Aperitivo a Grado
facebook

Via dei Sapori
Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori è stato fra i protagonisti di “Un disegno, una passione, un’azienda di successo” , iniziativa della Confcommercio Udine, coronata venerdì 25 giugno dalla cerimonia delle premiazioni nella storica cornice del Castello di Villalta.
Alla presenza del presidente della Regione Renzo Tondo e del presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli, il noto Consorzio di ristoratori con altre 28 imprese friulane di successo – esempi di dedizione sociale, ardore professionale, visione culturale e semplicità umana – ha ricevuto la bandiera di Confcommercio, simbolo di attaccamento al valore dell’associazionismo. Un riconoscimento di Confcommercio per dimostrare riconoscenza ai suoi “figli”, i soci -ha sottolineato il presidente provinciale Giovanni Da Pozzo- “che da anni dimostrano di credere nel valore della compattezza e nel ruolo dell’associazionismo”.

Quattro le categorie premiate: “Dal territorio”, “Dai gruppi”, “Premi speciali” e “Attività storiche”, ad abbracciare la varietà dei mestieri facenti parte di Confcommercio.
Ed è proprio nella categoria “Premi speciali” che Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori è stato insignito della bandiera, con la seguente motivazione
“L’eccellenza nell’enogastronomia. E’ la sintesi degli obiettivi del Consorzio, nato il 16 maggio 2001, che riunisce, sotto la presidenza di Walter Filiputti, venti ristoranti top che, attraverso i loro piatti, desiderano raccontare il Friuli Venezia Giulia, ricco di suggestive contaminazioni culturali ed etniche che nei secoli si sono fuse creando una cucina unica perché unici sono questo territorio e la nostra storia. Non banalizzare la tradizione e non rifiutare l’innovazione sono temi attualissimi nell’evoluzione della nostra cucina. Ecco spiegato perché venti stelle del firmamento gastronomico hanno dato vita al loro cenacolo che ha come preciso scopo la riflessione, la comprensione e le proposte sul tema del rispetto delle tradizioni locali e del loro rinnovamento, nonché di come consolidare, rafforzare e stimolare la produzione di materie prime di alta qualità sul territorio. Un cenacolo dove non si fa solo “da” mangiare, ma si riflette “sul” mangiare. Tra i prossimi traguardi l’edizione di un volume e di iniziative ancora più coraggiose delle precedenti.”

Il premio, consegnato dal presidente Da Pozzo, è stato ritirato da una delegazione di ristoratori di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori guidati dal presidente Walter Filiputti.

Una curiosità: l’iniziativa ha avuto come slogan la celebre frase di Martin Luther King “Se non puoi essere un pino sul monte, sii una saggina nella valle, ma sii la migliore, piccola saggina sulla sponda del ruscello. Se non puoi essere un albero, sii un cespuglio. Se non puoi essere un’autostrada, sii un sentiero. Se non puoi essere il sole, sii una stella. Sii sempre il meglio di ciò che sei. Cerca di scoprire il disegno che sei chiamato ad essere. Poi mettiti con passione a realizzarlo nella vita”.

Per informazioni e prenotazioni: Friuli Via dei Sapori, Tel. 0432 538752, info@friuliviadeisapori.it, www.friuliviadeisapori.it.

LE ECCELLENZE DI FVG VIA DEI SAPORI

I ristoranti di FVG Via dei Sapori: Ai Fiori di Trieste, Al Ferarùt di Rivignano, Al Grop di Tavagnacco, Al Lido di Muggia, Al Paradiso di Paradiso, Al Ponte di Gradisca d’Isonzo, All’Androna di Grado, Campiello di S. Giovanni al Natisone, Carnia di Venzone, Da Nando di Mortegliano, Da Toni di Gradiscutta, Devetak di San Michele del Carso, Là di Moret di Udine, Là di Petròs di Mels, La Subida di Cormòns, La Taverna di Colloredo di M.Albano, Sale e Pepe di Stregna.
I 20 vignaioli d’eccellenza: a Capriva del Friuli Schiopetto, Villa Russiz, Castello di Spessa; a Cormòns Edi Keber e Livio Felluga; a Corno di Rosazzo Eugenio Collavini; a Dolegna del Collio Venica & Venica; a Gradisca d’Isonzo Marco Felluga; a Ipplis Ermacora; a Manzano Giorgio Colutta; a Oslavia Primosic; a Sacile Vistorta; a Ontagnano Gonars Di Lenardo Vineyards; a Prepotto Petrussa; a Rosazzo Ronco delle Betulle; a S. Floriano del Collio Il Carpino; a S. Giorgio della Richinvelda Forchir; a S. Giovanni al Natisone Livon, a Villanova di Farra Jermann e Tenuta Villanova.
Le eccellenze dell’agroalimentare e gli artigiani del gusto: salumi d’oca di Jolanda de Colò di Palmanova; il prosciutto Principe di San Daniele; il Montasio del Consorzio per la tutela del formaggio Montasio; le grappe e distillati di Nonino a Percoto; il caffè di Orocaffè di Udine; QM, i magnifici coltelli di Maniago.
Della Negra sorbetti d’autore a Mortegliano, Schianchi Ar-thè confetture ed infusi di erbe a Manzano, Il Forno panificio di Tarcento, Pasticceria Simeoni a Udine.

256