Aperitivo a Grado

Tentato stupro: soggetti del genere stiano lontano dalla nostra comunità

facebook

“Lo stupro è uno dei crimini più infami e indegni di chiunque voglia fregiarsi dell’appellativo di essere umano. Per questo il ventenne afgano che ha tentato di commettere questo orrendo gesto ai danni di una donna italiana si meriterebbe di passare il resto dei suoi giorni in carcere. Come sindaco di Udine non posso che garantire alla Questura e alle forza dell’ordine la massima collaborazione dell’Amministrazione affinché episodi come questo non si ripetano. Questi soggetti devono capire che è meglio per loro stare alla larga dalla nostra comunità. Auguro alla donna rimasta vittima di questa aggressione di recuperare al più presto a livello fisico e psicologico, invitandola a rivolgersi al sottoscritto e ai nostri professionisti per qualunque tipo di supporto”. Lo dichiara il sindaco di Udine Pietro Fontanini.


Tenta di violentare una donna in una caserma dismessa a Udine ma la Polizia sente le urla della vittima e la salva. Per questo motivo un giovane, cittadino afghano, di 20 anni, è stato arrestato dalla Polizia per violenza sessuale. L’episodio è accaduto ieri pomeriggio all’interno dei locali dismessi dell’ex caserma Piave. Il personale del Reparto prevenzione crimine di Padova era entrato nella struttura per eseguire un controllo su un altro giovane afghano, 23 anni, inosservante del divieto di ritorno in città che tentava di dileguarsi. Una volta all’interno, gli agenti hanno sentito le forti richieste di aiuto della vittima, una cittadina italiana di circa 40 anni, e l’hanno raggiunta per soccorrerla. La vittima era stesa a terra e lo straniero stava già tentando di abusare di lei. I poliziotti hanno bloccato il giovane afghano e, raccolta la denuncia della vittima che era stata attirata nella struttura con un inganno, lo hanno arrestato e condotto in carcere.

1.788