e rientra nel progetto “Estate in Villa 2009”, la rassegna musicale promossa da Azalea Promotion, ciclo che partirà a fine giugno con l’atteso concerto di Laura Pausini.

I biglietti sono già in vendita nelle prevendite autorizzate Azalea Promotion e nel circuito online Biglietto.it (www.biglietto.it)
PREZZO DEI BIGLIETTI:
Poltronissime Gold             € 20.00 + d.p. € 3.00 = € 23.00
Poltrone e Tribune Non Numerate     € 15.00 + d.p. € 2.00 = € 17.00

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
438