Aperitivo a Grado

FOTO – Addio Europa. Udinese – Werder 3-3

facebook

dsc_25.JPGUdinese – Werder ritorno dei quarti di Coppa Uefa. A un passo dalla semifinale. I bianconeri sfiorano l’impresa. ma non c’è verso. Una prestazione fantastica non è sufficiente per scrivere una partita leggendaria

E così l’Udinese saluta l’Europa dopo una prova eccezionale che però non è bastata per avere la meglio sui tedeschi del Werder Brema che grazie al cinismo (come sottolineato da mister marino in conferenza stampa) e auno stratosferico giocatore di nome Diego, destinato a vestire il bianconero della Juve, è riuscita a pareggiare 3-3 il ritorno in uno stadio Friuli versione bolgia.

prima il Vantaggio di INler, poi il pareggio di Diego, subito il sorpasso con Quagliarella che poco più tardi triplica con una prodezza delle sue, in caduta dopo palleggio di testa stile foca.

Poi nel secondo tempo il Werder prima accorcia con Diego bravissimo a sfruttare una mischia dopo una traversa, ma la partita è un ssussegurisi di emozioni. A questo puntoall’udinese servono altri due gol. Asamoah, altra prestazione impressionante) stampa un tiro sul palo. E lì si infrangono le utliem speranze dell’Udinese. Pochi istanti dopo Diego viene “steso” da Domizzi in area. Lo svedese Hansonn decreta un rigore piuttosto generoso che Diego calcia. potrebbe essere tripletta. E invece handanovic illude ancora. Para il rigore. E per un attimo il pubblico ci torna a credere. Come dovesse accadere l’impossibile. e invece sul calcio d’angolo seguente una difesa troppo distratta si fa infilare pe rla sesta volta in 180 minuti. Poi in garbage time ancor aun palo per Domizzi. ma è finita. Lacrime e pioggia bagnano i volti dei giocatori dell’Udinese e dei tifosi che acompagnano gli uomini di Marino con un applauso commovente.

ante7330.JPG

ante7345.JPG

can_6654.JPG

dsc_2107.JPG

dsc_2264.JPG

dsc_2065.JPG

img_3151.JPG

dsc_2324.JPG

dsc_2499.JPG

dsc_2519.JPG

dsc_2541.JPG

can_6867.JPG

(Ph. Foto Agency Anteprima)

494