Stamina: indagato Delendi, direttore ospedale di Udine: “Sottoscrissi la ricerca”

delendi ok

Non solo non ci sono stati miglioramenti nella salute dei pazienti sottoposti alla metodica Stamina di Davide Vannoni ma, anzi, si sono “verificati eventi avversi in un numero significativo” di essi. E’ quanto si legge nell’avviso di chiusura indagini messo a punto dalla procura di Torino. Venti gli indagati, tra cui il fondatore della Stamina Foundation Davide Vannoni, il suo braccio destro Marino Andolina e Carlo Tomino, responsabile dell’ufficio ricerca e sperimentazione clinica dell’Aifa. A diciotto di loro viene contestato il reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa.

Fra gli indagati c’è anche il nome dell’attuale direttore dell’Azienda ospedaliera universitaria di Udine Mauro Delendi, all’epoca dei fatti direttore dell’Ospedale Burlo Garofolo di Trieste a cui sarebbe rivolto il grave capo d’accusa di associazione a deliquere. Il Prof. Delendi secondo quanto da lui stesso rilasciato a “il Gazzettino” si sarebbe limitato a firmare i protocolli per la ricerca.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS