Aperitivo a Grado

Presepio di Ara di Tricesimo

ara di tricesimo 

Il presepio verrà aperto ai visitatori la notte del 24 dicembre, quando il parroco di Ara don Annilo Genero, che nel 1976 lo allestì per la prima volta sotto la tenda della baraccopoli che dava riparo ai terremotati, vi celebrerà la Santa Messa e battezzerà l’ultimo bambino nato nel paese. “In tutti questi anni – racconta il parroco – il presepio è stato ampliato e arricchito fino a superare i 2.500 metri quadrati di superficie, che lo rendono il più grande del Triveneto e uno dei più vasti di tutta Italia.

ara di tricesimo 

Dal 1976 ad oggi l’allestimento ha contato oltre un milione di visitatori. Fondamentale, in questo senso, è stata la collaborazione di un gruppo di volontari che mi hanno affiancato con passione in questi anni, contribuendo a rendere sempre migliore l’allestimento”.
Il nucleo centrale del percorso, che guida i visitatori attraverso i settori a tema, è la grotta della Natività, luogo nel quale, nel corso della Santa Messa di Mezzanotte, che verrà accompagnata dalle melodie del cantautore friulano Dario Zampa e dalla “Corale di Ara Grande”, viene impartito ogni anno il battesimo all’ultimo nato del paese.
“Dal 1976 ad oggi – prosegue don Annilo Genero – il presepio di Ara ha registrato un costante aumento dei visitatori, provenienti non solo dalla regione ma anche dal resto d’Italia e dall’estero. Contiamo annualmente circa 50mila presenze per un totale, in trentadue anni, di oltre un milione di persone”.
Sei i settori del presepio che accompagneranno il percorso dei fedeli: Gesù di Nazaret annunciato dai Profeti, dal libro del Profeta Isaia, annunciazione, tempio di Erode – Torreantonia, Santuari di Terra Santa, Natività.
Il presepio sarà visitabile dal 25 dicembre al 27 gennaio, dalle 10 alle 19 nei giorni feriali e dalle 9 alle 21 in quelli festivi, mentre il 12 gennaio è in programma il tradizionale appuntamento con la solidarietà: la “16^ Lucciolata” a favore dell’Associazione “Via di Natale” di Aviano vedrà riunirsi di fronte al presepio i cortei partiti dai paesi vicini per testimoniare la loro solidarietà verso i pazienti del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano.

Alessia Pittoni
Studio Pironio consulenti in comunicazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1.488