Aperitivo a Grado

Roma: la banda giovanile ANBIMA FVG protagonista nella capitale

facebook

verano_2Sabato 6 maggio alle 21 presso il Sacrario Militare del Verano in Roma è andato in scena “Da Caporetto al Piave”, concerto organizzato nell’ambito delle celebrazioni del 100° Anniversario della Prima Guerra Mondiale. Il concerto-evento ha visto la partecipazione dei 150 giovani musicisti (dagli 11 ai 19 anni) della Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG, diretti dal M° Marco Somadossi; la regia teatrale e drammaturgia è stata curata da Mario Perrotta, mentre la voce narrante è stata quella dell’attrice Paola Roscioli.
Il programma musicale, adeguatamente ricercato dal Maestro Somadossi per questo evento particolare, si è articolato in un percorso storico iniziando da una composizione scritta in zona di guerra nel 1916, alternando poi brani composti appositamente per questo evento da compositori contemporanei – Il Suono della Memoria di Federico Agnello, Fanfara Elegiaca di Renato Miani e Compieta di Mario Pagotto (gli ultimi due in stretta collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “J. Tomadini” di Udine) – con brani della tradizione popolare, integrati da un percorso narrativo canoro interpretato dall’attrice Paola Roscioli, sotto la regia dell’attore Mario Perrotta. Con questo percorso musicale i giovani della Formazione Bandistica Giovanile del Friuli Venezia Giulia hanno voluto ribadire, con il linguaggio universale della musica, il sostegno ai valori fondanti l’Unità Nazionale e il fermo pronunciamento di un “no alle guerre” a favore di un dialogo di fratellanza e solidarietà fra i popoli.
“Passione, Musica, Cultura e Storia sono le parole chiave del progetto La Grande Guerra, suona la Banda che si riverberano negli obiettivi prioritari che ci siamo prefissati di raggiungere attraverso le grandi celebrazioni in cui l’uso della musica, quale linguaggio universale consente a tutti di sentirsi partecipi e protagonisti del racconto.” – queste le parole con cui il Presidente Nazionale ANBIMA Giampaolo Lazzeri ha introdotto il concerto, svoltosi all’interno della preziosa cornice del Sacrario Militare del Verano: un vero e proprio teatro con un altare al centro del “proscenio”, incorniciato da un emiciclo nella cui parte centrale campeggia l’incisione “SVIS CIVIBUS IN ACIE INTEREMPTIS ROMA MATER” (“La madre Roma ai propri cittadini uccisi in battaglia”).

La Banda Giovanile Regionale ANBIMA FVG ha saputo trasportare l’ascoltatore, con grande rispetto, in un percorso storico preciso ed emozionante che si è concluso con l’esecuzione del silenzio, al termine del quale i 150 musicisti si sono disposti attorno ad una silenziosa e attentissima platea, quasi a voler suggellare con un abbraccio ideale questo momento di sentita partecipazione.
Una serata ricca di momenti emozionanti, a partire dalla creazione del cuscino di rose da parte dei componenti della formazione, fino alla successiva deposizione dello stesso per opera dei due ragazzi più giovani. Significativo è stato poi l’omaggio musicale al Generale Rosario Aiosa – il quale ha fortemente voluto e reso possibile la realizzazione del concerto – con l’esecuzione del brano “Squilli per un eroe”.
Un “evento storico, per il mondo della musica e della cultura” ha commentato il M° Fulvio Creux all’indomani del concerto: un evento che oltre ad aver coinvolto e commosso il folto pubblico presente, è risuonato e continua a risuonare anche nelle parole degli addetti ai lavori del mondo della musica bandistica, che sempre più sta guadagnando una posizione di rilievo all’interno del panorama culturale italiano. Apprezzamenti ed emozioni anche da parte del Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Franco Iacop, presente alla serata assieme al Consigliere Regionale Diego Moretti
Importantissima al fine della riuscita di questo concerto è stata la componente organizzativa: ANBIMA Friuli Venezia Giulia, nella figura del suo Presidente Eugenio Boldarino e del Consiglio Regionale tutto, ha accolto positivamente la proposta di quest’evento, che ha confermato ancora una volta l’evoluzione e la qualità del movimento bandistico regionale. “La risposta dei ragazzi è stata ottima; sono state organizzate una serie di prove di sezione e d’insieme sul territorio regionale per permettere di preparare al meglio questo appuntamento. Gli insegnanti tutti, i ragazzi e i collaboratori anche questa volta hanno dimostrato un enorme impegno, che si è tradotto in un risultato eccezionale” – ha commentato il Responsabile della formazione giovanile regionale Pasquale Moro.
Da Caporetto al Piave “1914-1918 suoni di memoria” è stato organizzato da ANBIMA con il patrocinio dell’Esercito Italiano, e rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale, ed è organizzato con la collaborazione del Ministero della Difesa – Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti.

2.897