Aperitivo a Grado

Patti Smith a Villa Manin. 1 agosto 2015

facebook

pattismith

Il ritorno in Italia di Patti Smith, la sacerdotessa del rock, autentica leggenda della musica mondiale, è ormai cosa fatta. Partirà infatti domani, domenica 14, dall’Eutropia Festival di Roma, la parentesi italiana del nuovo tour mondiale dell’artista “Patti Smith and her band perform Horses 1975-2015”, un tour importantissimo, che celebra i quarant’anni di “Horses”, il suo primo album, considerato una pietra miliare della storia del rock, collocato alla 44° posizione nella classifica dei 500 migliori album del XX secolo della celebre e autorevole rivista Rolling Stone. Assieme a Patti, sui palchi delle più importanti città italiane ci saranno Lenny Kaye alla chitarra e Jay Dee Daugherty alla batteria, storici compagni dal 1975 che hanno partecipato alle recording session di Horses, il figlio Jackson Smith alla chitarra e il fedelissimo Tony Shanahan al basso. Dopo aver toccato le città Roma, Catania, Firenze Verona e Milano, e aver compiuto un altro mezzo giro d’Europa, Patti concluderà la sua esperienza estiva in Italia proprio in Friuli Venezia Giulia, sabato 1 agosto, nella splendido scenario di Villa Manin di Codroipo (Udine), che torna così teatro per grandi concerti internazionali. La data friulana ha inoltre una particolarità che si deduce dal titolo: “Concert for Pasolini”. L’evento celebra infatti, oltre che il 40° dall’uscita dell’album Horses, anche il 40° anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini, figura che Patti Smith ha sempre venerato ed amato e a cui ora vuole dedicare l’evento. Organizzato daZenit srl in collaborazione con l’Azienda Speciale Villa Manin, la Regione Friuli Venezia Giulia, e il Centro Studi Pier Paolo Pasolini, il “Concert for Pasolini” si pone l’obiettivo di omaggiare la sua figura attraverso il linguaggio della musica, affidato a un’artista che da quarant’anni comunica con la sua meravigliosa arte e che in più occasioni ha dato dimostrazione di conoscere e stimare non solo il poeta, scrittore, regista ed editorialista, ma anche l’uomo, Pasolini. I biglietti per il “Concert for Pasolini” di Patti Smith, sono in vendita sul circuito Ticketone.

Proprio in quel 1975, in cui venne a mancare, nasceva la figura artistica di Patti Smith, con la pubblicazione di “Horses. Sacerdotessa del rock, passionaria, poetessa, sciamana, molte sono le etichette con le quali nel corso degli anni hanno provato a definirla. Ma Patti Smith è Patti Smith. Una straordinaria autrice e interprete, una delle figure femminili più carismatiche e dirompenti della storia della musica dalla fine degli anni Sessanta ad oggi, che continua a rinnovarsi anche attraverso la scrittura e a catturare anche le generazione più giovani con l’intensità visionaria della forza che emana. Il 1° agosto a Villa ascolteremo tutte le hit di quel capolavoro, da “Gloria”, cover del brano di Van Morrison, che apre il disco, a “Redondo Beach” dal ritmo reggae, nato dopo una violenta lite con la sorella, ai lunghi 9 minuti di “Birdland”, suite di piano voce e chitarra. E ancora “Free Money”, “Kimberly” dal tocco new wave, “Break it up” dove emerge la chitarra di Tom Verlaine, fino a “Land” vero capolavoro del disco, divisa a sua volta in tre momenti e all’ ultima traccia “Elegie”. Per informazioni www.azalea.it

608