Aperitivo a Grado
facebook

omi.jpg11 Novembre ore 18.30:  Tatiana Tulissi e’ stata trovata uccisa con tre colpi di pistola in una villa a Manzano. Secondo i primi accertamenti, ha 37 anni e’ italiana ed e’ la convivente di Paolo Calligaris,

figlio di Walter, titolare dell’omonima azienda agricola e fratello dell’imprenditore della sedia Alessandro Calligaris. Al momento non si sa ancora se sia stata aggredita da qualcuno che si era introdotto nella villa. Il corpo della donna è stato ritrovato dal suo convivente. I tre colpi di pistola sono stati sparati alle spalle sull’uscio della villa circodata da un parco alberato sulle colline di Manzano. Secondo i primi accertamenti dei Carabinieri, la Tulissi dovrebbe essere uscita di casa per andare nella legnaia e, dopo aver visto o incontrato l’assassino, ha tentato di scappare o di rientrare nella villa. Viene al momento esclusa l’ipotesi del delitto passionale mentre si pensa a un aggressione per vecchi rancori o conflitti irrisolti. La donna era rientrata dal lavoro intorno alle 17.45. I colpi sparati sono stati 5 di cui due di striscio e tre hanno colpito la donna. Domani verrà svolta l’autopsia

Il Sindaco di Manzano Lidia Driutti dichiara “L’omicidio di Tatiana Tulissi è un fatto efferato e doloroso, senza precedenti nella comunità di Manzano. Sono addolorata per le due famiglie colpite da questo terribile tragedia a fianco delle quali siamo vicini.  Quando ho appreso la notizia ho pensato a un furto, non riuscivo a immaginare altro motivo. Si tratta di una famiglia molto unita, di grandi lavoratori si fatica solo a immaginare quanto è accaduto.”

Aggiornamento 12 NOVEMBRE 2008

I Carabinieri di Udine questa mattina hanno perlustrato il parco all’interno della villa per cercare elementi utili alle indagini. Si cerca di capire se chi ha sparato conosceva la vittima e quindi è entrato tranquillamente all’interno della propietà o meno. Tra ieri notte e questa mattina sono state ascoltate 8. L’arma del delitto e i 5 bossoli al momento non sono stati rinvenuti. E’ propabile che sia stata usata una pistola a tamburo

omi.jpg

——- 

A fare la macabra scoperta è stato il convivente, Paolo Calligaris, figlio di Walter, titolare della tenuta agricola Ca’ Tullio di Aquileia, e fratello dell’imprenditore della sedia. Paolo Calligaris è stato ascoltato a lungo dai carabinieri insieme a decine di altri amici e parenti della vittima. Tatiana era appena rientrata dal lavoro quando è stata aggredita. Lavorava nell’ufficio amministrativo di un’azienda che costruisce sedie, non in quella dello zio del convivente ma in uno dei tanti stabilimenti di mobili della zona che occupano il cosiddetto “triangolo della sedia”.  E’ stata aggredita sull’uscio di casa. Nella grande villa i carabinieri hanno trovato il fuoco acceso; è probabile che la donna sia andata nella legnaia e che, una volta sull’uscio, sia stata aggredita da sconosciuti che le hanno sparato alle spalle mentre tentava di rientrare in casa o di fuggire. Tatiana Tulissi era originaria di Villanova dello Judrio, frazione di San Giovanni al Natisone, sempre nell’Udinese. Reduce da un precedente matrimonio fallito, conviveva con Paolo Calligaris, anch’egli separato, da circa due anni e secondo le testimonianze raccolte a Manzano, paese di poco più di seimila abitanti, presto si sarebbero sposati.

fonte repubblica.it

——-

Costituita nel 1923 da Antonio Calligaris, l’azienda omonima inizia la produzione realizzando la prima sedia “Marocca” e negli anni ’30 prosegue l’attivita’ come laboratorio artigianale sotto la guida del figlio Romeo. Negli anni ’60, con l’ideazione e l’adozione della prima macchina impagliatrice, l’azienda si trasforma in realta’ industriale con forte propensione all’innovazione. La gestione passa nelle mani dei fratelli Alessandro e Walter Calligaris, figli di Romeo, che negli anni ’70 iniziano le esportazioni all’estero e negli anni ’80 attuano una forte collaborazione con grandi clienti, aumentando cosi’ il grado di industrializzazione e produzione. Presa coscienza dell’importanza del marchio e della crescente attenzione dei mercati esteri al made in Italy ed al design italiano, negli anni ’90 inizia la distribuzione dei prodotti a marchio Calligaris in tutto il mondo e vengono aperte le filiali estere. Nel 2001, Walter Calligaris, 71 anni – due figli, Paolo e Monica – prende ad occuparsi con il figlio Paolo delle attivita’ immobiliari e della tenuta agricola Ca’ Tullio di Aquileia (Udine), mentre Alessandro Calligaris, 64 anni il 12 novembre, rileva totalmente, in qualita’ di unico responsabile, l’attivita’ dell’azienda di famiglia con la sede a Manzano (Udine), dando vita al Gruppo Calligaris, che oggi comprende cinque realta’ produttive, di cui una in Croazia, e filiali negli Usa e in Giappone ed e’ leader nel settore dell’arredo-casa.

fonte: rainews24.it

————-

1.270