Aperitivo a Grado

Romeno ricercato per omicidio viveva a Bertiolo

manette.jpgDopo quel duplice omicidio di 16 anni fa, si era ricostruito una vita tutta nuova. In un nuovo Paese e senza l’ombra di alcun sospetto. Da dieci anni il quarantunenne romeno Laurentiu Stefan Alexandru viveva completamente integrato a Bertiolo
il paesino del Medio Friuli vicino a Codroipo. Con una moglie, anche lei romena, e un figlio di 13 anni. Qui era conosciuto come Stefano, l’imbianchino. Parlava più volentieri il friulano che l’italiano e nessuno avrebbe mai pensato che quel romeno fosse il coautore di efferato duplice omicidio.Un delitto commesso in Serbia nel 1992 e dal 2002 il tribunale serbo di Smeredevo ha emesso un mandato di cattura internazionale. L’accusa del tribunale della repubblica serba è di omicidio duplice in concorso, con lo scopo della rapina. Alexandru avrebbe ucciso a martellate sulla testa la proprietaria di un’abitazione dove viveva assieme a un connazionale, e poi la madre di lei. Nei primi giorni di aprile, dall’interpol serba è stato ramificato l’avviso di cattura. Da qui all’arresto del ricercato il passo è stato breve. Agli agenti della squadra mobile della questura di Udine, con i quali ha collaborato l’interpol di Roma, è bastato suonare alla porta di casa del ricercato, chiedere di Laurentiu Stefan Alexandru fingendosi interessati ai servizi di un imbianchino e il gioco è fatto. Le manette sono scattate e ora il romeno si trova nel carcere di via Spalato a Udine, in attesa che la Corte d’appello di Trieste si pronunci sulla richiesta di estradizione avanzata dalle autorità serbe.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
609