Aperitivo a Grado

Paul Schrader al Visionario – 23 lug

facebook

PAUL SCHRADER, giunto in regione per ritirare il prestigioso Premio Internazionale Sergio Amidei di Gorizia, giovedì 23 luglio sarà ospite d’eccezione del Visionario di Udine.  Il cineasta – regista, sceneggiatore e critico tra i più illustri del cinema americano – incontrerà il pubblico udinese nella sala Astra di via Asquini alle ore 21.15.
Una divertente coincidenza nel giorno in cui a Udine si esibisce in concerto Bruce Springsteen; il Boss deve infatti a Schrader il titolo di uno dei suoi album più leggendari: “BORN IN THE U.S.A”.

Ospiti della serata speciale al Visionario saranno anche il direttore del Premio Amidei Giuseppe Longo e lo studioso cinematografico Roy Menarini, autore del recentissimo libro la “Luce della scrittura. Schrader critico, sceneggiatore, regista”. L’intervento precederà la proiezione di “AMERICAN GIGOLO”, film manifesto degli anni Ottanta, presentato per l’occasione in una meravigliosa copia su pellicola in lingua originale con sottotitoli italiani, proveniente dal BFI di Londra.
L’evento è reso possibile grazie alla preziosa collaborazione tra il Premio Sergio Amidei, la Cineteca del Friuli e il Centro Espressioni Cinematografiche in occasione della 28^ edizione del festival goriziano.

Noto come sceneggiatore di alcuni dei più importanti film di Martin Scorsese quali “Taxi Driver”, “Toro scatenato” e “L’ultima tentazione di Cristo”, PAUL SCHRADER – premiato a Gorizia con il Premio all’Opera d’Autore 2009 – ha dato prova del suo eclettico talento dirigendo anche alcuni classici dagli anni Ottanta a oggi come “American Gigolo”, “Il bacio della pantera” e “Affliction”. E’ stato inoltre critico cinematografico e teorico del cinema.

“AMERICAN GIGOLO”, lungometraggio cult scritto e diretto da Schrader stesso, è il ritratto ambiguo, malato e morbosamente affascinante di uno gigolo di alto bordo che porta il volto indelebile di Richard Gere. Elegante, bello e audace, Julian Kay è un “prostituto” di successo. La sua vita scorre fra abiti alla moda, auto di lusso e belle donne. Il suo mondo comincerà a cadere a pezzi quando sarà incastrato per omicidio da un magnaccia. A salvarlo sarà l’intervento della moglie del governatore della California (Lauren Hutton) togliendo il velo candido che copre i vizi dell’alta società. Sotto la formula del giallo si nasconde una caustica e crudele denuncia della società del denaro orchestrata con grande perizia da Schrader che usa con sapienza le regole del genere. L’eleganza della messa in scena aderisce allo stile di vita del protagonista disegnando anche visivamente il formalismo esasperato di una società del consumo.
La sequenza iniziale con Gere che compie il rito della vestizione (tutti abiti Armani) ne è assolutamente emblematica. Fortemente stratificato e simbolico “American gigolo” resta un film di grandissima attualità e il fatto di aver lanciato Gere come sex symbol mondiale diviene solo l’ultimo dei suoi molti pregi non sempre riconosciutigli.

Per accedere alla proiezione il pubblico potrà avvalersi della speciale promozione estate che prevede un biglietto intero a € 4,00 per i non soci e di € 3,00 per i soci del C.E.C..
Per informazioni sull’intera rassegna goriziana e per avere il programma dettagliato è possibile consultare il sito: www.amidei.com

218