Aperitivo a Grado

Motel Connection
Ormai è ufficiale, è tutto pronto per l’ottava edizione del Summerlab Festival che si terrà sulla spiaggia del Lido di Staranzano (GO) nella serata del 31 Luglio.
Formula variata per questa edizione che, a differenza delle sette precedenti che comprendevano l’intero weekend, si svolgerà su un’unica serata. I tagli ai fondi pubblici che hanno investito la maggior parte delle manifestazioni regionali hanno costretto gli organizzatori a concentrare gli eventi in una singola giornata che vedrà comunque alternarsi sul palco in riva al mare grandi nomi della scena nazionale e locale.
Si aprirà alle 21.00 con l’esibizione live dei “Limes”, giovane band triestina che da poco ha pubblicato il primo cd dal titolo “Essential”. Pop rock di ottimo livello (di inequivocabile stampo “british”) scelto per continuare sulla linea del festival che è quella di affiancare nuove proposte locali provenienti dalla nostra regione a formazioni artistiche ormai affermate. Si proseguirà con la performance di “Alain The Lone”, progetto solista del frontman degli ormai famosissimi “Trabant “che propone scelte musicali che vanno dal dub alla musica house passando per momenti di ascolto che sfiorano sfumature “ambient”: “Se ti piacciono le cose buie e ti senti a casa quando la ritmica sembra ipnotizzarti e i bassi si costruiscono attorno a te piano, allora lo show di Alain The Lone ti piacerà. Il live set presenta anche interventi vocali del tutto spontanei, un po’ di campionamenti strani pescati in giro per il mondo, un nintendo ds, un vecchio game boy, un microfono piezo, di quelli piccoli piccoli… quindi forse ci saranno altre cose, Alain The Lone è vedere come andrà a finire…” così si presenta l’artista.
Tutti i cambi palco saranno gestiti dal sound della SummerGang, formazione di dj diventata ormai residente nel festival. Il quartetto formato da Anita, Blondie, Creeper e Tino Liber è un muro di suono che fa delle sfumature e dei cambi devastanti il suo biglietto da visita.
Alle 23.00 arriverà il momento tanto atteso, sul palco del Summerlab Beach Festival 2010 saliranno i MOTEL CONNECTION vero e proprio spin-off della band più dance/rock d’Italia, i torinesi SUBSONICA.
“Connection” creative in evoluzione, in transizione… Ma anche: impatto, intensità emotiva, e l’abisso della fisicità. Con ormai un po’ di anni di storia alle spalle, il progetto Motel Connection è sempre più in grado di pilotarsi verso strade che per altri, molti altri, possono restare sconosciute. Riunitisi all’inizio del nuovo millenio per sonorizzare mostre e installazioni artistiche, per Motel Connection si è trattato ogni volta di alzare il livello della sfida.
Prima la chiamata di Marco Ponti, 2001, per dare vita alla colonna sonora di Santa Maradona, film di culto dal lusinghiero successo sia di pubblico che di critica (e le musiche sono una parte essenziale del fascino del film, come da più parti sottolineato). Poi, la voglia di misurarsi con un vero e proprio album, Give Me A Good Reason To Wake Up, nel 2002. Il 2004 li vede di nuovo arruolati da Marco Ponti, il lungometraggio di cui curare la colonna sonora stavolta è Andata / Ritorno, ancora più ambizioso del precedente, dove infatti i Motel Connection dimostrano di saper amalgamare il linguaggio dei dancefloor con quell’indie rock d’autore. “Ma scrivere musica per un film non è come scrivere per se stessi” dicono loro. La dimensione è quella della ricerca continua in evoluzione, in transizione. La dimensione è anche quella dei live, del contatto diretto, del sudore, delle mani in aria. Motel Connection ha un’anima dance, sempre più strettamente sintonizzata con le avanguardie berlinesi tra house e techno come dimostra il secondo album da studio, Do I Have A Life? uscito nell’ottobre 2006.
Ma in Motel Connection non sono solo le macchine a parlare. Il nuovo album H.E.R.O.I.N, (uscito a febbraio 2010), coprodotto da Stefano Fontana (Stylophonic) e Motel Connection, segnala un’ulteriore svolta dal punto di vista espressivo: un impatto di taglio funk sotto la pelle di canzoni elettroniche.
Non potrebbe che essere così: Samuel, che già come cantante dei Subsonica sa bene come si fa a sedurre il pubblico in un live set, Pierfunk (fino ai primi due dischi sempre dei Subsonica, l’artefice delle linee di basso) è un vero e proprio scienziato del funk sia che si tratti di usare strumenti che macchine; Pisti è quello dalla biografia più strettamente dance oriented, ma sono pochi i dj in. Nei live di Motel Connection la trama si infittisce, voci strumenti e macchine si incrociano in un’interazione rara – riuscendo a parlare sia a chi è abituato a vedere solo concerti rock, sia a chi pratica con rigore l’alfabeto della club culture.
Concetto di grande impatto che trasformerà la spiaggia in un immenso dance floor fino all’ultima goccia di sudore.
Il duro compito di continuare la serata dopo la performance dei Motel Connection è affidato a Dj Spanner pronto a proseguire sull’onda dance dei “Motel” fino a tarda notte accompagnato ancora dalla Summergang.
Una serata che si prospetta essere molto intensa dal punto di vista artistico, non mancheranno però i punti di ristoro e le aree relax con le installazioni di video-arte curate da EditArt (gli stessi delle scenografie video degli ultimi tour di Elisa).
L’associazione culturale Gruppo Area di Ricerca di Staranzano, organizzatrice del festival, volge un ringraziamento a tutti coloro che hanno creduto e soprattutto credono ancora in questa manifestazione e mettono a disposizione tutte le risorse possibili per la sua realizzazione, Comune di Staranzano in primis che nonostante il periodo non felice a livello finanziario delle amministrazioni locali si è prodigato esponendosi in prima linea per il Summerlab, la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia sempre attenta alle attività e al mondo dell’associazionismo e la Provincia di Gorizia.
Un ringraziamento anche al numeroso pubblico che segue da anni l’evento, quest’anno chiamato a sopportare un piccolo biglietto d’ingresso, scelta obbligata da parte di Summerlab per far sì che la manifestazione sia possibile mantenendo sempre un livello qualitativo che incontri i favori della gente.
Summerlab Festival è un progetto dell’Associazione Culturale Gruppo Area di Ricerca in collaborazione con:
Ass. Culturale ArtCorner (media partner), il portale web www.bisiacaria.com e www.bisia.tv, laboratori creativi DobiaLab, l’agenzia viaggi Peekabooh, Sam Hotel, le agenzie EditArt e Thinkup, il programma di informazione contro le dipendenze “Over Night”.
Summerlab è una manifestazione che fa parte del programma Litoralia, progetto volto alla valorizzazione artistica e culturale del litorale.

locandina2010

Info e prevendite
Musical Box
via Matteotti, 6 – Monfalcone (GO)
tel. 0481-790290

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
345