Aperitivo a Grado
facebook

SOCCORSO_VALANGA_2
3 Gennaio 2012 – E’ già stato dimesso dall’ospedale di Gemona, Francesco Del Fabbro, lo studente udinese, 18 anni, travolto questa mattina da una valanga mentre scendeva lungo un fuoripista sul Monte Lussari. Fisicamente il ragazzo sta bene, ma è ancora sotto choc per la disavventura. “E’ stato fortunatissimo. Se non avesse avuto il segnalatore Arva non l’avremmo trovato in tempo”, racconta l’ispettore del soccorso piste della Polizia di Stato, Fabrizio Pecile, che con la sua squadra ha estratto il ragazzo sepolto da un metro di neve. “La neve era ben compressa – testimonia – le gambe del ragazzo erano bloccate, una era ancora agganciata allo sci. In 6-7 minuti gli abbiamo liberato le vie aeree, abbiamo visto che era cosciente e in buone condizioni, quindi abbiamo potuto completare l’intervento con più tranquillità”. I soccorritori, allertati da un addetto di Promotur, sono arrivati immediatamente sul posto. Già stavano monitorando il costone perché la nevicata della notte aveva fatto innalzare il pericolo valanghe. “Avevamo già mandato indietro qualche altro sciatore – spiega ancora Pecile -. Da noi i fuoripista non sono vietati, c’é solo l’obbligo di avere l’Arva; il ragazzo su questo aspetto era a norma”. (ANSA).

SOCCORSO_VALANGA_1

670