Aperitivo a Grado

Rally di Majano – Ordine d’arrivo

facebook

Alberto Feragotto e Angelo Osvaldini si sono aggiudicati la 1^ edizione del Rally di Majano a bordo di una Renault Clio Williams. Il driver gemonese ha coperto le quattro prove speciali in programma in un tempo totale di 17’33”2 e ha staccato di 5”6 la coppia Turolo-Guarino pure su Clio che hanno ereditato la seconda piazza proprio sul finale di gara quando Morris Gradina e Mattia Turco si giravano con la loro Peugeot 106 Rallye e dovevano così abbandonare il secondo gradino del podio ed accontentarsi della quarta piazza. Al terzo posto si è classificato Michele Doretto, con Stefano Adriomi a chiamargli le note, tra l’altro penalizzato per una partenza anticipata che certamente lo ha tagliato fuori dalla lotta per la vittoria finale. Ma il pordenonese non è stato certo l’unico a dover recriminare; certamente peggio è andata a Federico Laurencich che, in coppia con Luca Benossi, si era aggiudicato il primo impegno cronometrato della giornata per poi fermarsi lungo il trasferimento successivo per un guasto al motore della sua Renault Clio. Stefano Tavano e Samantha De Colle andavano così ad ereditare la leadership provvisoria, posizione che mantenevano però per il tempo di una sola prova; non entrano infatti sul tratto cronometrato numero tre per la rottura di un disco freno. A quel punto Alberto Feragotto passa a condurre e percorrere le ripetizioni di Monte Prat e  Muris badando innanzitutto al risultato finale: si aggiudica infatti la ps 3 e lascia a Turolo l’ultimo impegno cronometrato.

La quinta piazza va a  Luca Brosolo e Alan Del Frari pure su Clio che precedono la Clio R3 di Boria-Brollo e l’altra Williams di Roberto Franoso e Roberto Segato.

Proprio sull’ultima prova speciale, in virtù del tempo imposto applicato causa l’incidente occorso all’equipaggio Garlatti-Pagon, Marco Marchiol e Giuseppe Soldà conquistano l’ottava piazza assoluta oltre che vittoria di classe N3, davanti a Tracanelli-Doneddu e Bisoffi-Pergol questi ultimi invece penalizzati in quanto hanno disputato la prova regolarmente.

Successo in classe N2 per Giuseppe Bertolutti e Daniele Perin su Peugeot 106 Rally mentre la classe K0 va a Specogna-Sartori; Denis Lesa e Alan Groppo si aggiudicano invece la classe A0.

Tra le auto storiche successo per Rino Muradore in coppia con Andrea Trevisani davanti a  Baghin-De Santis e Franchin-Borgato.

Dei 65 equipaggi verificati (60 auto moderne + 5 storiche) sono 49 a riprova del valore e della selettività del tracciato di gara.

 

Va in archivio con un bilancio decisamente positivo questa 1^ edizione del Rally di Majano, organizzato dalla scuderia Red White in affiancamento alla Sport & Joy ed in collaborazione con la Pro Majano, entità queste che si sono adoperate per mesi perché l’appuntamento motoristico tornasse ad occupare un posto di rilievo nel panorama rallystico regionale. L’appuntamento va quindi alla prossima stagione agonistica

599