Aperitivo a Grado
facebook

Tiliment-1

E’ stata una Tiliment Marathon Bike finalmente baciata dal sole, con tantissimi atleti – più di un migliaio i partenti sui tre circuiti tra agonisti, paralimpici e amatori della FriulBike, con un trend dunque decisamente in crescita a premiare l’ottimo lavoro tecnico e organizzativo della Polisportiva Trivium. Centoventi sono stati gli abbonati al nuovo circuito Ima, che a Spilimbergo ha avuto la sua prima tappa.
Una gara ricca di colpi di scena, quella disputatasi sul percorso di 102 km che ha visto sfumare il duello tra i due vincitori delle passate edizioni Mike Felderer e Walter Costa, poichè quest’ultimo è rimasto bloccato in un tratto di single track, senza possibilità di superare un folto gruppo, classificandosi comunque quarto. A dominare i 3/4 della gara è stato Rafael Visinelli del Gruppo Sportivo Forestale che è partito subito all’attacco distaccando il gruppo composto da Felderer, Bianchi, Cattaneo e Pallhuber di 3 minuti e mezzo. Ma al momento giusto Ramon Bianchi ha fatto uno strappo in salita seguito da Felderer e insieme hanno superato Visinelli, che ha ceduto il campo indebolito anche per aver saltato il ristoro. Gli ultimi 5 km sono stati infine tutti di Felderer ( campione italiano marathon nel 2008) che non voleva farsi sfuggire questa vittoria, bissando quindi il primo posto del primo anno in 4h 06′ 43” con una media di 29,67, seguito dai compagni di squadra (Full Dynamix) Ramon Bianchi (4h 08′ 37”) già professionista su strada con la Liquigas e Johnny Cattaneo (4h 09 22”), campione italiano in carica, afflitto da un po’ di tendinite sull’ultimo tratto. A ridosso del podio si sono piazzati Walter Costa (Silmax Cannondale), Fabio Capuzzo (Adv Team International), Johann Pallhuber (Silmax) e il giovane talento Daniele Braidot (Full Dynamix), primo nella sua categoria. Rafael Visinelli si è dovuto accontentare del nono posto.
Vittoria mancata per una foratura a un km dal traguardo per Mariangela Cerati del Colnago Arreghini Sudtirol sulla 102 km femminile, che ha dovuto accontentarsi di un terzo posto (5h 49′) raggiunto di corsa con la bici a mano. Prima è arrivata Antonella Incristi del Ki.Cosys. Ermetic Serramenti (5h 42′ 44”), seconda Lisa Bacchiavini della Sintesi Corse (5h 46′ 45”)
Nella 51 km la vittoria è stata tutta del campione italiano di cross country Fabio Zampese della Bike Pro Action (1h 57′ 05”) a metà gara già da solo, con una lotta sul filo di lana tra il secondo Denis Vogrig del Team Granzon (2h 00′ 38” 26”’) e Riccardo Panizza del Mandello Bike Team (2h 00′ 38” 50”’), campione italiano su pista.
Grande gara anche la 51 km femminile con Samira Todone della Caprivesi, campionessa in carica della Tiliment (2h 23′ 49”), Paola Maniago dell’Acido Lattico Team, campionessa italiana di cross country (2h 24′ 49”), che hanno dimostrato la loro stoffa di campionesse, distaccando Elena Nadin del Bike Team 53.3 (2h 36′ 05”).

Primo Campionato Italiano Assoluto MTB Paralimpico

Grande vittoria per la Tiliment, la provincia di Pordenone e tutto il Friuli è stata la conquista del primo campionato italiano assoluto mtb paralimpico, disputatosi sulla 25 km. Venticinque gli atleti in partenza tra cui anche tre tandem in via sperimentale, che hanno ottimamente superato il test, aprendo la strada per una competizione ufficiale il prossimo anno: tra essi anche il pordenonese Orlando Rusalen (terzo) e il veterano Emanuele Bersini (primo) che ha nel palmares 25 titoli italiani e in coppia con Daniele Riccardo è campione italiano su strada.
Vincitore è assoluto è stato Michele Pittacolo, campione mondiale paralimpico che si è impegnato in prima persona per realizzare questo primo campionato paralimpico mtb, emozionato e soddisfatto. Hanno conquistato la maglia tricolore nella propria categoria: Massimo Bortoletti (di Cordenons), Luciano Caironi, Roberto Bargna, Michele Pittacolo, Fabio Triboli. Un premio speciale è andato ad Andrea Pusateri, l’atleta più giovane, 17 anni, in sella con una gamba sola

Trionfo di Felderer e della Full Dynamix, che si prende tutto il podio della 102 km
Zampese, Vogrig e Panizza sul podio della 51 km
Ottimo esordio per il campionato italiano paralimpico con Michele Pittacolo vincitore assoluto
Antonella Incristi, Elisa Bacchiavini, Mariangela Cerati sul podio della 102
Samira Todone si conferma campionessa sui 51 km seguita da Paola Maniago

Foto: Francesco Zanet














777