Aperitivo a Grado
facebook

kings
Come ogni anno, torna la magia della musica live in versione acustica: giunto alla sua undicesima edizione, Sexto’Nplugged si conferma come uno degli appuntamenti estivi da non perdere per gli amanti della musica e della sperimentazione.
Il festival, ambientato nell’ampio spazio centrale del complesso Abbaziale, vuole percorrere strade alternative, anche se non contrapposte, rispetto al luogo in cui si svolge.
Artisti d’avanguardia e di provato spessore culturale che, a seconda delle situazioni, adattano il loro repertorio al luogo. Viceversa, il luogo si plasma all’artista stesso, risultando amplificatore di emozioni verso il pubblico che ascolta, come da slogan del Festival “QUANDO IL LUOGO DETERMINA LA MUSICA”. Spesso vengono allestiti dei veri e propri set dedicati a sperimentare nuove soluzioni con gli strumenti concordati, strumenti essenziali che permettono alla musica di fluire libera.
Negli anni Sexto’Nplugged ha denotato una certa capacità nella ricerca artistica, con artisti di tutto rispetto che si sono esibiti nelle precedenti edizioni, tra cui Carmen Consoli, Afterhours, Antony & The Johnson, Ludovico Einaudi, Blonde Redhead, Anna Calvi, Scott Matthew, The Charlatans, Fanfarlo, Ane Brun, Mum, Teho Teardo & Blixa Bargeld, Emiliana Torrini, Goldfrapp, The War On Drugs, Angus & Julia Stone, St. Vincent, Einsturzende Neubauten, Belle&Sebastian, Passenger e tanti altri. Esclusive nazionali ed anteprime, concerti che hanno registrato il tutto esaurito, eventi e momenti indimenticabili che fanno di Sexto’Nplugged un appuntamento estivo da non perdere per gli amanti della musica di qualità!

Dopo The Lumineers e Daughter, anche Kings Of Convenience all’undicesima edizione di Sexto’NPlugged
Sexto’Nplugged è felice di annunciare Kings Of Convenience
Il duo indie-folk-pop, divenuto famoso in tutto il mondo nel 2001 con “Quiet Is The New Loud”, disco capostipite del new acoustic movement ispirato, tra gli altri, dallo stile di Simon & Garfunkel, arriva in tour in Italia per celebrare i 15 anni di carriera musicale

Erlend Øye e Eirik Glambæk Bøe sono nati entrambi a Bergen (Norvegia) nel 1975. l loro debutto a livello mondiale avviene nel 2001 con ‘Quiet Is The New Loud’. Prodotto da Ken Nelson (conosciuto per la produzione di dischi di grande successo come gli album d’esordio di Coldplay e Badly Drawn Boy), con il convolgimento di David Whittaker (già collaboratore di fiducia di Serge Gainsbourg e dei Rolling Stones e recentemente al lavoro con gli Air), il debutto diventa rapidamente un disco di successo, tanto da dare vita ad una nuova scena musicale underground: new acoustic movement, caratterizzata da atmosfere ipnotiche, leggere ed una semplicità che lascia senza parole.
Tre anni dopo il duo norvegese rientra in studio per registrare il secondo lavoro, l’eccezionale ‘Riot On An Empty Street’, pubblicato nel 2004, e contenente il singolo “I’d Rather Dance With You”.
Dopo una breve pausa i due amici di vecchia data ritornano con una serie di concerti occasionali tra il 2007 e il 2008 per poi dar vita nel 2009 al nuovo album, ‘Declaration Of Dependence’ che conferma la band come unica nel suo genere a livello internazionale.
Pur non vivendo ormai nello stesso paese (Erlend Øye si è trasferito in pianta stabile in Sicilia) i due rimangono in piena attività incontrandosi di volta in volta per esibirsi davanti ai loro fan, in giro per il mondo. Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno con il loro “Quiet Is The New Loud Tour”, durante il quale la band ha riproposto tutte le canzoni dell’album di esordio, i Kings Of Convenience si apprestano a tornare in Italia per celebrare i 15 anni di carriera, in un tour che ripercorre tutti i più grandi successi del duo scandinavo.

www.kingsofconvenience.eu – www.facebook.com/kingsofconvenience

705