Aperitivo a Grado

Sport: Torrenti, 3,8 mln euro per impianti e attrezzature in Fvg

facebook

Trieste, 4 dic – Due misure per contributi regionali
all’acquisto di attrezzature sportive e per la manutenzione
straordinaria dell’impiantistica sportiva per un totale di
3.872.000 euro nel 2017 “confermano la straordinaria attenzione
allo sport del Friuli Venezia Giulia, i cui investimenti in
questo settore sono record a livello nazionale”.

Lo ha affermato l’assessore regionale allo Sport, Gianni
Torrenti, illustrando i provvedimenti che finanziano l’acquisto
di attrezzature sportive fisse e di autoveicoli per il trasporto
del team sportivo (802.000 euro) e la manutenzione straordinaria
di impianti di calcio e rugby (3.070.000 euro), cui seguiranno
nel 2018 altri contributi pari a 2 milioni per impianti di altre
discipline sportive e 400.000 euro per l’acquisto di attrezzature
mobili.

Per quanto riguarda i primi due filoni contributivi, “è la prima
volta che la Regione – ha rilevato Torrenti – attiva uno
specifico canale per concedere ad associazioni e società sportive
senza fini di lucro incentivi per acquistare attrezzature
sportive fisse e mobili e per i mezzi di trasporto”.

Alla luce delle 623 domande presentate dal 27 settembre al 13
ottobre, è stata stilata la graduatoria che sulle 105 domande
ammesse ne finanzia 57, di cui 7 per attrezzature fisse, 44 per
mezzi di trasporti e 6 per entrambe le voci.

“Il bando ha avuto un riscontro oltre ogni nostra aspettative, in
particolare per quanto riguarda la richiesta di pulmini per il
trasporto degli atleti, mezzi che devono essere prima di tutto
sicuri”, ha osservato l’assessore.

In dettaglio, per le attrezzature fisse il contributo regionale
ammonta a 146.011,20 euro, per i mezzi di trasporto è pari a
540.000 euro e per il combinato attrezzature fisse/trasporto
ammonta a 116.505,94 euro

Per quanto riguarda le attrezzature sportive mobili, sono
pervenute 416 domande e il relativo riparto 2018 (400.000 euro)
sarà stanziato nella legge di stabilità.

La manutenzione straordinaria degli impianti di calcio e rugby ha
visto pervenire, entro il termine del 2 ottobre, 98 domande, 89
delle quali ammesse e 18 finanziate, di cui 3 per campi e
impianti di rugby, 14 di calcio e 1 per impianti misti
calcio/rugby.

“La graduatoria – ha precisato Torrenti – resterà aperta per due
anni, favorendone così lo scorrimento”.

Tra i requisiti per ottenere il finanziamento vi erano il valore
dell’intervento (non inferiore a 75mila euro) e la previsione di
un cofinanziamento non inferiore al 50 per cento del costo totale
dell’opera. Gli impianti sportivi che accederanno al contributo
della Regione sorgono a Pasian di Prato, Udine, Tricesimo,
Fagagna, Duino Aurisina, Martignacco, Tolmezzo, Muzzana del
Turgnano, Buttrio, Sacile, Faedis, Reana del Rojale, Premariacco,
Fiume Veneto, Cassacco, Osoppo e San Vito al Tagliamento.

Torrenti ha, infine, evidenziato la bontà del sistema delle
graduatorie, “che sottrae i finanziamenti alla discrezionalità
delle norme puntuali, rivolgendosi alla platea di tutte le
società e affidandosi a criteri oggettivi”.
ARC/PPH/fc

Powered by WPeMatico

734