Aperitivo a Grado

Posata oggi la prima pietra del polo intermodale di Trieste Airport

facebook

trieste-airport-4

trieste-airport-3

Nuove destinazioni e prospettive di crescita consistente del traffico accompagnano l’apertura del cantiere che cambierà per sempre l’aspetto dello scalo regionale. Una passerella sopraelevata che attraversa la strada per collegare l’aeroporto con la nuova fermata ferroviaria, l’autostazione e i nuovi parcheggi. E’ questa l’immagine simbolo del nuovo polo intermodale, che ha visto oggi aperto ufficialmente il cantiere dei lavori con la posa della prima pietra da parte del Presidente di Aeroporto Friuli Venezia Giulia S.p.a. Antonio Marano e della Presidente della Regione Debora Serracchiani. Dopo l’inaugurazione dell’area partenze, lo scorso novembre, è ora la volta del cantiere dell’infrastruttura più importante e ambiziosa, quella che farà diventare Trieste Airport uno degli otto aeroporti italiani collegati con la rete ferroviaria. Il progetto, la cui seconda tranche di finanziamento ha avuto la settimana scorsa il via libera del Cipe, ha visto così finalmente iniziata la fase realizzativa. L’avvio del cantiere rappresenta il felice coronamento del grande lavoro prodotto dalla Regione Friuli Venezia Giulia per superare in tempi brevi le complesse procedure burocratiche necessarie per questo genere di interventi. L’opera sarà consegnata nel febbraio 2018. In parallelo all’impegno sul fronte dell’infrastruttura, il management di Trieste Airport ha operato negli scorsi mesi sul fronte aviation creando le premesse per il segno positivo che ha contraddistinto il dato di traffico di novembre e dicembre 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015. Un dato positivo che è atteso anche per il 2017 (la previsione di crescita annuale dei volumi è del 15%) anche in conseguenza dei nuovi collegamenti inseriti nel timetable dello scalo. Segnali positivi che, associati al pareggio di bilancio raggiunto nell’esercizio 2016, permettono di guardare con ragionevole ottimismo al futuro di un aeroporto che si sta muovendo con decisione per allinearsi alle aspettative del pubblico e del mercato.

Informazioni generali
Polo Intermodale: dati tecnici ed economici

Centro dell’intermodalità regionale passeggeri nell’ambito della programmazione trasportistica regionale, realizzato con finanziamenti che derivano da fonti comunitarie, regionali e in autofinanziamento Aeroporto Friuli Venezia Giulia SpA.

Il progetto, comprende:
-­? una nuova fermata ferroviaria, conforme alla specifiche tecniche per l’interoperabilità
ferroviaria concernenti persone a ridotta mobilità (STIPRM);
-­? una nuova autostazione, con 16 stalli in linea per i bus, superficie pedonale di 2800 mq,
sala d’aspetto climatizzata;
-­? un parcheggio multipiano con una capacità di 500 posti auto;
-­? un parcheggio a raso, della capacità complessiva di 1000 posti auto, di cui 320 dedicati agli
utenti con abbonamento TPL e ferroviario (pendolari), a tariffa agevolata;
-­? collegamento pedonale tra l’aerostazione e le strutture del polo con passerella
sopraelevata, lunghezza totale di 425 metri, accessibile con ascensori, scale mobili e scale
di sicurezza, con tappeti mobili per facilitare la percorrenza;
-­? sistema di viabilità interna articolato su due circuiti riferiti al flusso pubblico e privato.

L’opera è stata suddivisa in due lotti funzionali:

-­? 1° lotto: comprendente la realizzazione della fermata RFI, dell’autostazione e del parcheggio multipiano, della passerella pedonale di collegamento limitata allo scavalco della Strada Statale 14 e quindi al collegamento tra l’autostazione e l’aeroporto ed alla parte a scavalco della ferrovia, compresa nella realizzazione della fermata RFI; è prevista inoltre la realizzazione – solo parziale in questa fase – delle altre opere infrastrutturali a raso, che prevede la connessione tra la SS14 e l’area grazie ad un arco viabilistico atto a garantire l’accesso e l’uscita in sicurezza per/da i parcheggi e l’autostazione per i mezzi pubblici e privati, posticipando al successivo lotto di completamento l’attuazione dell’anello interno di distribuzione del traffico unitamente all’asfaltatura della viabilità interna e alla finitura degli stalli di sosta.

-­? 2° lotto: comprende gli altri interventi previsti dal progetto definitivo e non realizzati nella fase 1 (essenzialmente il completamento della passerella pedonale, compresi i tappeti mobili, scale mobili e ascensori, l’attuazione dell’anello interno di distribuzione del traffico unitamente all’asfaltatura della viabilità interna ai parcheggi e al completamento della pavimentazione in conglomerato drenante degli stalli di sosta, la realizzazione del parcheggio dedicato alla sosta breve per gli accompagnatori dei passeggeri diretti o provenienti dalla stazione ferroviaria, il completamento delle piantumazioni, il completamento dell’impianto di illuminazione dei piazzali, la realizzazione delle altre opere minori non effettuate nella fase 1.

Contratto di Appalto sottoscritto in data 24 novembre 2016 tra Aeroporto FVG SpA e l’appaltatore, ATI tra:
-­? I.C.I. IMPIANTI CIVILI INDUSTRIALI
-­? C.E.L.S.A. SOC. COOP
-­? SCHINDLER S.P.A.
Raggruppamento progettisti:
-­? Deerns Italia SpA (capogruppo)
-­? Serin SrL
-­? Tecnoprogetti Srl

trieste-airport-2

trieste-airport-1

Quadro finanziamenti
Il costo complessivo dell’opera è di 17,2 milioni di euro, coperto con finanziamenti pubblici e privati, secondo le regole dei fondi comunitari (14,2 milioni di euro da finanziamento pubblico, 3 milioni di euro da co-finanziamento privato). Il primo lotto vale 10.3 milioni, già a suo tempo interamente finanziati (4,6 milioni di euro dal Piano di Azione e Coesione, 4,3 milioni di euro da Regione FVG, 1,4 milioni di euro co-finanziamento privato); l’importo complessivo delle opere in appalto è di 7,3 milioni di euro. Il secondo lotto vale 6,9 milioni di euro, recentemente approvati dal Cipe, coperto con finanziamenti pubblici e privati (5,3 milioni di euro a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione, 1,6 milioni di euro co-finanziamento di Aeroporto FVG SpA). Durata lavori Il tempo contrattuale previsto per il primo lotto è di 395 giorni naturali e consecutivi; con il
previsto affidamento dei lavori del secondo lotto entro il prossimo marzo, l’opera sarà realizzata nella sua completezza entro la stessa scadenza, e quindi entro febbraio 2018.

Destinazioni e volumi di traffico
Il traffico passeggeri evidenzia un’inversione di tendenza. I passeggeri degli ultimi cinque anni sono stati in continua riduzione, da novembre 2016 il traffico è in significativa crescita (novembre +2,1%, dicembre +5,3%, gennaio (al giorno 22) +17%. Il traffico stimato per il 2017 è di 840.000 passeggeri con una crescita del 15 % rispetto al 2016.

Novità 2017 Roma (Alitalia), 5° volo giornaliero diventa annuale.
Olbia (Alitalia), dal 1 luglio al 10 settembre 2017 con 2 frequenze settimanali.
Bruxelles Charleroi (Tui Fly Belgio), dal 2 giugno al 1 ottobre con 2 frequenze settimanali.
Reykjavík (Primera Air), dal 30 maggio al 12 settembre 1 frequenza settimanale.
Catania (Ryanair), diventa annuale con 3 frequenze settimanali.
Trapani (Ryanair), 1 volo settimanale in più da giugno a settembre per un totale di 3 voli alla settimana.
Valencia (Ryanair), 1 volo settimanale in più a luglio 2017 per un totale di 3 voli alla settimana.
Istanbul (BoraJet), diventa annuale con 3 frequenze settimanali.
Napoli (Volotea), diventa annuale con 2 frequenze settimanali durante l’inverno e 4 frequenze settimanali durante l’estate.
Madrid (Pullmantur Cruises), 3 rotazioni (1 rotazione a giugno, 1 a luglio e 1 ad agosto) con 8 aeromobili per rotazione.
Minsk, charter incoming con tour operator R-Tours dal 10 Luglio 2017 al 16 settembre 2017
Londra, 1 volo charter con B767 ad agosto.

Voli di linea 2017:
Roma, 5 voli giornalieri (Alitalia)
Milano, 2 voli giornalieri (Alitalia)
Olbia, 2 frequenze settimanali dal 1luglio al 10 settembre 2017 (Alitalia)
Monaco, 3 voli giornalieri (Lufthansa)
Londra, 4 voli settimana in estate e 3 voli in inverno (Ryanair)
Catania, 3 voli settimana (Ryanair)
Bari, 3 voli settimana in estate e 2 voli settimana in inverno (Ryanair)
Trapani, 2 voli settimana e 3 voli settimana da giugno a settembre (Ryanair)
Valencia, 2 voli settimana e 3 voli settimana a luglio e agosto (Ryanair)
Napoli, 4 voli settimana in estate e 2 voli settimana in inverno (Volotea)
Istanbul, 3 voli settimana (Borajet)
Tirana, 2 voli settimana (Mistral/Fly Ernest)
Bruxelles Charleroi, 2 frequenze settimanali dal 2 giugno al 1 ottobre (Tui Fly Belgio)
Reykjavík, 1 frequenza settimanale dal 30 maggio al 12 settembre (Primera Air)

Voli charter 2017:
Tel Aviv, 1 voli settimanale (Neos)
Madrid, 1 volo settimanale (Iberia) + 3 rotazioni Pullmantur (Iberia)
Minsk, 1 volo settimanale
Riga, 1 volo settimanale (Smartlynx)
Tallin, 1 volo settimanale (Smartlynx)
Valencia, 1 volo settimanale (Air Nostrum)
Londra, 1 volo charter con B 767 ad agosto

2.502