Aperitivo a Grado

Pasquetta 2011: feste popolari in Friuli

facebook

UovaPasquPer la tradizionale gita fuori porta se non avete voglia di imbarcarvi in laboriose grigliate sula sponde dei fiumi potete tranquillizzarvi e cercare la festa popolare che più vi aggrada fra le innumerevoli che si svolgono in friuli in occasione del Lunedì dell’angelo che quest’anno cade in occasione del 25 aprile che è festa nazionale e da noi viene festeggiata anche in quanto San marco Evangelista. Ci sono davvero feste di ogni tipo!

ITINERARI IN FRIULI VENEZIA GIULIA

DOVE DORMIRE IN FRIULI VENEZIA GIULIA  – Consigliato da Udine20.it

Resia: Camminata guidata  – Ritrovo Piazza dell’Arrotino ore 9.30

Precenicco: Precenicco organizzano la 35° Festa Campestre “Li Mirindutis”. Per tutti, costa e salsiccia,la tradizionale Fartae cul salamp, pregiati vini locali e bibite.
Sorvolo in paramotore dei piloti di “Fly in Peace Paramotor Team” Inoltre, dalle ore 10.30 sarà’ attivo un Punto Informativo AVIS dove puoi avere tutte le informazioni sulla donazione e potrai effettuare una eventuale preiscrizione all’AVIS. In Caso di cattivo tempo i festeggiamenti verranno rinviati a domenica 1 maggio 2011.

Aviano: “Cuatri pass pai cjamps” Ogni anno viene organizzata una passeggiata che si svolge tra i luoghi agresti e collinari molto suggestivi in questo periodo di risveglio della natura; un percorso interessante alla riscoperta di luoghi legati a tradizioni popolari ed avvenimenti che hanno fatto parte del passato.

Tramonti di Sopra: Pic Nic – Sot trivea

Miramare: Appuntamento in oasi – Spugne: morbide, rugose, viscide, colorate, mimetiche, abitanti del mare e … compagne di toeletta!

Fagagna: Presso il cosidetto “Barone Rosso” in Località Casali Lini (tra Fagagna e Caporiacco):
– ritrovo e partenza da Colloredo (parco Rodari) alle ore 8.30 (a disposizione automezzo per trasporto biciclette);
– h. 9 partenza per Fagagna con ogni mezzo;
– h 9.30 ritrovo in loco e successiva partenza per il percorso cicloturistico stabilito;
– h 13 circa, tutti a tavola, all’aperto (€ 10 per aduti, € 6 per i bambini).
Prenotazioni entro il 22 aprile, presso Nicoletti Ampelio 0432 662933 begin_of_the_skype_highlighting 0432 662933 end_of_the_skype_highlighting

Ampezzo: caccia all’uovo -Golosa caccia al tesoro, tra le vie di Ampezzo, con gustosi premi finali.

Venzone: E’ tradizione basata su un antico ex-voto che il Lunedì di Pasqua (chiamato anche Pasquetta) gli abitanti della frazione di Portis salgano alla chiesetta di S. Antonio abate (sec. XIV) posta su uno sperone del Monte Plauris, lungo la Val Venzonassa, ad una quota di 852 m.s.l.m., raggiungibile solamente a piedi lungo un sentiero che parte dall’abitato di Venzone.
Dopo la Messa delle ore 11.00, ai presenti sarà offerta la focaccia friulana accompagnata da vino bianco (dolce o secco), come prevede l’ex-voto.

Enemonzo: Annuale mostra mercato con lo scopo di valorizzare il salame prodotto dai norcini locali e ottenuto da piccoli allevatori. Concorso tra i migliori norcini carnici con la partecipazione di una delegazione interregionale, chioschi enogastronomici, degustazione e vendita salame carnico.

Fogliano Redipuglia: Festa della Liberazione: Cerimonia a cura dell’Amministrazione Comunale e delle associazioni combattentistiche.Ritrovo presso Municipio e formazione del Corteo, con labari, bandiere e delegazioni.

Pordenone: Il patrono della città, San Marco, si festeggia il 25 aprile, giornata dedicata alla gita fuori porta. Tradizione vuole che, durante il pranzo, si consumi la “fortaja”, una frittata con diversi ingredienti, che verrà accompagnata da musica e spettacoli.

Flagogna:  In riva al torrente Arzino o sui prati fioriti che circondano Flagogna Si rinnova ormai da diversi anni l’appuntamento organizzato dall’Associazione che prevede la classica scampagnata del lunedì dell’Angelo

Malborghetto: Una passeggiata per scoprire i sapori Pasquali, dalla ex stazione di Ugovizza fino al Ristorante Ex Posta a Coccau, passando per Valbruna, Camporosso e Tarvisio
La passeggiata può essere praticata anche a piedi -In caso di cattivo tempo la manifestazione sarà rimandata a data da destinarsi
Programma: ore 9.00 partenza e iscrizione dall’ex Stazione di Ugovizza
tappa a Valbruna al Pr’Krajncu (cappuccino e dolci 3,00 euro)tappa a Camporosso al Ristorantino (crostino di polenta e baccalà e  bicchiere di vino 3,00 euro)
tappa a Camporosso al Bar Stella D’oro (assaggio della tipica merenda Pasquale 3,00 euro)
tappa a Tarvisio al Ristorante Italia (tartina di pane nero con prosciutto pasquale, kren e calice di vino 3,00 euro)
Arrivo al Ristorante ex Posta di Coccau (crostino con salame casereccio e calice di Friulano 2,50 euro) – Rientro e Pranzo alla ex Stazione di Ugovizza alle ore 13.00 a cura dell’Albergo Italia (dai 5,00 ai 6,00 euro)Comitato Organizzatore 328.7786937 – 347.7817133

Vito d’Asio: Pasquetta in Val d’Arzino Scampagnata in località San Francesco con pollo allo spiedo, porchetta e birra bavarese…

Fusine: caccia alle uova -Possono partecipare tutti i bambini e ragazzi che frequentano le scuole a seguire Merenda e Premiazione
ore 14.00 Ritrovo ad Aclete
ore 14.15 Inizio caccia alle uova
ore 16.00 Ritrovo di tutti i partecipanti per la consueta merenda
ore 17.00 Premiazione
In caso di cattivo tempo verrà rinviata al 1° maggio

Duino : Escursione naturalistica con birdwatching sul sentiero Rilke alla ricerca dell’avifauna che abita le pareti a strapiombo come ad es. il passero solitario, il rondone maggiore, l’occhiocotto e il piccione selvatico Ritrovo: Iat di Sistiana  – Durata: 10.00 – 13.00 (introduzione di mezz’ora e poi passeggiata) – Difficoltà: semplice

Cividale: Festa del Truc – In tutto la città di Cividale tradizionale gioco del Truc, ovvero il gioco delle bocce giocato con le uova in piccole piste di sabbia con varie pendenze

Santa Maria la Longa: Tradizionale festa pasquale, presso l’area festeggiamenti di Via Zompicco, una delle più antiche della Regione, storico punto di ritrovo per giovani e meno giovani. Spettacoli ed intrattenimenti vari faranno da contorno a specialità gastronomiche locali preparate con l’alimento legato per eccellenza al periodo di Pasqua: l’uovo. Uova, quindi, in tutte le varianti, dalle classiche uova di gallina a quelle più golose di cioccolato. Nel corollario di iniziative previste durante il primo fine settimana, la 24ª edizione del Motoraduno Triveneto, organizzato dal Moto Club Pistoni Urlanti, con la possibilità nella giornata di Sabato 16 di partecipare ad una cicloturistica in moto con visita culturale e gastronomica della Bassa Friulana. Una curiosità: dal 2004 la manifestazione ha assunto una nuova simbologia, rappresentata da un uovo gigante, alto più di 5 metri e costruito con materiale da riciclo, ovvero più di 5.000 bottiglie di plastica!

Gemona: Presso il Circolo Culturale Ricreativo della borgata di Campolessi, musiche, balli, degustazioni di specialità enogastronomiche e diversi appuntamenti sportivi tra cui gare di pesca per bambini e ragazzi, torneo di mini volley, ciclocross e gara ciclistica. Verranno inoltre organizzati spettacoli teatrali ed animazioni rivolti ai bambini. I festeggiamenti culmineranno il 25 aprile con le celebrazioni liturgiche in onore di San Marco e diverse manifestazioni collaterali.

Travesio: Distesa ai piedi del monte Ciaurlec, sfiorata dalle acque placide del torrente Cosa, sorge Travesio, località di antica valenza, la cui Pieve fu una delle prime a sorgere dopo la diffusione del cristianesimo nella pedemontana. L’edificio sacro, ristrutturato in più riprese, ospita un grande ciclo di affreschi del Pordenone, oltre che opere del lapicida Pilacorte. Il monte retrostante, attraversato da una buona rete di sentieri, costituisce uno degli habitat più interessanti e ricchi dal punto di vista botanico. Nel segno della tradizione qui si propone la sagra in onore di un tradizionale piatto friulano, quello delle rane fritte oltre che del piatto Usago. Tra gli eventi collaterali La Marcia delle Rane, manifestazione podistica non competitiva che si svolgerà il 25 aprile e le visite guidate alle ancone votive e alla Fornace di Toppo.

Casarsa della Delizia: La rinomata Sagra del Vino, organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e le Associazioni locali, è una manifestazione che coniuga tradizioni e novità e che richiama oltre duecentomila presenze. In programma incontri culturali, iniziative sportive, mostre e manifestazioni folkloristiche, fiera espositiva, convegni a tema, spettacoli e concerti musicali, oltre ad un Luna Park per il divertimento dei più piccoli. Si potranno degustare le specialità della cucina regionale, in un percorso di stand enogastronomici dislocati lungo le vie del paese e degustare i pregiati vini locali e quelli delle Città del Vino d’Italia.

Rivoli: Da una tradizione ormai consolidata nella frazione di Rivoli dal 1974 si svolgono i festeggiamenti pasquali con eventi culturali, sportivi, musicali, ricreativi e…  la merenda nei prati.

Magnano in Riviera: Nata molti anni or sono per festeggiare la conclusione dei lavori di potatura dei tipici terrazzamenti denominati Roncs, prima della partenza degli emigranti, la manifestazione si svolge su uno dei colli che offrono tra i più suggestivi panorami della zona, citato anche dallo scrittore Ippolito Nievo nella sua opera Il Conte Pecoraio. Gli ospiti potranno degustare le specialità culinarie locali tra cui frico, ûs durs e lidric cul pôc e gli ottimi vini locali e del Collio, oltre a scegliere tra diverse iniziative culturali ed intrattenimenti quali il concorso fotografico, il torneo di calcetto a tre, momenti musicali e danzanti… I festeggiamenti si tengono in Borgo San Giacomo, frazione Billerio, presso l’area Roche dal Predi. In caso di maltempo, l’evento potrà essere rinviato a data da destinarsi.

Fontanabona di Pagnacco: Tradizionale festa che si svolge nella corte del Castello di Fontanabona e nel borgo rurale, nel cui ambito si svolge il Concorso e Mostra di Pittura ex tempore. Il primo maggio tradizionali Rogasions, preghiere propiziatorie, intorno al Castello e benedizione del Pan e Vin. L’ultimo giorno è dedicato alle manifestazioni e rappresentazioni medievali. Presso gli stand enogastronomici sarà possibile degustare specialità locali come lo spezzatino o il brasato di bufalo con polenta. Inoltre vi è la possibilità di visitare il Museo di Storia Contadina con partenza e arrivo dalla zona della festa a bordo di carrozze d’epoca trainate da cavalli.

Torlano: Nella pittoresca frazione di Torlano (Nimis) si svolge una delle più antiche feste paesane, che in occasione della Pasqua allieta i visitatori con intrattenimenti musicali e la degustazione dell’ottimo vino Ramandolo.

Iutizzo: Tradizionale sagra in onore del Patrono della Parrocchia, con serate danzanti e specialità gastronomiche. Ampio spazio viene dedicato allo sport giovanile che prevede la 7ª edizione del Torneo Minibasket San Marco, la 28ª edizione del Torneo di Calcio Elio Tubaro e varie esibizioni di scuole di danza. Sarà allestito inoltre lo spazio YouTizzo dedicato ai giovani con dj set e musica dal vivo. Un’importante spazio sarà riservato alla Lingua Friulana con una serata dedicata al teatro in marilenghe. Lunedì 25 aprile, solenne Cerimonia di commemorazione e deposizione della corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti in occasione dell’Anniversario della Liberazione, alla presenza di autorità civili e militari. A conclusione dei festeggiamenti, la 5ª edizione del Premio Raccontami di quando avevi la mia età, che sarà assegnato agli studenti delle Scuole Secondarie di Prime Grado come riconoscimento per la migliore ricerca finalizzata al recupero della memoria storica orale della popolazione vissuta durante la guerra, un modo per approcciare le nuove generazioni agli avvenimenti del passato.

Aonedis (San Daniele): Tradizionale Sagra di San Marco sulle rive del Tagliamento, con degustazioni e musica dal vivo.

Basiliano: Dopo la celebrazione religiosa nella chiesetta campestre dedicata a San Marco Evangelista e risalente al XIII secolo, con il patrocinio del Comune e la collaborazione del Gruppo ANA Basiliano, si terranno una serie di iniziative di carattere culturale e ricreativo allo scopo di far rivivere antiche tradizioni e vecchi giochi popolari.

Raspano: sagra di San Marco

Caneva: Passati i rigori dell’inverno, la Comunità Canevese si ritroverà fra le mura dell’antico mastio castellano, per gustare i piatti della tradizione culinaria canevese ed in special modo quelli legati alla tradizione pasquale.

Cormons Tradizionale festa sul Monte Quarin con stand enogastronomici e prodotti tipici. Organizzazione: A.N.A. Sezione Gorizia – Gruppo Cormòns e-mail: cultura@com-cormons-regione.fvg.it Tel.0481-637111

Fanna: Tradizionale festa durante la quale ci si reca al Santuario della Madonna di Strada per le funzioni religiose legate alla Pasquetta. A seguire, nei prati circostanti, degustazioni, musica e intrattenimento per grandi e bambini.

Flaibano: Incontro annuale con giochi e passeggiate, organizzato con la collaborazione del Comune, per rivivere l’antica tradizione della Pasquetta sui prati, nell’ambiente naturalistico dei Prati Stabili di Cooz, nella vicina frazione di San Odorico.

Lusevera:Festeggiamenti del Lunedì dell’Angelo presso il Centro Stolberg, con degustazioni e musica per tutti i partecipanti.

Ravascletto: 9^ ed. “Pascuta in Plaça: l’Ouf Grant” Pasquetta in Piazza: il Grande Uovo

Morsano al Tagliamento: Alle ore 9:00 la giornata inizia con un’escursione guidata durante la quale i partecipanti – con l’assistenza di un esperto botanico – potranno dedicarsi alla raccolta di erbe officinali, osservare le diverse specie di orchidee selvatiche, riconoscere e godersi il canto degli usignoli…Verso le ore 12:30 segue un pranzo conviviale a base di fertais cu li arbis di stagion, ossia le frittate preparate con le gustose erbe di stagione. L’iniziativa si svolge in frazione San Paolo, località Borgo di Sopra, nell’area golenale tilaventina denominata Prât dal Predi.

Gradisca di Sedegliano: Le Rogazioni sono riti penitenziali cattolici, costituiti da preghiere e da una processione, per ottenere da Dio benedizioni per la fecondità dei campi e la salubrità dell’aria. Gradisca è una delle poche località in cui questo rito si celebra ancora con grande solennità e che si conclude con una ricca e gustosa merenda nei Prâts di Lorêt dopo la celebrazione della Santa Messa.

898